Apri il menu principale
Slesiani
Ślůnzoki
Schläsinger
Ślązacy
Schlesier
Slezané
Z dolnoslaskie.jpg
Un gruppo di slesiani in costume popolare
 
Luogo d'origineSlesia, in Polonia, Repubblica Ceca e Germania
Popolazionealcuni milioni
LinguaSlesiano, tedesco slesiano, polacco, tedesco, ceco
ReligioneCattolicesimo, Luteranesimo
Gruppi correlatiPolacchi, Cechi, Sorbi, Tedeschi, altre popolazioni slave occidentali
Distribuzione
Polonia Polonia 2 milioni[1], di cui 817.000 di nazionalità slesiana[2]
Rep. Ceca Rep. Ceca 12.231 di nazionalità slesiana[3]
Germania Germania 3 milioni[4]
Stati Uniti Stati Uniti -

Gli slesiani (slesiano slavo: Ślůnzoki, tedesco slesiano: Schläsinger, polacco: Ślązacy, tedesco: Schlesier, ceco: Slezané) sono un gruppo etnico che vive nella regione polacca dell'Alta Slesia (2 milioni[1], dei quali 817.000 si sono dichiarati di nazionalità slesiana[2]), nella Repubblica Ceca (diverse centinaia di migliaia, dei quali 12.231 si sono dichiarati di nazionalità slesiana[3]) e anche in Germania (piccola minoranza). Gli slesiani parlano la lingua slesiana, appartenente al gruppo delle lingue slave.

A seguito dell'obbligo di dichiarare la nazionalità del paese ospitante o quella di provenienza, parte degli slesiani residenti nei suddetti stati ha dichiarato la nazionalità slesiana (817.000 persone in Polonia[2], 44.446 nel 1991 in Cecoslovacchia[5], 12.231 nel 2011 in Repubblica Ceca). Nonostante il fatto che tante persone si considerino slesiane, il parlamento della Polonia li etichetta come "un gruppo regionale che vive in Slesia".

NoteModifica

  1. ^ a b The Institute for European Studies, Ethnological institute of UW
  2. ^ a b c Narodowy Spis Powszechny Ludności i Mieszkań 2011. Raport z wyników - Central Statistical Office of Poland
  3. ^ a b Obyvatelstvo podle národnosti podle krajů - Český statistický úřad
  4. ^ "Volkszählung vom 27. Mai 1970" Germany (West). Statistisches Bundesamt. W. Kohlhammer, 1972, OCLC: 760396
  5. ^ Národnost ve sčítání lidu v českých zemích Archiviato il 17 giugno 2010 in WebCite.

Altri progettiModifica