Apri il menu principale
Società Sportiva Calcio Napoli
Stagione 1990-1991
AllenatoreItalia Albertino Bigon
PresidenteItalia Corrado Ferlaino
ManagerItalia Luciano Moggi
Italia Giorgio Perinetti[1]
Serie A8º posto
Coppa ItaliaSemifinali
Supercoppa ItalianaVincitore
Coppa dei CampioniOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Galli (33)
Miglior marcatoreCampionato: Careca (9)
StadioSan Paolo
Abbonati41 676[2]
Maggior numero di spettatori67 665 vs. Juventus (12 maggio 1991)[2]
Minor numero di spettatori45 726 vs. Bologna (26 maggio 1991)[2]
Media spettatori53 346[2]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 26 maggio 1991

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Calcio Napoli nelle competizioni ufficiali della stagione 1990-1991.

StagioneModifica

L'estate 1990, successiva alla vittoria del secondo scudetto, vide il Napoli sostituire il proprio portiere: Giuliani lasciò infatti posto a Giovanni Galli, in precedenza al Milan.[3] All'addio di Carnevale corrisposero invece gli acquisti di Incocciati e Silenzi[3]; infine, arrivò il centrocampista Venturin.[3] Dando seguito ideale al tricolore, la squadra si aggiudicò la Supercoppa italiana battendo per 5-1 la Juventus.[4] Si trattò del primo successo in tale manifestazione, giunta al terzo anno di vita.[5]

In Coppa dei Campioni, i partenopei esordirono contro l'ungherese Újpest sconfiggendolo per 3-0 in casa e 2-0 in trasferta.[6][7][8] Furono eliminati negli ottavi di finale, perdendo ai rigori con lo Spartak Mosca dopo che andata e ritorno erano terminate senza gol[9]; l'errore decisivo dal dischetto fu di Baroni.[10]

 
Maradona solleva la Supercoppa italiana, vinta il 1º settembre 1990.

Ben più deludente risultò l'andamento in campionato, circostanza aggravata dall'essere i campioni uscenti.[11] Nel girone di andata, la formazione azzurra totalizzò soltanto 15 punti.[12] L'inverno del 1991 fu inoltre movimentato dalle vicende dirigenziali[13], con Luciano Moggi che lasciò l'incarico della presidenza.[14][15] Un'ulteriore tegola si abbatté sulla squadra quando Maradona, risultato positivo a controlli anti-doping effettuati al termine della gara con il Bari, venne squalificato.[16][17][18][19] Senza il suo uomo-chiave, il Napoli - che comunque fino al termine del torneo senza il suo asso non riportò alcuna sconfitta - si posizionò soltanto ottavo.[20] L'addio forzato dell'asso argentino calò, di fatto, il sipario su un'epoca.[21]

Maglie e sponsorModifica

Vengono confermati lo sponsor ufficiale Mars e il fornitore tecnico Ennerre.[22]

Casa
Trasferta
Terza divisa

Organigramma societarioModifica

RosaModifica

CalciomercatoModifica

Acquisti
R. Nome da Modalità
A Andrea Silenzi Reggiana definitivo (7 miliardi ₤)
P Giovanni Galli Milan definitivo (3 miliardi ₤)
Cessioni
R. Nome a Modalità
A Andrea Carnevale Roma definitivo (6,8 miliardi ₤)

RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1990-1991.

Girone di andataModifica

Lecce
9 settembre 1990
1ª giornata
Lecce0 – 0
referto
Napoli (19000 spett.)

Napoli
16 settembre 1990
2ª giornata
Napoli1 – 2
referto
CagliariStadio San Paolo (50280 spett.)

Parma
23 settembre 1990
3ª giornata
Parma1 – 0
referto
Napoli

Napoli
30 settembre 1990
4ª giornata
Napoli2 – 1
referto
PisaStadio San Paolo (49990 spett.)

Genova
7 ottobre 1990
5ª giornata
Genoa1 – 1
referto
Napoli (29850 spett.)

Napoli
21 ottobre 1990
6ª giornata
Napoli1 – 1
referto
MilanStadio San Paolo (75200 spett.)
Arbitro:  Longhi (Roma)

Napoli
28 ottobre 1990
7ª giornata
Napoli1 – 0
referto
FiorentinaStadio San Paolo (62500 spett.)

Bari
11 novembre 1990
8ª giornata
Bari0 – 0
referto
Napoli (39800 spett.)

Napoli
18 novembre 1990, ore 10:00 UTC+1
9ª giornata
Napoli1 – 4
referto
SampdoriaStadio San Paolo (58.760 spett.)
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Milano
25 novembre 1990, ore 15:00 CET
10ª giornata
Inter2 – 1
referto
NapoliStadio Giuseppe Meazza (71234 spett.)
Arbitro:  Beschin (Legnago)

Napoli
2 dicembre 1990, ore 14:30 UTC+1
11ª giornata
Napoli2 – 1
referto
TorinoStadio San Paolo (67.000 spett.)
Arbitro:  Stafoggia (Pesaro)

Bergamo
9 dicembre 1990
12ª giornata
Atalanta0 – 0
referto
Napoli (14500 spett.)

Napoli
16 dicembre 1990
13ª giornata
Napoli2 – 1
referto
LazioStadio San Paolo (59990 spett.)

Cesena
30 dicembre 1990
14ª giornata
Cesena0 – 0
referto
Napoli (18800 spett.)

Torino
6 gennaio 1991, ore 14:30 CET
15ª giornata
Juventus1 – 0
(0 – 0)
referto
NapoliStadio delle Alpi (50600 spett.)
Arbitro:  Baldas (Trieste)

Napoli
13 gennaio 1991
16ª giornata
Napoli1 – 1
referto
RomaStadio San Paolo (70400 spett.)

Bologna
20 gennaio 1991
17ª giornata
Bologna1 – 0
referto
Napoli (20389 spett.)

Girone di ritornoModifica

Napoli
27 gennaio 1991
18ª giornata
Napoli2 – 2
referto
LecceStadio San Paolo (47200 spett.)

Cagliari
3 febbraio 1991
19ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
Napoli (19780 spett.)

Napoli
10 febbraio 1991
20ª giornata
Napoli4 – 2
referto
ParmaStadio San Paolo (48800 spett.)

17 febbraio 1991
21ª giornata
Pisa1 – 1
referto
Napoli (11200 spett.)

Napoli
24 febbraio 1991
22ª giornata
Napoli1 – 0
referto
GenoaStadio San Paolo (50376 spett.)

Milano
3 marzo 1991
23ª giornata
Milan4 – 1
referto
NapoliStadio Giuseppe Meazza (78500 spett.)
Arbitro:  Coppetelli (Tivoli)

Firenze
10 marzo 1991
24ª giornata
Fiorentina0 – 0
referto
Napoli (29100 spett.)

Napoli
17 marzo 1991
25ª giornata
Napoli1 – 0
referto
BariStadio San Paolo (45500 spett.)

Genova
24 marzo 1991
26ª giornata
Sampdoria4 – 1
referto
NapoliStadio Luigi Ferraris (32.400 spett.)
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Napoli
30 marzo 1991, ore 15:00 CEST
27ª giornata
Napoli1 – 1
referto
InterStadio San Paolo (70300 spett.)
Arbitro:  Amendolia (Messina)

Torino
7 aprile 1991, ore 16:00 UTC+2
28ª giornata
Torino1 – 1
referto
NapoliStadio delle Alpi (55.700 spett.)
Arbitro:  Cornieti (Forlì)

Napoli
14 aprile 1991
29ª giornata
Napoli2 – 0
referto
AtalantaStadio San Paolo (42300 spett.)

Roma
21 aprile 1991
30ª giornata
Lazio0 – 2
referto
Napoli (44500 spett.)

Napoli
5 maggio 1991
31ª giornata
Napoli1 – 0
referto
CesenaStadio San Paolo (50398 spett.)

Napoli
12 maggio 1991, ore 16:00 CEST
32ª giornata
Napoli1 – 1
(1 – 0)
referto
JuventusStadio San Paolo (80000 spett.)
Arbitro:  Coppetelli (Tivoli)

Roma
19 maggio 1991
33ª giornata
Roma1 – 1
referto
Napoli (50000 spett.)

Napoli
26 maggio 1991
34ª giornata
Napoli3 – 2
referto
BolognaStadio San Paolo (49500 spett.)

Coppa ItaliaModifica

Data Note Marcatori Spettatori Turno
Napoli Cosenza 3 0 Ferrara, Maradona (r), Careca 39.000 2º turno
Cosenza Napoli 0 2 Crippa, Mauro 18.476 2º turno
Napoli Fiorentina 2 1 Silenzi, Incocciati 45.600 Ottavi
Fiorentina Napoli 0 0 34.400 Ottavi
Napoli Bologna 0 1 50.631 Quarti
Bologna Napoli 1 3 Mauro, Ferrara, Incocciati 25.550 Quarti

SemifinaliModifica

Napoli
12 marzo 1991
Andata
Napoli1 – 0SampdoriaStadio San Paolo (75.800 spett.)

Genova
3 aprile 1991
Ritorno
Sampdoria2 – 0NapoliStadio Luigi Ferraris (34.500 spett.)

Coppa dei CampioniModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa dei Campioni 1990-1991.
Napoli
19 settembre 1990, ore 20:30 CET
Napoli3 – 0
referto
Újpesti DózsaStadio San Paolo (39,327 spett.)
Arbitro:   Goethals

Budapest
3 ottobre 1990, ore 18:30 CET
Újpesti Dózsa0 – 2
referto
NapoliMegyeri úti Stadium
Arbitro:   Bouillet

Napoli
24 ottobre 1990, ore 20:30 CET
Napoli0 – 0
referto
Spartak MoscaStadio San Paolo (50,000 spett.)
Arbitro:   Schmidhuber

Mosca
7 novembre 1990, ore 15:00 CET
Spartak Mosca0 – 0
(d.t.s.)
referto
NapoliStadio Centrale Lenin (86,000 spett.)
Arbitro:   Girard

Supercoppa italianaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa italiana 1990.
Napoli
1º settembre 1990, ore 20:30 CEST
Napoli5 – 1
referto
JuventusStadio San Paolo (62.404 spett.)
Arbitro:  Longhi (Roma)

StatisticheModifica

MarcatoriModifica

Statistiche relative al solo campionato.[23]

  • 9 reti: Careca
  • 7 reti: Incocciati
  • 6 reti: Maradona, Zola
  • 2 reti: Ferrara, Silenzi
  • 1 rete: Alemao, De Napoli, Francini, Renica, Rizzardi

NoteModifica

  1. ^ In carica dal marzo 1991.
  2. ^ a b c d (EN) Andrea Bovone e Lorenzo Calvelli, Statistiche spettatori Serie A 1990-1991, su stadiapostcards.com.
  3. ^ a b c A Padova fischi alla squadra, Silenzi stupisce ancora, in la Repubblica, 9 agosto 1990, p. 22.
  4. ^ Gianni Mura, Sorpresa, la Juve è bruttissima, in la Repubblica, 2 settembre 1990, p. 24.
  5. ^ Bruno Bernardi, Super Napoli, in La Stampa, 2 settembre 1990, p. 33.
  6. ^ Antonio Corbo, Il risveglio del Napoli, in la Repubblica, 20 settembre 1990, p. 25.
  7. ^ Bruno Bernardi, Maradona fa due miracoli e il Napoli vola, in La Stampa, 20 settembre 1990, p. 33.
  8. ^ Antonio Corbo, Napoli fantasia, in la Repubblica, 4 ottobre 1990, p. 36.
  9. ^ Antonio Corbo, Niente gol, molti fischi, in la Repubblica, 25 ottobre 1990, p. 36.
  10. ^ Paolo Paoletti, Napoli, un anno buttato via, in la Repubblica, 8 novembre 1990, p. 37.
  11. ^ Gianni Brera, Eupalla dice Samp, in la Repubblica, 20 novembre 1990, p. 37.
  12. ^ Gianni Brera, Milan, l'inverno è tuo, in la Repubblica, 20 gennaio 1991, p. 37.
  13. ^ Paolo Paoletti, Ultimi gol prima dell'addio, in la Repubblica, 12 febbraio 1991, p. 41.
  14. ^ Paolo Paoletti, FantaNapoli: Moggi vuol fuore il presidente, Falcao il dt, in la Repubblica, 14 marzo 1991, p. 37.
  15. ^ Moggi al Torino: con Ferlaino è rottura, in la Repubblica, 15 marzo 1991, p. 38.
  16. ^ Il "factotum" contro Maradona, in la Repubblica, 26 marzo 1991, p. 23.
  17. ^ Giovanni Marino, Adesso Maradona accusa "Tradito dal mio manager", in la Repubblica, 27 marzo 1991, p. 23.
  18. ^ Paolo Paoletti, Maradona mai più in campo?, in la Repubblica, 29 marzo 1991, p. 35.
  19. ^ Vittorio Zambardino, Maradona sconfitto dalla coca, in la Repubblica, 31 marzo 1991, p. 31.
  20. ^ Paolo Paoletti, "Mai coca da Diego", in la Repubblica, 14 aprile 1991, p. 43.
  21. ^ Gioco Uefa, Napoli alla disperata, in la Repubblica, 18 maggio 1991, p. 42.
  22. ^ Napoli - A spasso col tempo - I colori del Napoli, riccardocassero.it.
  23. ^ Almanacco illustrato del Calcio 1992, Modena, Panini Editore, 1991.

Collegamenti esterniModifica