Società Sportiva Matelica Calcio 1921

Società calcistica del comune italiano di Matelica (MC)
SS Matelica Calcio 1921
Calcio Football pictogram.svg
Biancorossi, Vallesinesi[1]
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px croce bianca rosso e pali bianco-rossi.png Bianco, rosso
Simboli Torre civica di Matelica
Dati societari
Città Matelica
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie C
Fondazione 1921
Presidente Italia Mauro Canil
Allenatore Italia Gianluca Colavitto
Stadio Helvia Recina (Macerata)[2]
(4 315 posti)
Sito web www.ssmatelicacalcio.com
Palmarès
Coppa Italia serie D
Trofei nazionali 1 Coppe Italia Serie D
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

La Società Sportiva Matelica Calcio 1921[3], meglio nota come Matelica, è una società calcistica italiana con sede nel comune di Matelica, in provincia di Macerata.

Fondata nel 1921, è il maggior club del territorio marchigiano della Vallesina. Ha trascorso gran parte della propria storia nei campionati dilettantistici a carattere regionale e provinciale; esordiente in Serie D nel 2013, vi ha quindi giocato stabilmente fino all'annata 2019-2020, allorché ha vinto il proprio girone e ottenuto per la prima volta la promozione in Serie C.

Nella stagione 2020-2021 milita pertanto nella terza divisione del campionato italiano di calcio.

StoriaModifica

Il primo decennio di esistenza della Società Sportiva Matelica, tra il 1921 e il 1930, è all'insegna di incerte attività in ambito locale; la prima stagione agonistica di cui si abbia notizia è il 1930-1931, ove la squadra biancorossa partecipa vittoriosamente al campionato marchigiano dell'ULIC, per poi essere eliminata nel girone di qualificazione alle finali nazionali contro Civitavecchiese, Zona Franca Napoli e Zara[4].

Negli anni 1930, sotto la presidenza di Riccardo Acqualagna (in carica fino al 1944), l'S.S. Matelica si integra nel sistema calcistico nazionale, sotto l'egida della FIGC: nella stagione 1937-1938 vince i gironi marchigiani di Seconda Divisione (quinta serie nazionale), mancando però la promozione al livello superiore. Coeva è altresì la vittoria nel torneo Coppa Andreanelli[4].

Con l'uscita di scena di Acqualagna e l'inasprirsi della seconda guerra mondiale, nel 1945 il club entra in quiescenza, rimanendovi fino al 1947. Ripartita dalla Prima Divisione 1947-1948 sotto la presidenza di Achille Roversi, la società si ri-ferma nel 1949 e riparte nel 1951; segue circa un ventennio di altalena nelle divisioni dilettantistiche regionali, impreziosito dall'assegnazione della Coppa Disciplina nelle stagioni 1960-1961 e 1963-1964[4].

Gli anni 1970 vedono una prima fase di ascesa per il Matelica, che vince il girone A di Prima Categoria 1970-1971 e si piazza secondo nella "coppetta" di divisione tra squadre marchigiane. L'anno successivo i biancorossi sono però terzultimi nel girone marchigiano di Promozione e retrocedono; segue una pronta risalita e quindi una stabilizzazione nella categoria, che viene mantenuta fino al campionato 1977-1978, anno in cui il Matelica si piazza ultimo nel proprio girone ed è relegato[4].

La fase di crisi porta i biancorossi a declassare fino alla Seconda Categoria, per poi riprendersi e riottenere la Prima Categoria nel 1983-1984. Una nuova retrocessione in Seconda Categoria sopraggiunge nel 1988, seguita dalla risalita nel 1990 e quindi dal ritorno in Promozione nel 1991. Nel 1993 il Matelica è nuovamente relegato in Prima Categoria e nel 1995 ancora in Seconda Categoria, risalendo però immediatamente nella lega superiore. Nel 1999 i biancorossi rientrano in Promozione e quindi nel 2004-2005 disputano una prima stagione, non fortunata, in Eccellenza, per poi andare nuovamente in fase calante e ridiscendere, nel triennio 2008-2010, in Prima Categoria. In questo frangente la società inizia altresì ad accumulare una preoccupante massa debitoria, tale da mettere a rischio il prosieguo dell'attività[4][5].

A risolvere la situazione interviene l'imprenditore e politico locale Mauro Canil, che rileva la società da Silvano Passero, la risana e le dà la solidità economico-organizzativa necessaria a una stabile crescita[5]: i biancorossi sotto la sua presidenza inanellano promozioni e, nel 2012-2013, arrivano per la prima volta alla Serie D[4][5].

Il club biancorosso riesce a stabilizzarsi nel massimo campionato dilettantistico e, progressivamente, a proporsi quale squadra di vertice, potendo inoltre esordire in Coppa Italia; infine, nella stagione 2019-2020, dopo un prolungato scontro al vertice dapprima con Notaresco e Recanatese, quindi col Campobasso, il Matelica vince il girone F (che, analogamente a tutti i campionati dilettantistici, viene chiuso anticipatamente per via della pandemia di COVID-19) e ottiene la prima promozione in Serie C della sua storia[4][5].

CronistoriaModifica

Cronistoria della Società Sportiva Matelica Calcio 1921
  • 1921 - Fondazione della Società Sportiva Matelica.
  • 1921-1930 - Attività estemporanea a livello locale; affiliazione all'ULIC e quindi alla FIGC.

  • 1930-1931 - 1º nel girone marchigiano di Prima Categoria ULIC. Eliminato nel III gruppo delle semifinali interregionali.
  • 1931-1937 - Attività incerta.
  • 1937-1938 - 1º nel girone C marchigiano di Seconda Divisione. Vince le finali regionali. Promosso in Prima Divisione.
  • 1938-1939 - 5º nel girone unico marchigiano di Prima Divisione.

  • 1939-1944 - Attività incerta.
  • 1944-1945 - Club inattivo per cause belliche.
  • 1945-1946 - ? nel girone C marchigiano di Prima Divisione.
  • 1946-1947 - 3º nel girone B marchigiano di Prima Divisione. 3º nel girone A delle semifinali regionali per la promozione.
  • 1947-1948 - ? nel girone B marchigiano di Prima Divisione.
  • 1948-1950 - Club inattivo.

  • 1950-1951 - ? nel girone B marchigiano di Prima Divisione.
  • 1951-1952 - 12º nel girone unico marchigiano di Prima Divisione. Ammessa in Promozione.
  • 1952-1953 - 13º nel girone unico marchigiano di Promozione dopo aver perso lo spareggio. Retrocesso in Prima Divisione.
  • 1953-1954 - ? in Prima Divisione Marche.
  • 1954-1959 - Attività incerta.
  • 1959-1960 - ? nel girone A marchigiano di Prima Categoria.

  • 1960-1961 - ? nel girone A marchigiano di Prima Categoria.
  • 1961-1962 - ? nel girone A marchigiano di Prima Categoria.
  • 1962-1963 - ? nel girone B marchigiano di Prima Categoria.
  • 1963-1964 - ? nel girone A marchigiano di Prima Categoria.
  • 1964-1965 - 5º nel girone A marchigiano di Prima Categoria.
  • 1965-1966 - 10º nel girone A marchigiano di Prima Categoria.
  • 1966-1967 - 14º nel girone A marchigiano di Prima Categoria.
  • 1967-1968 - 14º nel girone A marchigiano di Prima Categoria. Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 1968-1969 - in Seconda Categoria.
  • 1969-1970 - in Prima Categoria.

  • 1970-1971 - 1º nel girone A marchigiano di Prima Categoria. Promosso in Promozione.
  • 1971-1972 - 14º nel girone unico marchigiano di Promozione. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1972-1973 - 1º nel girone A marchigiano di Prima Categoria. Promosso in Promozione.
  • 1973-1974 - 9º nel girone unico marchigiano di Promozione.
  • 1974-1975 - 13º nel girone unico marchigiano di Promozione.
  • 1975-1976 - 12º nel girone unico marchigiano di Promozione.
  • 1976-1977 - 8º nel girone unico marchigiano di Promozione.
  • 1977-1978 - 16º nel girone unico marchigiano di Promozione. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1978-1982 - tra Prima e Seconda Categoria.

  • 1982-1983 - 14º nel girone C marchigiano di Prima Categoria. Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 1983-1984 - 2º nel girone E marchigiano di Seconda Categoria. Promosso in Prima Categoria.
  • 1984-1985 - 13º nel girone C marchigiano di Prima Categoria.
  • 1985-1986 - 13º nel girone C marchigiano di Prima Categoria.
  • 1986-1987 - 13º nel girone C marchigiano di Prima Categoria.
  • 1987-1988 - 14º nel girone C marchigiano di Prima Categoria. Retrocesso in Seconda Categoria
  • 1988-1989 - 2º nel girone E marchigiano di Seconda Categoria. Promosso in Prima Categoria.
  • 1989-1990 - 7º nel girone C marchigiano di Prima Categoria.

  • 1990-1991 - 1º nel girone C marchigiano di Prima Categoria. Promosso in Promozione.
  • 1991-1992 - 9º nel girone B marchigiano di Promozione.
  • 1992-1993 - 16º nel girone B marchigiano di Promozione. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1993-1994 - 11º nel girone C marchigiano di Prima Categoria.
  • 1994-1995 - 16º nel girone C marchigiano di Prima Categoria. Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 1995-1996 - 1º nel girone D marchigiano di Seconda Categoria. Promosso in Prima Categoria.
  • 1996-1997 - 13º nel girone C marchigiano di Prima Categoria.
  • 1997-1998 - 9º nel girone C marchigiano di Prima Categoria.
  • 1998-1999 - 1º nel girone C marchigiano di Prima Categoria. Promosso in Promozione.
  • 1999-2000 - 2º nel girone B marchigiano di Promozione.

  • 2000-2001 - 5º nel girone B marchigiano di Promozione.
  • 2001-2002 - 8º nel girone B marchigiano di Promozione.
  • 2002-2003 - 2º nel girone B marchigiano di Promozione. Perde i play-off.
  • 2003-2004 - 2º nel girone B marchigiano di Promozione. Vince i play-off. Promosso in Eccellenza.
  • 2004-2005 - 15º nel girone unico marchigiano di Eccellenza. Perde i play-out. Retrocesso in Promozione.
  • 2005-2006 - 8º nel girone B marchigiano di Promozione.
  • 2006 - In ossequio alla nuove normative sulle società sportive non professionistiche, la società cambia denominazione in Società Sportiva Matelica Calcio Associazione Sportiva Dilettantistica.
  • 2006-2007 - 15º nel girone B marchigiano di Promozione. Vince i play-out.
  • 2007-2008 - 16º nel girone B marchigiano di Promozione. Perde i play-out. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 2008-2009 - 2º nel girone C marchigiano di Prima Categoria. Perde i play-off.
  • 2009-2010 - 4º nel girone C marchigiano di Prima Categoria. Perde i play-off.


  • 2020 - La società cambia denominazione in Società Sportiva Matelica Calcio 1921 s.r.l.
  • 2020-2021 - nel girone B della Serie C.

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

I colori sociali del Matelica sono il bianco e il rosso, mutuati dallo stemma araldico del comune d'appartenenza (di rosso alla croce d'argento). La maglia interna presenta in genere quale tinta dominante il rosso, oppure una soluzione palata in bi-cromia. La maglia esterna è invece in genere bianca con finiture rosse. Per la terza maglia (laddove impiegata) si segnala l'uso di completi neri, azzurri, verdi o finanche viola[4].

Simboli ufficialiModifica

StemmaModifica

Il Matelica si riconosce storicamente nel sopracitato stemma comunale quale elemento rappresentativo: esso è stato a più riprese ricamato sulla maglia, senza particolari orpelli. Tra gli altri esempi simbologici, nel 1941 sul petto delle divise vallesinesi appariva la lettera M maiuscola, mentre nel terzo millennio in molti casi è stato apposto il solo lettering con la ragione sociale[4].

Dalla stagione 2016-2017 il club si è comunque dotato di uno stemma proprio: uno scudo sannitico partito a sinistra di una croce bianca in campo rosso, a destra di una palatura bianco-rossa; nella cuspide inferiore è inserito il disegno della torre civica del palazzo del Governo (uno degli edifici-simbolo di Matelica) e l'anno di fondazione, mentre nella fascia rossa in capo compare la ragione sociale a lettere stampatelle bianche[6].

StruttureModifica

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Helvia Recina.

Sede delle gare interne della prima squadra è stato storicamente lo stadio Giovanni Paolo II di Matelica, facente parte del centro polisportivo comunale ubicato in località Boschetto, all'estremità sud-occidentale dell'abitato[7]. L'impianto dispone di un terreno di gioco in erba sintetica posato nel 2016[8], circondato da una pista asfaltata per il pattinaggio di velocità in linea (fino al 2019 adibita all'atletica leggera)[9], e di due tribune per il pubblico: una principale coperta (in muratura) sul lato ovest e una minore scoperta (in prefabbricato metallico) sul lato est.

Stante la sua inadeguatezza strutturale ai canoni della Serie C[10] e non essendovi la marginalità per eseguire una ristrutturazione[11], nella stagione 2020-2021 il Matelica opta per il trasferimento della sede delle sue gare interne al più capiente stadio Helvia Recina di Macerata[12].

Centro di allenamentoModifica

Le selezioni societarie svolgono la preparazione presso il già citato centro sportivo del Boschetto, che dispone altresì di un ulteriore campo da calcio (costruito su iniziativa del club e dei relativi sponsor[5]), di campi da tennis e bocciodromi indoor e outdoor, nonché alla palestra Mancinelli nel centro comunale[13].

SocietàModifica

Dal 2020 il club è una società a responsabilità limitata[3].

Organigramma societarioModifica

Direttivo in carica per la stagione 2019-2020[14]:

Staff dell'area amministrativa
  •   Mauro Canil - presidente
  •   Roberta Nocelli - direttore generale e membro CDA
  •   Francesco Micciola - direttore sportivo
  •   Alberto Virgili - responsabile giovanili
  •   Omar Ippoliti - direttore tecnico giovanili
  •   Renzo Falzetti - segretario e membro CDA
  •   Fabrizio Aureli - membro CDA
  •   Dario Pecchia - membro CDA
  •   Marco Stopponi - membro CDA
  •   Pacifico Paolucci - membro CDA
  •   Massimo Boarelli - membro CDA
  •   Giuseppe Campioni - dirigente accompagnatore
  •   Enrico Marzioli - dirigente accompagnatore
  •   Pietro Bartoccetti - dirigente accompagnatore
  •   Marta Bitti - addetta comunicazione
  •   Stefano Serangeli - scouting

Modifica

Di seguito la cronologia dei fornitori tecnici e degli sponsor ufficiali del Matelica.

Cronologia degli sponsor tecnici
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • anni 1980 MAN[4]
  • anni 1980-1990 ...
  • anni 1990 Tecnoplast[4]
  • anni 1990-2010 ...
  • 2010-2020 Fidea[5]
  • 2020- Fidea, Halley, Vimak, Master Group

Settore giovanileModifica

Il settore giovanile del Matelica ha sede a sua volta presso il centro sportivo Giovanni Paolo II e consta di sei sezioni: Berretti, Allievi, Giovanissimi, Esordienti, Pulcini e Piccoli Amici. Dal 2020 esso è integrato dalla Futbol3, società puramente di vivaio con sede nel comune di Muccia[16].

Nelle giovanili biancorosse si è formato, tra gli altri, il centravanti italo-albanese Giacomo Vrioni[5].

Settore femminileModifica

Negli anni 1970 il Matelica gestì brevemente una selezione di calcio femminile, operante sotto la denominazione Venus Matelica[4].

Allenatori e presidentiModifica

Di seguito la cronologia di allenatori e presidenti del Matelica.

Allenatori
  • fino al 1971   ...
  • 1971-1972   Guglielmo Mecozzi[4]
  • 1972-2000   ...
  • 2000-2001   Marco Mattiacci
      Francesco Perulli
  • 2001-2002   Luca Ballini
      Sandro Sabbatini
  • 2002-2004   Francesco Moriconi
  • 2004-2005   Francesco Moriconi
      Massimo Carsetti
  • 2005-2007   Giuseppe Santoni
  • 2007-2008   Luca Fermanelli
      Francesco Moriconi
  • 2008-2009   Fernando Salvetti
  • 2009-2011   Francesco Palombi
  • 2011-2012   Francesco Palombi
      Nicola Spuri Forotti
  • 2012-2013   Nicola Spuri Forotti
      Fabio Carucci
  • 2013-2014   Fabio Carucci
  • 2014-2015   Franco Gianangeli
      Roberto Bartoccetti
  • 2015-2016   Aldo Clementi
  • 2016-2017   Aldo Clementi
      Antonio Mecomonaco
      Aldo Clementi
  • 2017-2019   Luca Tiozzo
  • 2019-2020   Pier Francesco Battistini
      Gianluca Colavitto
  • 2020-   Gianluca Colavitto
Presidenti[4]
  • ?-1944   Riccardo Acqualagna
  • 1944-1945 carica vacante
  • 1945-1946 nessuno (club inattivo)
  • 1947-1948   Achille Roversi
  • 1948-1950 nessuno (club inattivo)
  • 1950-1952   Isidoro Belluco
  • 1952-1953   Mellito Papi
  • 1953-1960   Boldrini Galliano
  • 1960-1961   Giuseppe Ottalina
  • 1961-1963   Emilio Acqualagna
  • 1963-1970   Giuseppe Baldini
  • 1970-1972   Emilio Acqualagna
  • 1972-1973   Giuseppe Baldini
  • 1973-1976   Emilio Acqualagna
  • 1976-1980   Renato Brancaleoni
  • 1980-1981   Giuseppe Vico
  • 1981-1982   Pietro Mataloni
  • 1982-1988   Oreste Cesari
  • 1988-1990   Gino Marcella
  • 1990-1995   Pietro Lucernoni
  • 1995-1997   Ezio Scalamonti
  • 1997-2010   Silvano Passero
  • 2010-   Mauro Canil

CalciatoriModifica

CapitaniModifica

  •   ... (fino al 1998)
  •   Michele Palazzi (1998-2004)[17]
  •   ... (2004-2018)
  •   Manuel Angelilli (2018-2019)[18]
  •   Simone De Santis (2019-)[19]

PalmarèsModifica

I principali successi del Matelica[20]:

Competizioni nazionaliModifica

2018-2019

Competizioni interregionaliModifica

2019-2020 (girone F)

Competizioni regionaliModifica

2012-2013
  • Promozione Marche: 1
2011-2012 (girone A)
  • Prima Categoria Marche: 4
1970-1971, 1972-1973, 1989-1990, 2010-2011
  • Seconda Categoria Marche: 1
1983-1984
  • Coppa Italia Promozione Marche: 1
2011-2012

Altri piazzamentiModifica

Finalista: 2012-2013

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionati nazionali e interregionaliModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C 1 2020-2021 1
Serie D 6 2014-2015 2019-2020 8
2 2012-2013 2013-2014

Partecipazione ai campionati regionali e provincialiModifica

Partecipazione alle coppeModifica

Coppa Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia 4 2014-2015 2019-2020 4
Poule Scudetto Serie D 0 avente diritto all'edizione 2019-2020, poi non disputata 0
Coppa Italia Serie D 8 2012-2013 2019-2020 8
  • Nota: non vengono computate le partecipazioni alle coppe regionali.

TifoseriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Derby calcistici nelle Marche.

La storia del club (attivo per oltre 90 anni nelle sole divisioni dilettantistiche marchigiane) e la sua origine (da un comune popolato da meno di 10000 abitanti) fanno sì che il Matelica abbia un seguito di tifosi ridotto ed estremamente geolocalizzato.

La tifoseria biancorossa intrattiene amicizia con i supporter della Civitanovese[21]; le fonti attribuiscono la qualifica di derby alle partite contro Tolentino, Jesina e Recanatese.

OrganicoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Società Sportiva Matelica Calcio 1921 2020-2021.

Rosa 2020-2021Modifica

Aggiornata al 2 febbraio 2021.

N. Ruolo Giocatore
1   P Matteo Cardinali
2   D Matteo Fracassini
3   D Alessandro Di Renzo
4   D Simone De Santis (capitano)
5   C Lorenzo Bordo
6   C Filippo Barbarossa
7   A Emilio Volpicelli
8   C Federico Pizzutelli
9   D Valerio Zigrossi
10   A Vito Leonetti
11   C Davide Balestrero
12   P Riccardo Minerva
13   C Samuele Santamarianova
14   D Niccolò Tofanari
16   D Edoardo Baraboglia
N. Ruolo Giocatore
17   A Federico Moretti
18   D Kevin Magri
19   C Riccardo Calcagni
20   D Diego Tordini
21   A Alessandro Peroni
22   P Alessio Martorel
23   A Filippo Franchi
25   P Matteo Monti
26   C Edoardo Ruani
27   D Emanuele Maurizii
28   P Leonardo Vitali
29   A Thomas Alberti
30   C Maodo Malick Mbaye
  D Davide Seminara

Staff tecnicoModifica

In carica al 4 luglio 2020[22]:

Staff dell'area tecnica
  •   Gianluca Colavitto - allenatore
  •   Fabrizio Nizi - preparatore dei portieri
  •   Alberto Virgili - preparatore atletico

NoteModifica

  1. ^ Monza-Matelica 1-0. I biancorossi avanzano in Tim Cup. Domenica trasferta a Padova - mbnews.it, 30 lug 2018
  2. ^ Stante l'inadeguatezza strutturale dello stadio Giovanni Paolo II di Matelica alla Serie C.
  3. ^ a b È nata la S.S. Matelica Calcio 1921 srl, grande emozione per il Patron Mauro Canil - ssmatelicacalcio.com, 1° ago 2020
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n Storia - ssmatelicacalcio.com
  5. ^ a b c d e f g Serie C, Matelica: quello che c'è da sapere della più piccola delle promosse - affaritaliani.it, 12 giu 2020
  6. ^ Presentata la campagna abbonamenti e il restyling dello stemma - ssmatelicacalcio.com, 27 lug 2016
  7. ^ Impianti sportivi - comune.matelica.mc.it
  8. ^ Restyling allo stadio di Matelica: arriva il sintetico - cronachemaceratesi.it, 11 mag 2016
  9. ^ Pista d'atletica asfaltata, la rotellistica difende i lavori - cronachemaceratesi.it, 10 set 2019
  10. ^ Matelica, 800 mila euro per rendere a norma lo stadio per la C - youtvrs.it, 13 giu 2020
  11. ^ Matelica Calcio a Macerata, Canil: "Non si poteva giocare qui" - cronachemaceratesi.it, 31 lug 2020
  12. ^ Matelica, risolto il problema stadio: gare casalinghe all'Helvia Recina - tuttoc.com, 27 lug 2020
  13. ^ Allenamento in palestra per la prima squadra. Società serena per il ricorso della Jesina - ssmatelicacalcio.com, 18 gen 2017
  14. ^ Organigramma - ssmatelicacalcio.com
  15. ^ Il Matelica stringe un patto di ferro con la Macron - ssmatelicacalcio.com, 7 lug 2016
  16. ^ Matelica e Futbol3: accordo di collaborazione - ssmatelicacalcio.com, 8 ago 2020
  17. ^ Michele Palazzi, l'ultimo capitano di Matelica - tribunastadio.it, 6 set 2019
  18. ^ Quinto colpo Monterosi: arriva l’ex capitano Matelica Manuel Angelilli - zonacalciofaidate.it, 8 lug 2019
  19. ^ Taranto: Mercato, sondaggio per un difensore del Matelica - blunote.it, 21 lug 2020
  20. ^ Dati parziali per lacune nelle fonti.
  21. ^ I tifosi del Matelica: "La nostra provincia è CM" - cronachemaceratesi.it, 12 gen 2015
  22. ^ Il Matelica riparte dallo staff tecnico - ssmatelicacalcio.com, 4 lug 2020

Collegamenti esterniModifica