Sofia Kenin

tennista statunitense
Sofia Kenin
Kenin RG19 (7) (48199245357).jpg
Sofia Kenin nel 2019
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 170 cm
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 205 - 116 (63,42%)
Titoli vinti 5 WTA, 4 ITF
Miglior ranking 4ª (9 marzo 2020)
Ranking attuale 4ª (10 agosto 2020)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open V (2020)
Francia Roland Garros 4T (2019)
Regno Unito Wimbledon 2T (2018, 2019)
Stati Uniti US Open 3T (2017, 2018, 2019)
Altri tornei
WTA logo 2010.svg Tour Finals RR (2019)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 42 - 39 (51,85%)
Titoli vinti 2 WTA, 2 ITF
Miglior ranking 32ª (2 marzo 2020)
Ranking attuale 32ª (10 agosto 2020)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2020)
Francia Roland Garros 2T (2019)
Regno Unito Wimbledon 2T (2018)
Stati Uniti US Open 1T (2018, 2019)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 10 agosto 2020

Sofia Anna Kenin (Mosca, 14 novembre 1998) è una tennista statunitense.

In carriera si è aggiudicata cinque titoli WTA in singolare, tra cui una prova del Grande Slam: l'Australian Open 2020. In seguito a questo successo, ha raggiunto la posizione numero quattro della classifica mondiale, suo best ranking, nel mese di marzo 2020. In doppio vanta la vittoria di due titoli WTA e la trentaquattresima posizione ottenuta a febbraio 2020.

BiografiaModifica

Nata in Russia, risiede negli Stati Uniti sin da quando era piccolissima. Attualmente vive in Florida. Il suo idolo è Serena Williams, ma considera anche Marija Šarapova come tale.

CarrieraModifica

JunioresModifica

A livello giovanile ha ottenuto buoni risultati, in particolare sui campi degli US Open ha raggiunto la finale nel 2015 e la semifinale l'anno successivo. Grazie a questi risultati ha raggiunto la seconda posizione in classifica ITF.[1]

ProfessionistaModifica

 
Sofia Kenin nel 2015

Ottiene nel 2015 e per i due anni successivi l'accesso al torneo principale degli US Open grazie a delle wild-card.

2017-2018Modifica

Nei tornei di Indian Wells non riesce a superare le qualificazioni, mentre a Charleston si. Tuttavia, viene sconfitta nel primo turno da Bethanie Mattek-Sands per 4-6 4-6. Nel Roland Garros, Maiorca, Wimbledon, Cincinnati e Connecticut esce nei turni delle qualificazioni. Agli US Open usufruisce di una wildcard e si impone su Lauren Davis per 7-5 7-5 e su Sachia Vickery per 6-3 4-6 7-6, prima di venire sconfitta dalla pluricampionessa Slam Marija Šarapova per 5-7 2-6. Nel torneo del Quebec estromette in rimonta Tereza Martincová (5-7 6-4 6-3), per poi cedere a Lucie Šafářová in due sets

Inizia il 2018 partecipando al torneo di Auckland, dove estromette Jana Fett per 6-4 6-4 e la connazionale Varvara Lepchenko per 6-4 7-6, per poi venire sconfitta in rimonta dalla numero due del mondo, Caroline Wozniacki, con il punteggio di 6-4 2-6 4-6. Agli Australian Open viene sconfitta all'esordio da Julia Görges per 4-6 4-6. Nel Challenger di Newport Beach viene sconfitta all'esordio da Jang Su-jeong per 6-7 3-6, mentre nel Challenger di Indian Wells supera agevolmente la connazionale Sachia Vickery, prima di cedere a Yanina Wickmayer. Agli Indian Wells supera le qualificazioni e sconfigge Claire Liu, lasciandole solamente due games, per poi cedere a Zhang Shuai. Invece, a Miami estromette Stefanie Vögele per 6-4 6-4 e Dar'ja Kasatkina per 3-6 6-2 6-2, prima di venire fermata in rimonta da Petra Kvitová per 6-3 2-6 4-6. A Charleston viene estromessa all'esordio da Ashleigh Barty.

A Madrid e a Roma non supera le qualificazioni, mentre a Strasburgo viene sconfitta nel primo turno da Samantha Stosur per 3-6 2-6. Al Roland Garros viene eliminata subito da Naomi Ōsaka per 2-6 5-7. Superate le qualificazioni a Maiorca, raggiunge la semifinale imponendosi su Kateryna Kozlova per 6-3 3-6 6-3, su Alison Van Uytvanck per 2-6 6-4 6-4 e su Caroline Garcia per 6-3 6-3. Tuttavia, viene fermata da Tatjana Maria, che si impone per 6-2 2-6 6-4.

A Wimbledon supera il primo turno (Maria Sakkarī, 6-4 1-6 6-1), ma viene liquidata poi da Vitalija D'jačenko per 4-6 1-6.

A Stanford elimina Verónica Cepede Royg per 6-4 6-4, prima di cedere a Johanna Konta per 1-6 4-6. Non supera le qualificazioni a Montreal, Cincinnati e in Connecticut. All'US Open raggiunge il terzo turno eliminando in tre sets Madison Brengle e Maria Sakkarī, per poi venire estromessa da Karolína Plíšková per 4-6 6-7. Raggiunge la semifinale in Quebec dove sconfigge Mona Barthel per 6-3 6-4, Françoise Abanda per 6-4 6-4 e Mónica Puig per 6-3 6-1, per poi venire rimontata dalla connazionale Jessica Pegula per 6-4 2-6 4-6.

Supera le qualificazioni a Wuhan e si impone su Hsieh Su-wei per 6-1 6-1 e su Julia Görges per 6-3 2-6 6-4. Successivamente, viene sconfitta dalla futura campionessa, Aryna Sabalenka (3-6 3-6). A Pechino non supera le qualificazioni, mentre a Tianjin viene sconfitta nuovamente dalla Sabalenka per 6-7 6-4 0-6.

2019: primi titoli WTA, ottavi di finale al Roland Garros e Top 20Modifica

Si presenta ad Auckland dove estromette Petra Martić per 7-5 2-6 6-2, per poi cedere a Viktória Kužmová per 5-7 7-5 3-6. Nonostante ciò, in coppia con Eugenie Bouchard si aggiudica il torneo superando nell'atto finale la coppia Paige Mary Hourigan/Taylor Townsend per 1-6 6-1 [10-7]. Si tratta del primo torneo WTA in carriera per l'americana. A Hobart, invece, si aggiudica il titolo in singolare dove ha la meglio su Caroline Garcia per 6-3 6-2, Ons Jabeur per 7-6 6-3, Kirsten Flipkens per 7-5 7-5, Alizé Cornet per 6-2 6-4 e, in finale, su Anna Karolína Schmiedlová per 6-3 6-0.[2] Agli Australian Open si impone su Veronika Kudermetova per 6-3 3-6 7-5, prima di cedere alla finalista dell'anno precedente e numero uno al mondo, Simona Halep, per 3-6 7-6 4-6. A Dubai elimina Mihaela Buzărnescu e Dar'ja Kasatkina, per poi venire rimontata da Viktória Kužmová. Raggiunge un'altra finale WTA ad Acapulco dove viene sconfitta in rimonta da Wang Yafan per 6-2 3-6 5-7. Nel corso del torneo estromette: Rebecca Peterson (per ritiro), Katie Boulter per 6-4 4-1 a causa del ritiro, Viktoryja Azaranka per 6-4 4-6 7-5 e Bianca Andreescu per 6-4 3-6 7-5. Agli Indian Wells si rifà sulla Wang, ma viene poi sconfitta da Elina Svitolina in tre sets. A Miami, invece, viene sconfitta all'esordio dalla Andreescu. Nel torneo di Charleston elimina Sabine Lisicki per 7-5 6-4, ma viene sconfitta da Mónica Puig per 4-6 4-6.

A Madrid cede a Petra Kvitová all'esordio, mentre a Roma a Karolína Plíšková nel terzo turno (sconfigge Jasmine Paolini e Madison Keys). A Strasburgo viene sconfitta nel primo turno da Chloé Paquet. Raggiunge gli ottavi di finale al Roland Garros superando Giulia Gatto-Monticone per 6-3 5-7 6-2, usufruisce del ritiro di Bianca Andreescu ed elimina il suo idolo Serena Williams, attuale Top 10 e ventitre volte campionessa Slam, per 6-2 7-5.[3] Grazie a questo risultato, entro di diritto tra le prime trenta giocatrici del ranking, precisamente al 28º posto. Successivamente, viene sconfitta dalla futura campionessa, Ashleigh Barty, per 3-6 6-3 0-6. Si aggiudica il secondo titolo WTA in carriera a Maiorca, battendo in finale, con una strepitosa rimonta e salvando anche dei match points, Belinda Bencic (62-7 7-65 6-4).[4] Nella corsa al titolo si impone in ordine su: Kirsten Flipkens per 6-2 6-3, Ons Jabeur per 6-2 2-0 (causa ritiro della tunisina), Elise Mertens per 1-6 6-1 6-3 ed Anastasija Sevastova per 6-4 4-6 6-2.

Inizia la stagione sull'erba ad Eastbourne, dove viene sconfitta all'esordio dall'ex Top 10 Samantha Stosur (2-6 3-6). A Wimbledon, invece, supera agevolmente Astra Sharma per 6-4 6-2, prima di cedere alla millennial Dajana Jastrems'ka, che ha la meglio con il punteggio di 7-5 4-6 6-3. Si presenta al torneo di Washington in preparazione agli US Open. Qui non va oltre al secondo turno, in quanto, dopo aver estromesso Jennifer Brady per 6-2 6-4, viene fermata da Lauren Davis in rimonta. Disputa il Premier 5 di Toronto spingendosi fino alla semifinale, in seguito alle vittorie su: Hsieh Su-wei per 6-4 6-3; Ashleigh Barty, numero uno del ranking, per 65-7 6-3 6-4[5]; Dajana Jastrems'ka con un doppio 6-2 e su Elina Svitolina, settima potenza della classifica, per 7-62 6-4. Aggiunge alla bacheca del 2019 un'altra semifinale, stavolta nel torneo di Cincinnati. Raggiunge tale traguardo imponendosi su Julia Görges per 6-4 7-66 e su Zarina Dijas per 6-4 6-1, per poi vendirsa della Svitolina per 6-3 7-63 ed usufruire del ritiro della seconda giocatrice al mondo, Naomi Ōsaka, sul punteggio di 6-4 1-6 2-0 in favore all'americana. Nonostante ciò, viene fermata dalla connazionale e futura campionessa Madison Keys, che si sbarazza della Kenin in due parziali. Successivamente, agli US Open elimina Coco Vandeweghe e Laura Siegemund, per poi perdere nuovamente contro la Keys.

Inizia lo swing asiatico disputando i quarti di finale a Zhengzhou, sbarazzandosi delle francesi Chloé Paquet e Alizé Cornet, per poi venire eliminata in tre sets dalla futura campionessa, Karolína Plíšková. Si aggiudica il terzo titoli della stagione, nonché in carriera, a Guangzhou. Nella corsa al titolo elimina senza difficoltà Siegemund, Katarina Zavac'ka e Jasmine Paolini, prima di perdere un set contro Anna Blinkova. In finale rimonta la campionessa Slam e wildcard Samantha Stosur con il punteggio di 64-7 6-4 6-2.[6] In seguito a questa vittoria, sale alla 17ª posizione della classifica. Nel torneo di Wuhan estromette Anastasija Pavljučenkova per 6-2 7-65 ed Elise Mertens per 4-6 6-4 7-65; in seguito, viene eliminata a sua volta dalla numero uno del ranking, Ashleigh Barty, che la spunta per 6-3 7-5. Non fa meglio a Pechino dove riesce ad avere la meglio su Garbiñe Muguruza e su Pavljučenkova, prima di fallire la rimonta contro la Svitolina (3-6 7-68 3-6).[7]

2020: prima vittoria Slam a Melbourne e top 5Modifica

 
Sofia Kenin contrapposta ad Ann Li nel secondo turno dell'Australian Open 2020

Inaugura la stagione 2020 cogliendo due primi turni a Brisbane e Adelaide, sconfitta rispettivamente da Naomi Ōsaka e Danielle Collins. Approda dunque all'Australian Open, dove viene accreditata della 14ª testa di serie. Dopo aver superato facilmente l'italiana Martina Trevisan e la statunitense Ann Li, fatica a superare Zhang Shuai ed estromette Coco Gauff, reduce della vittoria contro la campionessa in carica Naomi Ōsaka. Arriva quindi ai quarti di finale, dove sconfigge Ons Jabeur e poi in semifinale la numero uno al mondo nonché padrona di casa Ashleigh Barty. La Kenin giunge dunque per la prima volta in carriera in una finale Slam, dove si scontra contro la spagnola Garbiñe Muguruza, battendola in rimonta per 4-6 6-2 6-2 ed aggiudicandosi il primo Slam in carriera. A seguito di questa accede per la prima volta tra le prime dieci tenniste del mondo, collocandosi più precisamente alla posizione numero sette della classifica WTA.

In seguito a tale trionfo partecipa al torneo di Dubai come quinta testa di serie, ma viene estromessa al primo turno da Elena Rybakina.[8] La stessa situazione si ripete anche a Doha, dove viene sconfitta all'esordio da Dajana Jastrems'ka.[9] Ciononostante, il 27 febbraio riesce ad entrare tra le prime cinque tenniste al mondo. Ritrova la vittoria a Lione, unica tennista tra le prime trentacinque del mondo ad avervi preso parte. Qui, dopo aver superato in scioltezza Vitalia Diatchenko, si aggiudica il quinto titolo in carriera e secondo della stagione superando in tre set Jaqueline Cristian, Océane Dodin, Alison Van Uytvanck e in finale una ritrovata Anna-Lena Friedsam con il punteggio di 6-2, 4-6, 6-4. Al termine del torneo, compie un ulteriore passo avanti in classifica perfezionando il suo best ranking alla 4ª posizione.

Statistiche WTAModifica

SingolareModifica

Vittorie (5)Modifica

Legenda
Grande Slam (1)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (4)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 12 gennaio 2019   Hobart International, Hobart Cemento   Anna Karolína Schmiedlová 6-3, 6-0
2. 23 giugno 2019   Mallorca Open, Maiorca Erba   Belinda Bencic 6(2)-7, 7-6(5), 6-4
3. 21 settembre 2019   Guangzhou International Women's Open, Canton Cemento   Samantha Stosur 6(4)-7, 6-4, 6-2
4. 1º febbraio 2020   Australian Open, Melbourne Cemento   Garbiñe Muguruza 4-6, 6-2, 6-2
5. 8 marzo 2020   Open 6ème Sens Métropole de Lyon, Lione Cemento (i)   Anna-Lena Friedsam 6-2, 4-6, 6-4

Sconfitte (1)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 2 marzo 2019   Abierto Mexicano Telcel, Acapulco Cemento   Wang Yafan 6-2, 3-6, 5-7

DoppioModifica

Vittorie (2)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Premier Mandatory (1)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (1)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 6 gennaio 2019   ASB Classic, Auckland Cemento   Eugenie Bouchard   Paige Mary Hourigan
  Taylor Townsend
1-6, 6-1, [10-7]
2. 6 ottobre 2019   China Open, Pechino Cemento   Bethanie Mattek-Sands   Jeļena Ostapenko
  Dajana Jastrems'ka
6-3, 6(5)-7, [10-7]

Statistiche ITFModifica

SingolareModifica

Vittorie (4)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (2)
Torneo $50.000 (1)
Torneo $25.000 (1)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 23 gennaio 2016   Wesley Chapel Challenger, Wesley Chapel Terra verde   Jesika Malečková 6–2, 6–2
2. 24 luglio 2016   FSP Gold River Women's Challenger, Sacramento Cemento   Grace Min 4–6, 6–1, 6–4
3. 23 luglio 2017   Stockton Challenger, Stockton Cemento   Ashley Kratzer 6–0, 6–1
4. 22 luglio 2018   Berkeley Tennis Club Challenge, Berkeley Cemento   Nicole Gibbs 6–0, 6–4

Sconfitte (4)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (1)
Torneo $50.000 (1)
Torneo $25.000 (1)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 15 marzo 2015   Gainesville Tennis Classic, Gainesville Terra verde   Katerina Stewart 4–6, 6–4, 4–6
2. 2 ottobre 2016   Lexus of Las Vegas Open, Las Vegas Cemento   Alison Van Uytvanck 6–3, 6(4)–7, 2–6
3. 22 gennaio 2017   ITF Women's Circuit Orlando, Orlando Terra verde   Katarzyna Piter 7–6(4), 2–6, 4–6
4. 6 agosto 2017   Fifth Third Bank Tennis Championships, Lexington Cemento   Grace Min 4-6, 1-6

DoppioModifica

Vittorie (2)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (1)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (1)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (0)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (0)
N. Data Torneo Superficie Partner Rivali in finale Risultato
1. 23 luglio 2017   Stockton Challenger, Stockton Cemento   Usue Maitane Arconada   Tammi Patterson
  Chanel Simmonds
4–6, 6–1, [10–5]
2. 12 novembre 2017   Waco Showdown, Waco Cemento   Anastasija Komardina   Jessica Pegula
  Taylor Townsend
7–5, 5–7, [11–9]

Sconfitte (4)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (1)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (2)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Partner Rivali in finale Risultato
1. 14 marzo 2015   Gainesville Tennis Classic, Gainesville Terra verde   Marie Norris   Ingrid Neel
  Fanny Stollár
3-6, 3-6
2. 28 gennaio 2017   ITF Women's Circuit Wesley Chapel, Wesley Chapel Terra verde   Elizabeth Halbauer   Chanel Simmonds
  Renata Zarazúa
2–6, 6(5)–7
3. 19 febbraio 2017   City Of Surprise Women's Open, Surprise Cemento   Usue Maitane Arconada   Mariana Duque Mariño
  Nadia Podoroska
6–4, 0–6, [5–10]
4. 22 aprile 2018   Dothan Pro Tennis Classic, Dothan Terra verde   Jamie Loeb   Alexa Guarachi
  Erin Routliffe
4–6, 6–2, [9–11]

Grand Slam JuniorModifica

SingolareModifica

Sconfitte (1)Modifica

Tornei del Grande Slam
Australian Open (0)
Open di Francia (0)
Torneo di Wimbledon (0)
US Open (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 12 settembre 2015   US Open, New York Cemento   Dalma Gálfi 5-7, 4-6

Risultati in progressioneModifica

Legenda
 V   F  SF QF #T RR Q#  A  Z# PO  O   F-A  SF-B ND

(V) Torneo vinto; raggiunto (F) finale, (SF) semifinale, (QF) quarti di finale, (#T) turni 4, 3, 2, 1; (RR) round - robin; (Q#) Turno di qualificazione; (A) assente dal torneo; (Z#) Zona gruppo Coppa Davis/Fed Cup (con indicazione numero); (PO) play-off Coppa Davis o Fed Cup; vinto un (O) oro, (F-A) argento o (SF-B) bronzo ai Giochi Olimpici; (ND) torneo non disputato.

SingolareModifica

Aggiornato a Open 6ème Sens Métropole de Lyon 2020

Torneo 2015 2016 2017 2018 2019 2020 Titoli V–S
Tornei del Grande Slam
  Australian Open Assente 1T 2T V 1 / 3 8–2
  Open di Francia Assente 1T 4T 0 / 2 3–2
  Wimbledon Assente Q1 2T 2T ND 0 / 2 2–2
  US Open 1T 1T 3T 3T 3T 0 / 5 6–5
Vittorie–sconfitte 0–1 0–1 2–1 3–4 7–4 7–0 1 / 12 19–11
Giochi Olimpici
  Giochi Olimpici ND A Non disputati 0 / 0 0–0
Torneo di fine anno
  WTA Finals Non qualificata RR 0 / 1 0–1
WTA Premier Mandatory
  Indian Wells A Q1 Q1 2T 2T ND 0 / 2 2–2
  Miami Assente 3T 2T ND 0 / 2 3–2
  Madrid Assente Q1 1T ND 0 / 1 0–1
  Pechino Assente Q1 3T 0 / 1 2–1
WTA Premier 5
  Doha /   Dubai [1] Assente 3T 1T 0 / 2 2–2
  Roma Assente Q1 3T ND 0 / 1 2–1
  Montréal / Toronto Assente Q2 SF ND 0 / 1 4–1
  Cincinnati Assente Q2 Q2 SF ND 0 / 1 4–1
  Wuhan Assente 3T 3T 0 / 2 4–2
Carriera
Tornei giocati 0 5 4 14 26 6 55
Titoli 0 0 0 0 3 2 5
Finali 0 0 0 0 4 2 6
Totale V–S 0–1 0–1 3–2 18–16 49–21 14–4 83–45
Vittorie % 0% 0% 60% 53% 70% 78% 64.84%
Ranking a fine anno 620 212 108 52 14 $5.835.240

Note

N.B.: Le vittorie e le sconfitte nei turni di qualificazione non vengono conteggiate.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica