Sonic the Hedgehog Chaos

videogioco del 1993
Sonic the Hedgehog Chaos
videogioco
Sonic the Hedgehog Chaos.png
La schermata del titolo raffigurante Sonic e Tails (versione Game Gear)
Titolo originaleSonic & Tails
PiattaformaSega Master System, Game Gear
Data di pubblicazioneSega Master System:
Zona PAL 25 ottobre 1993

Game Gear:
Giappone 19 novembre 1993
Flags of Canada and the United States.svg 23 novembre 1993
Zona PAL novembre 1993
Virtual Console:
Giappone 17 marzo 2009
Flags of Canada and the United States.svg 2 febbraio 2009
Zona PAL 6 febbraio 2009

GenerePiattaforme, azione
TemaFantascienza, Avventura
OrigineGiappone
SviluppoAspect Co.
PubblicazioneSEGA
DesignM. Shima
MusicheKojiro Mikusa
SerieSonic
Modalità di giocoGiocatore singolo
SupportoCartuccia, download
Distribuzione digitaleVirtual Console
Fascia di etàCEROA · ESRB: E[1] · OFLC (AU): G[2] · PEGI: 7[3] · USK: 6
Preceduto daSonic the Hedgehog 2
Seguito daSonic the Hedgehog: Triple Trouble

Sonic the Hedgehog Chaos, conosciuto in Giappone come Sonic & Tails (ソニック&(アンド)テイルス Sonikku to Teirusu?), è un videogioco a piattaforme per Sega Master System e Game Gear, sviluppato da Aspect e pubblicato da SEGA nel 1993[4][5][6].

Sonic Chaos è il primo della serie ad 8-bit ad introdurre Tails come personaggio giocabile ed anche il primo a permettere al giocatore di controllare il volo della volpe.

TramaModifica

La trama di Sonic Chaos ruota attorno al Dr. Robotnik ed il suo desiderio di dominare il mondo grazie all'utilizzo dei Chaos Emerald. Gli smeraldi sono una fonte di vitalità per tutte le cose viventi, quest'ultima però può essere utilizzata anche per costruire bombe nucleari ed armi laser nelle mani del perfido scienziato.

Il Dr. Robotnik ha rubato il Chaos Emerald rosso, causando negli altri cinque una perdita di equilibrio ed il loro passaggio in un universo parallelo. Come risultato di questa instabilità, South Island comincia ad affondare nell'oceano. Spetta all'eroico Sonic e il dolce Tails trovare i Chaos Emerald e restaurare l'armonia dell'universo.[7][8][9]

Modalità di giocoModifica

Lo stile di gioco è simile a quello dei precedenti titoli a 8-bit della serie. Tuttavia, il giocatore può controllare anche Tails oltre che a Sonic. Quest'ultimo è ora in grado di utilizzare lo Spin Dash, eseguibile premendo il tasto direzionale in giù per far accovacciare il riccio e premendo il tasto d'azione per fargli aumentare velocità. Quando il viene rilasciato, questi comincia a rotolare come una palla, colpendo i Badnik che entreranno in contatto.

Premendo invece il tasto direzionale in su assieme al tasto d'azione, Sonic incomincerà a correre sul posto. Lasciandolo questi si muoverà molto più velocemente di quanto gli permette lo Spin Dash. Questa tecnica è chiamata Strike Dash, presente anche in Sonic the Hedgehog CD, dove è conosciuta come Super Peel Out. Comunque Sonic si fermerà rapidamente se il giocatore cambierà direzione rispetto a quella della corsa. Il grande vantaggio dato dallo Strike Dash è che rende il personaggio invincibile per un breve tratto ed anche perché può colpire i nemici. Lo svantaggio dato di conseguenza è che subito dopo Sonic diventerà vulnerabile agli attacchi nemici. Inoltre, Sonic sarà facilitato nel rotolare, quindi non rallenterà così velocemente.

Sonic ha anche il compito di trovare i sei Chaos Emerald. Al contrario di altri titoli a 8-bit della serie, gli smeraldi sono collocati negli Special Stage. Per accedere all'interno di uno di essi, il porcospino dovrà collezionare 100 Rings in un atto, i quali faranno ottenere anche una vita extra al giocatore. Il titolo è l'unico della saga a presentare dei livelli speciali con un aspetto diverso. Le sfide includono volare verso uno smeraldo con dei stivali a razzo, saltare su varie piattaforme tramite una molla e navigare attraverso un labirinto di tubi. Se il giocatore avrà successo completando lo Special Stage, otterrà un Chaos Emerald, ma se fallirà il personaggio sarà portato nel livello successivo, senza nessuno smeraldo.

Nei panni di Tails, lo stile di gioco cambia leggermente e viene facilitato, non solo perché la volpe è in grado di volare, ma anche per via del fatto che avrà a sua disposizione più vite e possibilità di continuare. Un'altra differenza è l'impossibilità di raccogliere i Chaos Emerald, infatti quando verranno raccolti 100 Rings, il personaggio otterrà semplicemente una vita extra e delle possibilità di continuare il gioco nel caso terminasse queste ultime. In modo diverso da quanto avviene se il porcospino blu trova una scatola di oggetti che contiene degli stivaletti a razzo, la volpe riceverà invece un oggetto che gli permetterà di aumentare la sua velocità momentaneamente[9].

ZoneModifica

Il gioco presenta sei livelli da completare, ognuno di questi si divide in tre atti, dove quello finale presenta una battaglia contro un boss.

  • Turquoise Hill Zone (Zona Turquoise Hill nell'edizione italiana per Game Gear e Zona della Collina Turchese in quella per Master System)
  • Gigalopolis Zone (Zona Gigalopolis nell'edizione italiana per Game Gear e Zona del Gigalopoli in quella per Master System)
  • Sleeping Egg Zone (Zona Sleeping Egg nell'edizione italiana per Game Gear e Zona dell'Uovo Addormentato in quella per Master System)
  • Mecha Green Hill Zone (Zona Mecha Green Hill nell'edizione italiana per Game Gear e Zona della Collina Verde in quella per Master System)
  • Aqua Planet Zone (Zona Aqua Planet nell'edizione italiana per Game Gear e Zona del Pianeta Acquatico in quella per Master System)
  • Electric Egg Zone (Zona Electric Egg nell'edizione italiana per Game Gear e Zona dell'Uovo Elettrico in quella per Master System)

AccoglienzaModifica

Recensioni professionali
Testata Versione Giudizio
GameRankings (media al 09-12-2019) Wii 56.67%[10]
EGM GG 8.25/10[11]
Nintendo Life SMS 4/10[12]
Defunct Games GG B[13]

Il gioco ha ricevuto soprattutto recensioni positive. Electronic Gaming Monthly ha dato al gioco 8.25 su 10, confermando che sono presenti tutti gli elementi tipici e divertenti della serie a 16-bit, ha inoltre apprezzato la grafica e l'abilità di giocare nei panni di Tails[11]. Nintendo Life gli ha conferito 4 su 10, criticando la facilità e la breve longevità[12]. Altre recensioni positive sono state quelle di Defunct Games, che gli ha dato B affermando che nonostante alcuni problemi, l'esperienza di gioco risulta divertente[13], e quella di Retrogaming History, che lo ha definito un titolo a piattaforme ben studiato e divertente ma poco longevo[14].

Sonic Chaos è stato anche premiato come il miglior gioco per Sega Game Gear del 1993 da Electronic Gaming Monthly[15].

Versioni alternative e conversioniModifica

CompilationModifica

La versione per Game Gear di Sonic the Hedgehog Chaos è stata convertita per diverse compilation ed è stata inclusa in Sonic Adventure DX: Director's Cut (2003) per GameCube e Windows come sbloccabile assieme agli altri 11 giochi della serie usciti su Game Gear[16][17] e disponibile dal principio in Sonic Mega Collection Plus (2004) per PlayStation 2, Xbox e Windows[18].

In Sonic Gems Collection (2005) per GameCube e PlayStation 2 è possibile sbloccare nella modalità Museo una demo del gioco che presenta un conto alla rovescia di cinque minuti e che permette di iniziare la partita direttamente dal boss finale, una volta sconfitto quest'ultimo il giocatore potrà continuare la partita fino allo scadere del tempo[19].

Distribuzione digitaleModifica

L'edizione per Master System è stata resa disponibile per il servizio Virtual Console nel febbraio 2009[20].

NoteModifica

  1. ^ (EN) Sonic Chaos, Entertainment Software Rating Board. URL consultato il 3 aprile 2019.
  2. ^ (EN) Sonic Chaos, Office of Film and Literature Classification. URL consultato il 14 marzo 2020.
  3. ^ (EN) Sonic Chaos, Pan European Game Information. URL consultato il 6 aprile 2019.
  4. ^ Scoperti vari prototipi di Sonic Chaos, in Sonic Legacy Italia, 4 novembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  5. ^ (EN) Neal Ronaghan, Grinding Game Gears: An Overview of Sonic's Portable Origins, su Nintendo World Report, 21 giugno 2013. URL consultato il 22 dicembre 2019.
  6. ^ (EN) Heidi Kemps, Micro Machines, in Anime News Network, 4 giugno 2020. URL consultato il 5 giugno 2020.
  7. ^ Manuale giapponese, p. 4-5.
  8. ^ Manuale americano, p. 4.
  9. ^ a b (EN) Sonic & Tails, su The Green Hill Zone. URL consultato il 30 marzo 2017.
  10. ^ (EN) Sonic the Hedgehog Chaos for Sega Master System, su GameRankings. URL consultato l'11 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2019).
  11. ^ a b (EN) Review Crew: Sonic Chaos, in Electronic Gaming Monthly, n. 54, gennaio 1994, p. 52.
  12. ^ a b (EN) Darren Calvert, Review: Sonic Chaos (SMS), su Nintendo Life, 3 febbraio 2009. URL consultato il 30 marzo 2017.
  13. ^ a b (EN) Adrian Hall, Sonic Chaos Review for Game Gear (1993), su Defunct Games, 16 aprile 2006. URL consultato il 30 marzo 2017.
  14. ^ Dario Lanzetti, Sonic Chaos, su Retrogaming History, 4 dicembre 2009. URL consultato il 19 marzo 2020.
  15. ^ (EN) Electronic Gaming Monthly's Buyer's Guide, EGM Media, LLC, 1994.
  16. ^ Lello Sarti, Sonic Adventure DX Director's Cut - Trucchi, su Multiplayer.it, 12 agosto 2006. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  17. ^ (EN) Sonic Adventure DX Director's Cut Cheats, su GameSpot. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  18. ^ (EN) Hilary Goldstein, Sonic Mega Collection Plus, su IGN, 3 novembre 2004. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  19. ^ (EN) Sonic Gems Collection Cheats, su GameSpot. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  20. ^ Giorgio Melani, Gli aggiornamenti sulla Virtual Console, in Multiplayer.it, 6 febbraio 2009. URL consultato il 13 gennaio 2020.

BibliografiaModifica

  • (JA) Aspect Co., Sonic the Hedgehog Chaos manuale di istruzioni giapponese, SEGA, 1993.
  • (EN) Aspect Co., Sonic the Hedgehog Chaos manuale di istruzioni americano, SEGA, 1993.
  • (EN) Apollo Chungus, Sonic Chaos, su Hardcore Gaming 101, 18 febbraio 2019.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi