Società Calcio Leffe

SC Leffe
Calcio Football pictogram.svg
Lanieri, Seriani
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali bianco-blu
Dati societari
Città Leffe
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 1938
Scioglimento1998
Stadio Carlo Martinelli
(1.700 posti)
Palmarès
Trofei nazionali 1 Coppa Italia Dilettanti
Si invita a seguire il modello di voce

La Società Calcio Leffe fu una società calcistica italiana, con sede a Leffe. Fondata nel 1938, disputò diversi campionati di Serie D e per quattro stagioni consecutive militò in Serie C1, prima di fondersi con l'Albinese, andando così a creare l'AlbinoLeffe.

Indice

StoriaModifica

Gli alboriModifica

Nel 1938 alcuni sportivi, tra cui Carlo Martinelli, diedero vita alla Società Calcistica Leffe. Dopo un paio di anni verrà poi fondata la Virtus Leffe, società di ispirazione giovanile.

La prima volta in Serie DModifica

Nel 1958, la Società Calcio Leffe raggiunge la IV Serie: traguardo importante per il paesino seriano che conta 2.000 anime. La promozione ripaga così degli sforzi notevoli degli abitanti della comunità per la gestione di una squadra competitiva. Nella semifinale nazionale del torneo, il 6 luglio a Tortona, batte il Varazze 2-0 ma a Roma, nella finalissima, viene sconfitta per 2-0 dalla Civitavecchiese. Nel 1962 finisce però il primo ciclo in Serie D per la società bergamasca, con la retrocessione in Prima Categoria. Negli anni successivi la squadra ebbe alterne fortune, finendo nell'anonimato e disputando campionati minori.

La fusione con la Virtus Leffe e il ritorno in serie DModifica

Nel 1967-1968 la Leffe conquista nuovamente la promozione in Prima Categoria e, due anni dopo, raggiunge la finale di Coppa Italia Dilettanti, ma nella gara unica di Forte dei Marmi dovette lasciare il trofeo agli avversari, beffata a tempo scaduto da un goal del Ponte San Pietro. La voglia di risalire e di riconquistare un posto tra le "regine" del calcio dilettantistico è in continua crescita: nel 1977 viene decisa la fusione con l'altra società del paese, la Virtus Leffe. Dopo alcune stagioni, nel giugno del 1981, il Leffe conquista di nuovo la Serie D, che diventerà poi il Campionato Interregionale. Sono necessari gli spareggi per arrivare a tale traguardo: il 7 giugno 1981, a Pandino, 1-1 contro il Codogno; il 14 giugno, a Trezzo sull'Adda, 3-0 alla Gallaratese; infine, il 21 giugno, 0-0 con il Fiuorenzuola a Pandino.

La conquista della Coppa Italia Dilettanti e l'approdo tra i professionistiModifica

Nel 1982, allo Stadio Comunale di Bergamo, un gol di Fontana permette al Leffe di conquistare la sua prima Coppa Italia Dilettanti.

Nel 1985 la società seriana raggiunge per la prima volta la Serie C2. Alla prima esperienza in un campionato professionistico la squadra non si salvò. Ritornò in Interregionale e, dopo alcune promozioni sfiorate, nel 1989-1990 la celeste fu nuovamente promossa in Serie C2.

Gli anni novanta: il "miracolo Leffe"Modifica

Nella stagione 1991-1992 la squadra, sotto la guida di Bortolo Mutti, sorprese tutti conquistando una insperata promozione in Serie C1: lo Stadio Carlo Martinelli è sempre ricolmo per assistere a sfide contro nobili decadute quali Bologna, Vicenza, Mantova e SPAL. Quella squadra è ricca anche di futuri calciatori di Serie A, un nome su tutti è quello di Filippo Inzaghi. La stagione successiva continua la favola: grazie ai 13 gol del bomber piacentino, la formazione bergamasca si piazza al 4º posto, in coabitazione con la Triestina. Il Leffe rimarrà C1 per altre tre stagioni, fino alla retrocessione del 1996.

Gli ultimi anniModifica

Nel 1996-1997 il Leffe fallisce l'aggancio ai play-off per tre punti. Nella stagione successiva la squadra ottiene la salvezza passando dai play-out, dove condanna il Cremapergo alla retrocessione nei dilettanti (successivamente ripescata).

Nell'estate seguente viene decisa la fusione con l'Albinese, società bergamasca militante anch'essa in Serie C2, dando così vita all'AlbinoLeffe.

CronistoriaModifica

Cronistoria della S.C. Leffe
  • 1938 - Nascita del club con la denominazione di G.I.L. di Leffe.
  • 1939 - Affiliazione al Direttorio della Sezione Propaganda di Bergamo, campionato di Seconda Categoria.
  • 1939-1940 - nel girone B della Seconda Categoria bergamasca.
  • 1940-1941 - nel girone A della Seconda Categoria bergamasca.
  • 1941-1945 - Attività sospesa per cause belliche.
  • 1945-1947 - Ricostituita, la società partecipa ai campionati indetti dal Comitato di Sezione Propaganda di Bergamo (i dati dei campionati disputati non sono disponibili).
  • 1947 - Si affilia alla F.I.G.C. iscrivendosi alla Seconda Divisione con la denominazione Unione Sportiva Leffe.
  • 1947-1948 - 1° nel girone B della Seconda Divisione Lombarda. Promossa in Prima Divisione.
  • 1948-1949 - 9° nel girone H della Prima Divisione Lombarda. Cambia denominazione in Sport Club Leffe.
  • 1949-1950 - 3° nel girone B della Prima Divisione Lombarda. Cambia denominazione in Associazione Sportiva Calcio Leffe.
  • 1950-1951 - 4° nel girone B della Prima Divisione Lombarda.
  • 1951-1952 - 8° nel girone B della Prima Divisione Lombarda.
  • 1952-1953 - 3° nel girone B della Prima Divisione Lombarda.
  • 1953-1954 - 1° nel girone B della Prima Divisione Lombarda. Promossa in Promozione.
  • 1954-1955 - 2° nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1955-1956 - 4° nel girone A della Promozione lombarda.
  • 1956-1957 - 2° nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1957-1958 - 1° nel girone A del Campionato Lombardo Dilettanti. Promosso in Interregionale. Perde la finale per il titolo nazionale contro la Civitavecchiese.
  • 1958-1959 - 10° nel girone B dell'Interregionale.
  • 1959-1960 - 12° nel girone B di Serie D.
  • 1960-1961 - 9° nel girone B di Serie D.
  • 1961-1962 - 17° nel girone B di Serie D. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1962-1963 - 3° nel girone B della Prima Categoria lombarda.
  • 1963-1964 - 9° nel girone A della Prima Categoria lombarda.
  • 1964-1965 - 9° nel girone A della Prima Categoria lombarda.
  • 1965-1966 - 2° nel girone A della Prima Categoria lombarda.
  • 1966-1967 - 4° nel girone A della Prima Categoria lombarda. Ammesso alla nuova Promozione lombarda.
  • 1967-1968 - 2° nel girone A della Promozione lombarda.
  • 1968-1969 - 4° nel girone A della Promozione lombarda.
  • 1969-1970 - 4° nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1970-1971 - 3° nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1971-1972 - 5° nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1972-1973 - 8° nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1973-1974 - 15° nel girone B della Promozione lombarda. Retrocesso in Prima Categoria lombarda.
  • 1974-1975 - 16° nel girone B della Prima Categoria lombarda.
  • 1975-1976 - 9° nel girone B della Prima Categoria lombarda.
  • 1976-1977 - 2° nel girone B della Prima Categoria lombarda. Promosso in Promozione lombarda. Si fonde con l'A.C. Virtus Leffe mantenendo la denominazione A.S.C. Leffe.
  • 1977-1978 - 2° nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1978-1979 - 2° nel girone B della Promozione lombarda dopo spareggio con il Biassono (0-0, 4-3 dcr.
  • 1979-1980 - 3° nel girone B della Promozione lombarda.
  • 1980-1981 - 2° nel girone B della Promozione lombarda. Promosso nel Campionato Interregionale dopo gli spareggi con Codogno (1-1), Gallaratese (3-0) e Fiorenzuola (0-0).
  • 1981-1982 - 4° nel girone B del Campionato Interregionale. Vince la Coppa Italia Dilettanti  .
  • 1982-1983 - 9° nel girone B del Campionato Interregionale.
  • 1983-1984 - 3° nel girone B del Campionato Interregionale.
  • 1984-1985 - 1° nel girone B del Campionato Interregionale. Promosso in Serie C2. Cambia denominazione in Società Calcio Leffe s.r.l..
  • 1985-1986 - 17° nel girone B di Serie C2. Retrocesso nel Campionato Interregionale.
  • 1986-1987 - 3° nel girone C del Campionato Interregionale.
  • 1987-1988 - 2° nel girone B del Campionato Interregionale.
  • 1988-1989 - 3° nel girone C del Campionato Interregionale.
  • 1989-1990 - 1° nel girone C del Campionato Interregionale. Promosso in Serie C2. Cambia denominazione in Leffe Calcio s.r.l..
  • 1990-1991 - 10° nel girone B di Serie C2.
  • 1991-1992 - 2° nel girone B di Serie C2. Promosso in Serie C1.
  • 1992-1993 - 4° nel girone A di Serie C1.
  • 1993-1994 - 8° nel girone A di Serie C1.
  • 1994-1995 - 9° nel girone A di Serie C1.
  • 1995-1996 - 18° nel girone A di Serie C1. Retrocesso in Serie C2.
  • 1996-1997 - 7° nel girone A di Serie C2.
  • 1997-1998 - 15° nel girone A di Serie C2.
  • 1998 - Si fonde con l'Albinese nell'Unione Calcio AlbinoLeffe.

AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori della S.C. Leffe

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori della S.C. Leffe

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1981-1982
1984-1985, 1989-1990

Competizioni regionaliModifica

1952-1953 (girone B), 1953-1954 (girone B)
1947-1948 (girone H)

Competizioni giovaniliModifica

Torneo Serie C: 1992-1993, 1994-1995

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1991-1992 (girone A)
Secondo posto: 1983-1984 (girone B), 1987-1988 (girone B)
Terzo posto: 1986-1987 (girone C), 1988-1989 (girone C)
Secondo posto: 1954-1955 (girone A), 1956-1957 (girone A), 1967-1968 (girone A, Lombardia), 1977-1978 (girone B), 1978-1979 (girone B), 1980-1981 (girone B)
Terzo posto: 1970-1971 (girone B), 1979-1980 (girone B)
Terzo posto: 1949-1950 (girone B)
Secondo posto: 1965-1966 (girone A), 1976-1977 (girone B)
Terzo posto: 1962-1963 8girone B)
Finalista: 1969-1970

Partecipazioni ai campionatiModifica

Campionati nazionaliModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C1 4 1992-1993 1995-1996 4
Serie C2 5 1985-1986 1997-1998 9
IV Serie 1 1958-1959
Serie D 3 1959-1960 1961-1962
Campionato Interregionale 8 1981-1982 1989-1990 8

In totale sono 21 le stagioni sportive disputate nei campionati nazionali a partire dalla fondazione della società nel 1938. Sono escluse le stagioni nelle quali il club ha militato nei tornei del Comitato Regionale lombardo.

TifoseriaModifica

La prima partita animata dai cori dei sostenitori seriani fu la finale della Coppa Italia Dilettanti, quando il Leffe piegò i bresciani del Palazzolo. In quel giorno estivo del 1982 allo Stadio Comunale di Bergamo giunsero centinaia di leffesi, armati di tamburi e bandiere. Da lì a poco nasce il Club Bianco-Azzurro, primo gruppo organizzato di tifosi che comprendeva circa 200 sostenitori, il quale iniziò a seguire le sorti dei lanieri in Interregionale, andando in trasferta anche ad Altamura, L'Aquila, Lecco e per le finali di coppa a Roma. Il 1984 segna l'avvento del primo gruppo ultrà organizzato in val Seriana: i Freak Boys. Un gruppo di ragazzi comincia ad andare in ogni trasferta per tutto il Nord Italia. La passione coinvolge sempre più persone, anche grazie ai successi conseguiti dalla squadra che, a suon di gol del suo bomber principe Beppe Signori, raggiunge la Serie C2, infiammando gli spalti durante i derby con il Lecco e la Virescit Boccaleone.

Nel 1988 vi è il più bel periodo per il movimento ultras leffese, con i Freak Boys fiancheggiati dal gruppo Total Kaos. Nel 1991, con la promozione in Serie C1, inizia il declino. I Total Kaos si sciolgono a causa di incomprensioni con la società e rimangono solo i Freak affiancati successivamente dagli Eagles e poi dai Leffe Kaos. Nel 1994 nasce anche il gemellaggio con il gruppo Viking della Pro Sesto.

Con la fusione, nel 1998, la maggior parte dei componenti del gruppo ha abbandonato gli spalti, anche se tutt'oggi i tifosi seguono la squadra nelle trasferte. Esistono due gruppi al momento, gli Ultras Leffe 1982 e la Nuova Guardia AlbinoLeffe 1998.

Voci correlateModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio