Apri il menu principale

Società Letteraria di Verona

società letteraria di Verona

La Società Letteraria di Verona è stata istituita nel 1808, ed è uno dei più antichi gabinetti di lettura d'Italia.

I tredici soci fondatori sono:
Alessandro Torri[1], letterato[2];
Ciro Pollini, naturalista;
Giuseppe Zamboni, prete e professore di fisica;
Giambattista Gazola[3] letterato e studioso di scienze naturali;
Luigi Torri[4], professore di chirurgia;
Giovanni Bottagisio[5], letterato;
Alessandro Brognoligo[6], giureconsulto;
Bernardo Angelini[7], agronomo;
Giacomo Bertoncelli[8], chimico farmacista;
Giovanni Battista Giramonti[9], letterato;
Pietro Simeoni[10], commerciante;
Giacomo Antonio Pinali, commerciante;
Carlo Camuzzoni, segretario particolare del prefetto.

La Società Letteraria è sorta per iniziativa di possidenti e professionisti, mantenendo durante il periodo di attività un'impronta laica e pluralista e rimanendo fino ad oggi un importante centro di cultura per Verona, in particolare durante l'occupazione austriaca, quando fu il centro di riferimento per la cultura risorgimentale, ma anche durante il regime fascista.

Tra gli associati più importanti ci sono Aleardo Aleardi, Cesare Lombroso, Carlo Montanari e Ippolito Pindemonte.

NoteModifica

  1. ^ Alessandro Torri (Verona, 13 ottobre 1780 - Pisa, 13 giugno 1861). Studia legge a Padova. Nel 1802 entra nell'amministrazione della Repubblica Italiana (in seguito Regno d'Italia). Dopo il 1814 abbandona l'attività amministrativa e si dedica all'editoria Callegari 2013a. Si trasferisce a Firenze, quindi a Pisa. Mazziniano, è sempre sotto il controllo della polizia Biadego 1899
  2. ^ Lo status dei soci è ricavato da Geneth 2009, p. 22
  3. ^ Giambattista Gazola (1757-1834). Nobile Veronese inizia verso il 1784 una collezione degli ittioliti di Bolca che gli verrà in seguito confiscata dal governo Napoleonico e trasportata a Parigi Pietsch Carnevale 2011, p. 64. Allestisce anche un gabinetto scientifico con circa 60 strumenti per lo studio della fisica. Strumenti che dona nel 1802 al costituendo Liceo di Verona. Dal Prete 2013
  4. ^ Luigi Torri (Verona, 25 marzo 1777 - Verona, 26 ottobre 1831). Si laurea in chirurgia a Padova. Esercita presso l'Ospedale di Verona. Membro dell'Accademia d'Agricoltura, Commercio ed Arti è segretario della Società Letteraria dalla sua fondazione Accademia valdarnese del Poggio 1835, Volume III parte scientifica pag. 30-32.
  5. ^ Giovanni Bottagisio (1777-1821) Falchero 2006, si occupò di lettere ed agricoltura, autore di Osservazioni di Giovanni Bottagisio sopra la fisica del poema di Dante.
  6. ^ Fu avvocato a Verona Teboldi 1997 e Almanacco 1824, se non c'è omonimia anche membro del Consiglio del Comune di Verona Bollettino delle leggi 1813
  7. ^ Bernardo (Bernardino) Angelini (Villimpenta, 24 luglio 1778 - 1843) Segretario alla regia procura del dipartimento dell'Adige si occupò principalmente di insetti nocivi all'agricoltura Cantu 1844, p. 8. Lasciò scritti di erpetologia ed entomologia
  8. ^ Si occupò di chimica ed agricoltura, il suo volume La coltivazione de' Bachi da seta co' metodi del Co. Dandolo con tav. Edizione seconda riveduta e corretta,Giovanni Silvestri, Milano, 1833 fu attribuito a Ciro Pollini Sestri 1834, p. 48 al quale successe come direttore dell'Orto Botanico di Verona Accademia Verona 1833
  9. ^ Di lui non restano che una nota su un suo scritto Ufficio revisione 1831,  p. 55-56 e un necrologio pieno di retorica e scarno di notizie Orti Berti 1831
  10. ^ Fu economo della Società Letteraria Callegari 2013b,  nota a p. 298 e autore delle Memorie storiche risguardanti l'antica chiesa e convento della giara in Verona

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Verona: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Verona