Sorana Cîrstea

tennista romena
Sorana Mihaela Cîrstea
Cirstea WM19 (41) (48522044997).jpg
Sorana Cirstea nel 2019
Nazionalità Romania Romania
Altezza 176 cm
Peso 59 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 444 – 334 (57,07%)
Titoli vinti 1 WTA, 8 ITF
Miglior ranking 21ª (12 agosto 2013)
Ranking attuale 75ª (9 marzo 2020)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 4T (2017)
Francia Roland Garros QF (2009)
Regno Unito Wimbledon 3T (2009, 2012, 2017)
Stati Uniti US Open 3T (2009, 2019, 2020)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2008, 2012)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 150 – 121 (55,35%)
Titoli vinti 5 WTA, 9 ITF
Miglior ranking 35ª (9 marzo 2009)
Ranking attuale 197ª (9 marzo 2020)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2018)
Francia Roland Garros 3T (2008, 2018)
Regno Unito Wimbledon 3T (2011)
Stati Uniti US Open 3T (2009, 2017)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2012)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte 0 – 1 (0,00%)
Titoli vinti 0 WTA
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros 1T (2013)
Regno Unito Wimbledon
Stati Uniti US Open
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 9 marzo 2020

Sorana Mihaela Cîrstea (Bucarest, 7 aprile 1990) è una tennista romena.

Nel corso della sua carriera, si è aggiudica un solo titolo in singolare a fronte di quattro finali disputate, tra cui la più prestigiosa nella Rogers Cup 2013. Vanta un quarto di finale Slam raggiunto nell'Open di Francia 2009, mentre il 12 agosto 2013 sigla il suo miglior piazzamento: la 21ª posizione.

Valida doppista, vanta cinque titoli e il più importante è il Premier di Lussemburgo. Tuttavia, ha raggiunto la finale anche nel Premier 5 di Pilot Pen Tennis nel 2009, poi persa. Sempre nello stesso anno, raggiunge il suo best ranking in doppio issandosi alla 35ª posizione.

In carriera vanta anche numerose vittorie su tenniste ex numero uno del mondo: Jelena Janković, Caroline Wozniacki, Angelique Kerber e Karolína Plíšková. Da evidenziare anche le vittorie su Sara Errani, Li Na, Marion Bartoli, Vera Zvonarëva, Samantha Stosur e Anna Čakvetadze, tutte finaliste o campionesse Slam (esclusa Čakvetadze che ha raggiunto la semifinale).

BiografiaModifica

Sorana è nata da Mihai e Liliana a Bucarest, ma risiede a Târgoviște. Ha un fratello, Mihnea, cinque anni più giovane di lei. È stata introdotta al tennis dai suoi genitori quando era molto piccola. Cita Roger Federer e Steffi Graf come suoi idoli. Parla rumeno, inglese, spagnolo e francese.

Nel 2014 ha avuto una relazione con il collega colombiano Santiago Giraldo.[1]

CarrieraModifica

JuniorModifica

I suoi risultati migliori comprendono un titolo al German Junior Open (Grade 1) nel 2005 battendo in finale Erika Zanchetta 6-2, 6(2)-7, 6-3 e una finale al Trofeo Bonfiglio nel 2006 perdendo dalla connazionale Ioana Raluca Olaru, dopo aver battuto in semifinale la giocatrice Anastasija Pavljučenkova, numero 1 della classifica junior nel 2006. La Cîrstea ha raggiunto anche la finale, per poi perderla, nel doppio junior del Roland Garros 2007. Altri risultati raggiunti sono la finale alla Yucatán World Cup nel 2005 e 2006, all'Eddie Herr International nel 2006 ed all'Opus Nottinghill International nel 2006, tutti dei Grade 1.

2004-2005Modifica

Sorana debutta nel circuito ITF nel 2004, a soli 14 anni, al torneo di Bucarest, dove raggiunge la semifinale. In seguito al torneo ITF di Iasi si ferma ai quarti in doppio e in singolare e al successivo torneo ITF di Timisoara vince il titolo in doppio, mentre in singolare si ferma in semifinale. In coppia con Gabriela Niculescu vince poi il titolo ITF in doppio anche ad Arad.

Il 2005 inizia con un secondo turno al torneo ITF di Bucarest 2, poi al torneo ITF di Galati raggiunge la semifinale, perdendo contro Corina-Claudia Corduneanu. Ad agosto al torneo ITF di Bucarest 5, raggiunge i quarti in singolare, mentre perde la finale in doppio con Bianca-Ioana Bonifate. Ad ottobre invece al torneo ITF di Porto Santo 4 raggiunge la semifinale in singolare, mentre in doppio vince il titolo con Alexandra Orasanu. Vince il titolo in doppio anche al successivo torneo di Porto Santo 5. Chiude l'anno con la vittoria in singolare al torneo ITF di Porto Santo 6, dove invece raggiunge la semifinale in doppio.

2006Modifica

Inizia l'anno al torneo ITF di Albufeira, dove vince il titolo in singolare mentre in doppio perde in finale; poi raggiunge la semifinale in singolare anche al torneo ITF di Portimao. Dopo i quarti raggiunti in doppio ai tornei ITF di Atene e Patrasso, partecipa alla Fed Cup contro la Svezia. In seguito, al torneo di Bucarest 1, perde in finale in singolare, mentre vince il titolo in doppio con Gabriela Niculescu. Al successivo torneo di Bucarest inverte i risultati, vincendo in singolare e perdendo la finale del doppio. In seguito si qualifica al torneo Tier IV di Stoccolma, perdendo al primo turno sia in singolare che in doppio. Al torneo ITF di Madrid raggiunge i quarti in singolare, mentre vince il titolo ITF in doppio con Katie O'Brien. Dopo la mancata qualificazione al torneo Tier I di Zurigo, al torneo ITF di Istanbul perde in semifinale nel singolare, mentre in doppio perde la finale in coppia con Katie O'Brien e con questo torneo chiude l'anno.

2007: Prima finale WTA e PremierModifica

Inizia il nuovo anno partecipando al torneo ITF di Tampa, dove raggiunge il secondo turno in singolare e il primo turno in doppio.In seguito al torneo ITF di Waikoloa raggiunge la semifinale in doppio con Teodora Mircic. A metà febbraio perde la finale di doppio al torneo ITF di Stoccolma con Melanie South. Si riprende la rivincita al successivo torneo ITF di Las Palmas de Gran Canaria con Madalina Gojnea, con cui vince il titolo ITF in doppio. Nel mese di marzo al torneo ITF di Tenerife, raggiunge la semifinale in singolare e in doppio. Sorprendentemente raggiunge ad aprile la finale del Budapest Grand Prix, torneo WTA, dopo aver superato le qualificazioni, e battendo nel tabellone principale giocatrici come Martina Müller, Eléni Daniilídou e Karin Knapp per poi cedere a Gisela Dulko in tre set. In seguito partecipa al torneo WTA di Fes, perdendo però subito al primo turno e al torneo WTA di Istanbul dove perde al primo turno in doppio con Agnes Szatmari. A metà giugno tenta la qualificazione al torneo di Wimbledon, ma perde al secondo turno di qualificazione, mentre al torneo WTA di Palermo si qualifica per poi perdere al secondo turno. Ad inizio agosto vince il titolo ITF in singolare al torneo di Bucarest, in doppio vince il titolo con Agnes Szatmari per un walk-over della coppia Buzarnescu e Niculescu. Anche allo slam americano manca la qualificazione ma si riprende subito raggiungendo la semifinale al torneo WTA di Bali. A fine settembre partecipa al torneo WTA idi Lussemburgo, dove raggiunge i quarti in doppio e al torneo WTA di Bangkok, dove non supera il primo turno. Chiude l'anno con la sconfitta al torneo ITF di Minsk.

2008: Primi titoli in singolare e in doppioModifica

L'anno inizia con la mancata qualificazione al torneo WTA di Hobart, ma poi esordisce in uno slam, agli Australian Open, perdendo subito al primo turno. Dopo aver partecipato alla Fed Cup, raggiunge i quarti al torneo WTA di Acapulco e il terzo turno al torneo WTA di Charleston. In seguito al torneo WTA di Fes raggiunge i quarti in singolare, mentre vince il titolo in doppio con Anastasia Pavlyuchenkova. A metà maggio, al torneo ITF di Bucarest, raggiunge la finale in singolare e in doppio, ma le perde entrambe. Si qualifica al Roland Garros, dove però si ferma al secondo turno in singolare, mentre in doppio raggiunge il terzo turno. A metà giugno raggiunge i quarti al torneo WTA di 's-Hertogenbosch, mentre a Wimbledon si ferma al secondo turno in entrambe le categorie. Al torneo ITF di Cuneo raggiunge la finale ma poi perde contro Tathiana Garbin. Ad agosto partecipa alle Olimpiadi di Pechino, ma perde al primo turno. In seguito al torneo di New Haven raggiunge i quarti in singolare, mentre in doppio perde la finale con Monica Niculescu. Nell'ultimo slam a New York, raggiunge il secondo turno in entrambe le competizioni e poi successivamente al torneo ITF di Atene, perde qui in finale in singolare, mentre in doppio vince il titolo con Galina Voskoboeva. Dopo i quarti al torneo ITF di Sofia, vince il primo titolo WTA ad inizio ottobre a Tashkent. A Zurigo raggiunge i quarti in doppio e chiude l'anno con il torneo di Lussemburgo, dove raggiunge la semifinale in singolare, mentre in oppio vince il titolo di Marina Erakovic..

2009: Quarti di finale al Roland GarrosModifica

 
Sorana Cîrstea a Roland Garros 2009

Sorana comincia il 2009 con sei sconfitte consecutive al primo turno (Sydney, Australian Open, Parigi indoor, Dubai, Indian Wells e Miami). Nel frattempo in doppio raggiunge il secondo turno agli Australian Open e la semifinale al torneo di Parigi. Ritorna a vincere a Marbella dove raggiunge la semifinale, mentre perde nei primi turni dei tornei di Barcellona e Fes. In doppio perde la finale del torneo WTA di Barcellona con Andreja Klepac, e ottiene lo stesso risultato anche al torneo WTA di Fes con Maria Kirilienko. Continua poi con un quarto all'Estoril e un primo turno a Madrid. Al Roland Garros del 2009 batte agli ottavi di finale la giocatrice serba Top 5 Jelena Janković per 3-6 6-0 9-7 e riesce per la prima volta in carriera ad arrivare ai quarti in una prova del Slam[2]: è la prima volta dal 1997 che una tennista romena passa alla seconda settimana di uno Slam, l'ultima è stata Irina Spîrlea a New York. Perde proprio ai quarti dalla giocatrice australiana Samantha Stosur col punteggio 1-6 3-6. Segue il resto della stagione con un terzo turno a Wimbledon in singolare, mentre in doppio raggiunge la semifinale con Maria Kirilenko. A metà agosto partecipa al torneo ITF di Cincinnati e raggiunge il terzo turno. Agli US Open raggiunge il terzo turno sia in singolare che in doppio e raggiunge una semifinale anche a Los Angeles che la porta alla 23ª posizione del ranking. Anche in doppio raggiunge il suo miglior piazzamento di sempre nella classifica WTA: la 35ª piazza mondiale. Chiude l'anno con vari primi turni, ai tornei WTA di Seul, Tokyo, Pechino, Linz e Mosca.

2010: Terzo titolo in doppioModifica

 
Sorana agli US Open 2010

Comincia l'annata partecipando alla Hopman Cup, non superando però il round robin. In seguito al Moorilla Hobart International esce al primo turno contro Peng Shuai. All'Australian Open perde al secondo turno contro la russa Alisa Klejbanova, mentre in doppio non supera il primo turno. All'Open GDF Suez di Parigi esce di scena al primo turno contro Melanie Oudin. Stesso risultato al Dubai Tennis Championships, al Abierto Mexicano Telcel di Acapulco e al Monterrey Open. Al BNP Paribas Open di Indian Wells esce al secondo turno contro Zheng Jie, mentre al Sony Ericsson Open di Miami viene battuta da Venus Williams sempre al secondo turno. Dopo due secondi turni nei tornei di Marbella e Barcellona, all'Estoril Open raggiunge la prima semifinale dell'anno e viene sconfitta dalla spagnola Arantxa Parra Santonja, mentre in doppio conquista il titolo insieme alla spagnola Anabel Medina Garrigues. Nel successivo torneo di Madrid non supera il primo turno, come nel torneo di Strasburgo. Agli Open di Francia esce all'esordio battuta dalla campionessa uscente Svetlana Kuznecova non riuscendo così a difendere i quarti raggiunti l'anno precedente; nel doppio in coppia con Virginie Razzano si ferma al primo turno.

All'AEGON International di Eastbourne batte a sorpresa al primo turno la neo-vincitrice del Roland Garros Francesca Schiavone in due set, per poi uscire sconfitta ancora dalla Kuznecova al tie-break del terzo set. Al Torneo di Wimbledon perde al primo turno contro la futura semifinalista Petra Kvitová. Scivolata oltre la sessantesima posizione del ranking, si rituffa nei tornei ITF per disputare il torneo di Cuneo dove viene sconfitta al secondo turno in singolare, mentre in doppio esce battuta in finale. Al Budapest Grand Prix perde all'esordio in singolare, mentre le va bene in doppio insieme alla Klepac dove viene superata in finale dalla coppia Bacsinszky-Garbin. Tra la fine di luglio e l'inizio di agosto torna a giocare a buoni livelli raggiungendo i quarti all'Istanbul Cup (sconfitta dalla Pavljučenkova) e al Danish Open (battuta dalla ceca Zakopalová). Dopo il primo turno al torneo di Cincinnati, agli US Open racimola solo due game al primo turno contro la svedese Sofia Arvidsson, mentre in doppio raggiunge il secondo turno con Lucie Safarova. In seguito ottiene un primo turno al torneo WTA di Quebec City e al torneo ITF di Albuquerque. Ad inizio ottobre perde in finale in singolare al torneo ITF di Las Vegas. Chiude l'anno con un primo turno in singolare al torneo WTA di Linz e un primo turno in doppio a Lussemburgo.

2011: Quarto titolo in doppioModifica

Inizia il 2011 al numero 95 della classifica WTA. Non supera le qualificazioni sia al Brisbane International sia al Medibank International di Sydney. Agli Australian Open viene sconfitta dall'israeliana Shahar Peer al secondo turno e nel doppio perde al secondo turno con Lucie Safarova. Al Regions Morgan Keegan Championships and the Cellular South Cup di Memphis perde ancora al secondo turno e stavolta per mano della canadese Rebecca Marino. All'Abierto Mexicano Telcel di Acapulco la batte in questa occasione la spagnola Laura Pous Tió al secondo turno. Al BNP Paribas Open di Indian Wells supera le qualificazioni e viene battuta al primo turno dalla russa Alla Kudrjavceva. Al Sony Ericsson Open di Miami esce sconfitta all'esordio per mano della cinese Jie Zheng. All'Andalucia Tennis Experience di Marbella viene superata al primo turno dall'italiana Sara Errani, uscendo così dalle prime 100 giocatrici al mondo.

Ritorna a giocare un torneo ITF a Cagnes-sur-Mer, con montepremi di 100 000 $, vincendolo superando in finale la tennista di casa Pauline Parmentier, ritornando nelle prime cento (precisamente al numero 99). All'ITF di Praga si ritira al secondo turno contro la ceca Klára Zakopalová. Agli Open di Francia ritorna a disputare un terzo turno in uno Slam dopo quasi due anni battendo Patty Schnyder e Alexandra Dulgheru, per poi cedere alla futura vincitrice Li Na. In doppio invece perde al primo turno con Ayumi Morita. All'AEGON Classic di Birmingham racimola solamente tre giochi contro la slovacca Daniela Hantuchová al secondo turno, mentre all'AEGON International di Eastbourne non supera le qualificazioni. Al Torneo di Wimbledon perde al primo turno contro la Parmentier, mentre in doppio raggiunge il terzo turno, sempre in coppia con Ayumi Morita. Nei successivi tornei, Båstad e Palermo, esce al secondo turno in entrambi i casi.

 
Sorana Cîrstea al torneo di Carlsbad

Al Mercury Insurance Open di Carlsbad viene superata all'esordio dalla beniamina Coco Vandeweghe in tre set, mentre al Western & Southern Financial Group Masters & Women's Open di Cincinnati non supera le qualificazioni. Al Texas Tennis Open di Dallas esce al secondo turno per mano della rediviva Aravane Rezaï, mentre vince il torneo di doppio insieme all'italiana Alberta Brianti. Agli Open degli Stati Uniti esce al primo turno per mano della belga Yanina Wickmayer e in doppio perde al secondo turno. Al Tashkent Open ritorna a giocare un quarto di finale dove cede alla russa Kudrjavceva. All'ITF 100 000 $ di Saint-Malo batte in finale la spagnola Sílvia Soler Espinosa ritornando così tra la prima ottanta giocatrici del ranking WTA. Al Generali Ladies Linz supera le qualificazioni e raggiunge il secondo quarto di finale della stagione battendo in sequenza Nikola Hofmanová, Sílvia Soler Espinosa, Anastasija Rodionova, Tamira Paszek e Anastasija Pavljučenkova, per poi essere superata dalla tennista ceca Lucie Šafářová in due set e tornando ad occupare la posizione numero 67 del ranking. Gioca il torneo di Limoges, un ITF da 50 000 $, vincendolo battendo via via Paula Ormaechea, Stefanie Vögele, Michaëlla Krajicek, Akgul Amanmuradova e Sofia Arvidsson perdendo solamente un set. Chiude una stagione abbastanza positiva con un primo turno al torneo ITF di Poitiers e attestandosi al numero 60 del ranking WTA.

2012Modifica

 
La tennista rumena agli Open di Francia 2012

Inizia l'anno al torneo di Auckland perdendo al primo turno contro la Pennetta. Raggiunde i quarti ad Hobart perdendo dalla Kerber per 0-6 6-3 5-7. Perde al terzo turno a Melbourne contro Sara Errani per 7(6)-6 0-6 2-6, dopo aver battuto per 7-6(2) 6-3 Samantha Stosur al primo turno e Urszula Radwanksa per 1-6 6-2 6-3 al secondo turno. In doppio con Lucie Safarova si ferma al primo turno. Raggiunge le semifinali al torneo di Pattaya City ma viene eliminata dalla Kirilenko. Esce al secondo turno nei tornei di Doha, Monterrey e Indian Wells rispettivamente contro Stosur, Babos e Radwanska. Perde al primo turno a Miami contro la Watson per 3-6 6-3 6(4)-7, dopo essere stata in vantaggio per 5-0 nel terzo set. Raggiunge la seconda semifinale dell'anno a Barcellona, venendo eliminata dalla Cibulkova con un doppio 6-1.

Perde nelle qualificazioni a Stoccarda per mano della Čakvetadze per 1-6 0-6 e al primo turno all'Estoril dalla Soler-Espinosa con un doppio 4-6. Vince sorprendentemente al primo turno a Mardid contro la Bartoli per 6(6)-7 6-4 6-3, per poi perdere al secondo ostacolo dalla beniamina di casa Medina Garrigues per1-6 6-3 5-7. Compie un'altra impresa al primo turno, questa volta a Roma dove batte la due volte vincitrice di questo torneo Jelena Janković per 6-3 4-6 7-6(4). Vince al secondo turno contro la Arvidsson per 6-3 6-1, per poi perdere dalla Kvitova 2-6 7-5 2-6. Al Roland Garros esce al primo turno contro la campionessa in carica Li Na con il punteggio di 2-6 1-6, mentre in doppio non supera il primo turno.

 
Sorana agli US Open 2012.

Esce al primo turno nel torneo di Birmingham contro la qualificata Oudin con il punteggio di 6-3 3-6 2-6 e al primo turno ad Eastbourne contro Marion Bartoli con un doppio 2-6. A Wimbledon batte ai primi due turni Pauline Parmentier 6-4 6-1 e Li Na 6-3 6-4, ma viene eliminata dalla russa Kirilenko al terzo turno per 6-3 6-1. In doppio con Ayumi Morita non supera il primo turno. Nel torneo di Stanford entra come testa di serie nº9 e raggiunge la semifinale eliminando Vania King 7-5 6-4, Saisai Zheng 6-3 6-3 e la slovacca Dominika Cibulková 6(5)-7 6-2 6-0 per la prima volta in carriera, per poi essere sconfitta piuttosto nettamente da Serena Williams per 6-1 6-2. Alle Olimpiadi di Londra viene sconfitta all'esordio dall'italiana Pennetta 6-2 al terzo set. In seguito sigla una nettissima sconfitta a Montréal per mano della Karatančeva con un doppio 0-6.

Passa il primo turno a Cincinnati vincendo contro la belga Wickmayer 6(6)-7 6-2 6-3, ma viene eliminata nel turno successivo dalla futura campionessa Li Na per 6-3 4-6 6-3. A Dallas accreditata dall'8º testa di serie giunge ai quarti battendo Gajdošová e Cornet, ma viene eliminata da Jelena Janković per 6-2 6-1, che riesce a batterla per la prima volta in carriera. Allo US Open batte al primo turno Sabine Lisicki 4-6 6-2 6-2, per poi cedere da Anna Tatišvili al secondo ostacolo per 7-6(5) 1-6 2-6 mentre in doppio perde al primo turno con Alberta Brianti. Partecipa al torneo di Guangzhou come testa di serie nº8 raggiungendo la terza semifinale dell'anno, ma viene battuta dalla sorprendente Robson 6-4 6-2.

Al torneo di Tokyo viene battuta dalla wild-card Ayumi Morita al primo turno per 6-2 3-6 6-2, mentre a Pechino raggiunge il secondo turno battendo la Arvidsson, ma la Šarapova le sbarra la strada perdendo con un doppio 2-6. Subisce un'altra sconfitta al primo turno a Linz per mano di Petra Martić per 6-4 6-3. In chiusura d'anno, al torneo di Lussemburgo, batte proprio la Martić al primo ostacolo per 6-2 6-2 vendicandosi della sconfitta patita la settimana prima, ma viene battuta al secondo turno da Ksenija Pervak per 7-6(4) 6-1.

2013: Prima finale Premier 5 e best rankingModifica

Sorana comincia la stagione ad Auckland ritirandosi al primo turno contro la britannica Heather Watson, quando già era sotto di un set. La settimana successiva si presenta a Hobart come seconda favorita del torneo, ma viene sconfitta al secondo turno dalla giovane statunitense Lauren Davis. Agli Open d'Australia batte nei primi due turni le giovani Coco Vandeweghe e Kristýna Plíšková, per poi essere superata dalla futura finalista Li Na. Nel doppio invece, con Tamira Paszek, si ferma al primo turno. Al torneo di Pattaya raggiunge per il secondo anno consecutivo la semifinale, e come successe la stagione precedente, deve cedere alla russa Marija Kirilenko. Dopo la partecipazione alla Fed Cup per la Romania. Al torneo di Doha spreca nel primo set e viene punita dalla danese Caroline Wozniacki nel match di secondo turno. A Dubai batte al primo turno la semifinalista dell'Australian Open Sloane Stephens in tre set, prima di perdere da Sara Errani agli ottavi.

 
Sorana Cîrstea in azione ad Indian Wells 2013

A Indian Wells perde nei sedicesimi dalla forte polacca Agnieszka Radwańska in tre set. Al Sony Ericsson Open di Miami raggiunge il quarto turno battendo anche piuttosto agevolmente la tedesca Angelique Kerber, per poi essere sconfitta dalla serba Jelena Janković. Sulla terra verde di Charleston viene battuta al terzo turno dalla ceca Lucie Šafářová in tre set. Disputa poi il torneo di Marrakech come seconda testa di serie, ma viene subito sconfitta dalla sudafricana Chanelle Scheepers. La settimana seguente, gioca ad Oeiras dove perde al secondo turno per mano della rientrante Kaia Kanepi. Al torneo di Madrid gioca alla pari contro Sara Errani nel loro match di secondo turno ma deve cedere alla buona tenacia dell'avversaria. A Roma cede al primo turno contro la sua abituale compagna di doppio, Ayumi Morita. Al Roland Garros viene sconfitta al terzo turno dalla numero uno del mondo Serena Williams, dopo aver battuto Kiki Bertens e Johanna Larsson, mentre in doppio raggiunge il secondo turno con Ayumi Morita. Partecipa anche nel doppio misto con David Marrero, perdendo subito al primo turno. Sull'erba di Birmingham perde nei quarti di finale abbastanza nettamente contro l'astro nascente Donna Vekić e il 17 giugno raggiunge il best ranking al numero 22. La settimana dopo disputa il torneo di Eastbourne dove Angelique Kerber la batte al primo turno.

A Wimbledon viene superata al secondo turno da un'altra giovane, Camila Giorgi, con un doppio tie-break, mentre in doppio non supera il primo turno. Al Bank of the West Classic di Stanford, raggiunge la seconda semifinale dell'anno battendo nei primi tre turni Ayumi Morita, Coco Vandeweghe e Vol'ha Havarcova, venendo poi battuta dalla slovacca Dominika Cibulková. Disputa, poi, il Citi Open di Washington come numero 5 del tabellone, battendo nei primi due turni Lesja Curenko e Alison Riske, mentre ai quarti viene sconfitta dalla francese Alizé Cornet.

Alla Rogers Cup di Toronto gioca il suo miglior torneo della carriera. Dopo aver battuto al primo turno la qualificata Ol'ga Savčuk per 6-2, 6-3, elimina dal torneo la numero 9 del seeding Caroline Wozniacki. Nel primo set, Sorana non sfrutta un break di vantaggio e lo perde per 7-5, mentre nel secondo sul 5-6 salva due match point e mette a segno 15 punti di fila vincendo il secondo set al tie-break a zero, nel terzo set salva una palla break sul 4-4 che avrebbe mandato la danese a servire per il match e poi nel game seguente chiude la partita con il risultato finale di 5-7, 7-6(0), 6-4. Agli ottavi sfida la serba Jelena Janković e vince 6-3, 6-4, sfruttando la maggiore superiorità al servizio e alla ribattuta. Nei quarti ottiene un'altra grande vittoria a discapito della ceca Petra Kvitová per 4-6, 7-5, 6-2. Nel primo set subisce un break nel secondo game salvo poi riprendersi lo svantaggio nel quinto game e perdere ancora il servizio al decimo game perdendo così il primo parziale, nel secondo la rumena va subito avanti 4-0 ma si fa rimontare fino al 5-4 della Kvitová, ma la Cîrstea non demorde e vince il set 7 giochi a 5, nel terzo strappa il servizio a Petra nel primo e terzo game chiudendo set e match approdando tra le ultime quattro. In semifinale si trova dall'altra parte della rete la numero 5 del mondo Li Na. Sorana chiude facilmente il primo set per 6-1 grazie ai tanti errori della cinese, mentre nel secondo la Li si porta subito in vantaggio per 5-2. La rumena, però, rimonta lo svantaggio e serve per il match sul 6-5. Qui non sfrutta due possibilità di chiudere la partita e vanno così al tie-break dove la cinese si porta aventi 4-1, e Sorana recupera e chiude alla terza occasione raggiungendo la sua terza finale in carriera, la prima dal 2008, dove affronta Serena Williams. In finale viene sconfitta da Serena, che vince con il punteggio di 6-2, 6-0.[3] Quest'importante risultato la porta al numero 21 del ranking, suo miglior piazzamento.[4]

Al New Haven Open at Yale, si ritira dopo appena tre giochi al primo turno contro Anastasija Pavljučenkova. Agli US Open, dopo aver battuta a fatica al primo turno la qualificata canadese Sharon Fichman, viene sconfitta al secondo turno da Kurumi Nara e nel doppio perde subito al primo turno con Yanina Wickmayer. Al Guangzhou International Women's Open, accreditata dalla prima testa di serie, viene eliminata all'esordio da Bojana Jovanovski. Al Toray Pan Pacific Open, si ferma al terzo turno contro la russa Svetlana Kuznecova. Al China Open, affronta nuovamente la Jovanovski al primo turno perdendo ancora dalla giovane tennista serba. Chiude l'anno con un primo turno al torneo di Linz.

2014: Nona finale WTA in doppioModifica

Sorana apre il nuovo anno con due delusioni: viene eliminata al primo turno sia ad Auckland sia a Sydney sconfitta da Sharon Fichman e Cvetana Pironkova, entrambe due qualificate. La rumena va male anche agli Australian Open, estromessa al primo turno da Marina Eraković in due set e in doppio con Irina-Camelia Begu non supera il primo turno. Al Pattaya Open, sconfigge al primo turno la Schmiedlovà e al secondo la Riske senza concedere set, ma viene poi eliminata dalla Pliskova con lo score di 6-1, 6(3)-7, 0-6. A Doha, dopo aver sconfitto la Kudrjavceva, viene estromessa al turno seguente da Agnieszka Radwańska in due set. A Dubai ottiene due belle vittorie nei primi due turni contro le italiane Roberta Vinci e la numero 10 del ranking Sara Errani, ma viene eliminata ai quarti dalla Wozniacki. Nei premier di marzo racimola due sconfitte: ad Indian Wells va fuori contro la qualificata Giorgi, mentre a Miami viene sconfitta ancora dalla Pironkova.

La stagione sulla terra inizia male. A Charleston viene sconfitta dalla Pereira all'esordio. Dopo le partite di Fed Cup, ottiene dei primi turni anche nei tornei di Stoccarda, Madrid e Roma rispettivamente contro Julia Görges, la numero 6 del ranking Petra Kvitová al tie-break del terzo, e la qualificata Christina McHale. Al Roland Garros ottiene una vittoria dopo tre mesi eliminando Aleksandra Wozniak al primo turno e al secondo si prende la rivincita sulla Pereira, mentre nel terzo turno viene eliminata da Jelena Janković. Nel doppio con Maria Kirilenko perde subito nel primo turno. A Wimbledon, invece, viene subito eliminata dalla giovane qualificata Victoria Duval in tre set.

Accreditata dalla prima testa di serie al torneo di Baku, Sorana esce già al secondo turno per mano di Stefanie Vögele racimolando solo due games. Secondo turno anche al torneo di Washington, dove si fa rimontare e perde da Bojana Jovanovski per 6-4, 5-7, 3-6.[5] Alla Rogers Cup, torneo dove difendeva la finale raggiunta l'anno precedente, Sorana viene eliminata all'esordio da Lucie Šafářová in due set; in questo modo, la tennista romena, sprofonda nel ranking WTA, passando dalla posizione 36 alla 80ª. Anche a Cincinnati perde al primo turno, questa volta per mano della serba e amica Ana Ivanović. Dopo aver fallito le qualificazioni a New Haven perdendo al secondo turno, prende parte agli US Open. Qui batte agevolmente Heather Watson al primo turno, al secondo strappa un set alla numero 7 del tabellone Eugenie Bouchard facendo un'ottima prestazione. In doppio si ferma invece al secondo turno con Pauline Parmentier. Dopo un'eliminazione al primo turno a Canton, fallisce le qualificazioni nei tornei di Wuhan e Pechino. Chiude la stagione con i quarti di finale raggiunti al torneo di Tianjin persi dalla cinese Zheng Saisai. Al termine dell'anno, Sorana si trova fuori dalla Top 90 del ranking.

2015: Uscita dalla Top 200Modifica

Inizia l'anno partecipando agli Australian Open, dove perde subito al primo turno e poi torna a giocare tornei ITF. Dopo un primo turno ai tornei WTA di Miami e Bogotà, fallisce la qualificazione al Roland Garros. Dopo scarsi risultati nei tornei ITF perde al secondo turno di qualificazione a Wimbledon. A metà luglio raggiunge i quarti al torneo ITF di Contrexeville, mentre la settimana seguente si ferma al secondo turno al torneo WTA di Bucarest. Anche nell'ultimo slam dell'anno fallisce la qualificazione. Dopo la mancata qualificazione nel torneo di Tokyo, chiude l'anno con il torneo ITF di Ankara.

2016: Quarti di finale a Madrid e rientro nella Top 100Modifica

L'anno inizia con la finale raggiunta al torneo ITF di Guaruja, dove perde contro Montserrat Gonzalez. Nel successivo torneo ITF di Bertioga trionfa battendo Catalina Pella. In seguito partecipa al torneo WTA di Rio de Janeiro, dove si ferma in semifinale; il medesimo risultato lo ottiene al torneo di Sao Paulo. Dopo la mancata qualificazione al torneo di Miami, al torneo ITF di Croissy-Beaubourg raggiunge la semifinale. Al torneo di Istanbul si ferma al secondo turno. Dopo un primo turno al torneo di Praga, raggiunge i quarti di finale nel torneo di Madrid dopo aver ricevuto una wild card[6]; viene sconfitta da Dominika Cibulkova. Al Roland Garros si ferma al primo turno in singolare e poi inizia la stagione sull'erba a Maiorca, dove si ferma ai quarti. A Wimbledon perde subito al primo turno contro Petra Kvitova, ma poi raggiunge la semifinale al torneo ITF di Versmold. Dopo due primi turni al torneo di Bastad e allo US Open raggiunge la semifinale al torneo ITF di Biarritz, perdendo contro Rebecca Sramkova. Chiude l'anno con due secondi turni nei tornei 125s di Linz e di Limoges.

2017: Ottavi di finale agli Australian Open, quarti di finale a Madrid e Pechino e Top 50Modifica

Inizia l'anno con un secondo turno al torneo di Shenzhen; agli Australian Open sorprende e raggiunge il quarto turno, perdendo contro Garbine Muguruza. In doppio invece si ferma al primo turno con Carina Witthoeft. Dopo alcuni primi turni raggiunge un terzo turno al torneo di Miami. Ad Istanbul perde nei quarti contro Elina Svitolina e il medesimo risultato lo ottiene al torneo di Madrid. Dopo una semifinale persa al torneo di Norimberga, all'Open di Francia si ferma al secondo turno in singolare contro Carla Suarez Navarro, mentre in doppio, con Donna Vekic, perde subito al primo turno. Dopo un secondo turno ad Eastbourne, raggiunge il terzo turno al torneo di Wimbledon, torneo nel quale ha assistito ad un bruttissimo infortunio dell'avversaria Bethanie Mattek-Sands.[7] Dopo alcuni primi turni, all'US Open si ferma al secondo turno in singolare, mentre in doppio, con Sara Sorribes Tormo, raggiunge il terzo turno. In seguito, al torneo di Seul raggiunge i quarti in entrambe le competizioni, mentre a Wuhan si ferma al secondo turno; in Corea è stata vittima di un clamoroso errore dell'"occhio del falco".[8] Al torneo di Pechino raggiunge i quarti, così come a Linz. Chiude l'anno con un primo turno al torneo di Lussemburgo.[9]

2018Modifica

Apre l'anno con un secondo turno al torneo di Brisbane, agli Australian Open si ferma al secondo turno in singolare, mentre raggiunge il terzo turno in doppio con Beatriz Haddad Maia. Al torneo di Doha raggiunge il terzo turno, mentre a Miami e Indian Wells non supera il secondo turno. Dopo un secondo turno anche a Madrid, a Roma raggiunge la semifinale in doppio con Jelena Ostapenko. Dopo i quarti a Norimberga, al Roland Garros non supera il primo turno in singolare, mentre in doppio raggiunge il terzo turno con Sara Sorribes Tormo. Dopo i quarti in doppio a Maiorca, al torneo di Wimbledon raggiunge il secondo turno in singolare, mentre in doppio non supera il primo turno. Al torneo di Bucarest raggiunge i quarti e poi agli US Open si ferma al secondo turno in singolare e al primo turno in doppio. Chiude l'anno con un secondo turno al torneo ITF di Dubai.

2019: Ritorno al successoModifica

Inaugura l'anno con i quarti di finale raggiunti al torneo di Shenzhen. Nello slam australiano si ferma al primo turno in singolare, mentre in doppio raggiunge il secondo turno. Dopo i quarti ottenuti al torneo di Budapest, torna a vincere al torneo di Lugano, dove ottiene il titolo in doppio con Andreea Mitu. Dopo alcuni secondi turni, al torneo di Norimberga raggiunge la semifinale. Nello slam francese ottiene solo un secondo turno in singolare, mentre a Wimbledon si ferma al primo turno in singolare e al secondo turno in doppio. Dopo vari primi turni agli US Open raggiunge il terzo turno in singolare. A settembre raggiunge la finale, a distanza di 6 anni dall'ultima volta[10], al torneo di Tashkent, dove trionfò nel 2008; tuttavia, viene sconfitta da Alison Van Uytvanck.[11] Chiude l'anno con un secondo turno al torneo di Lussemburgo.

Stile di giocoModifica

Sorana è una giocatrice aggressiva e con un buon servizio. Spesso giocando con colpi forti commette molti errori ma anche molti vincenti. Non è molto rapida, ma riesce a muoversi con passi lunghi e legge bene il gioco. È anche una buona giocatrice di doppio nonostante il suo tipo di gioco non le permette di andare a rete molto spesso.

Statistiche WTAModifica

SingolareModifica

Vittorie (1)Modifica

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Tier I (0) Premier Mandatory (0)
Tier II (0) Premier 5 (0)
Tier III (0) Premier (0)
Tier IV (1) International (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria Punteggio
1. 5 ottobre 2008   Tashkent Open, Tashkent Cemento   Sabine Lisicki 2-6, 6-4, 7-6(4)

Sconfitte (3)Modifica

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Tier I (0) Premier Mandatory (0)
Tier II (0) Premier 5 (1)
Tier III (1) Premier (0)
Tier IV (0) International (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria Punteggio
1. 29 aprile 2007   Budapest Grand Prix, Budapest Terra rossa   Gisela Dulko 7-6(2), 2-6, 2-6
2. 11 agosto 2013   Rogers Cup, Toronto Cemento   Serena Williams 2-6, 0-6
3. 28 settembre 2019   Tashkent Open, Tashkent Cemento   Alison Van Uytvanck 2-6, 6-4, 4-6

DoppioModifica

Vittorie (5)Modifica

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Tier I (0) Premier Mandatory (0)
Tier II (0) Premier 5 (0)
Tier III (1) Premier (0)
Tier IV (1) International (3)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 5 maggio 2008   Grand Prix SAR La Princesse Lalla Meryem, Fès Terra rossa   Anastasija Pavljučenkova   Alisa Klejbanova
  Ekaterina Makarova
6-2, 6-2
2. 18 ottobre 2008   Fortis Luxembourg Championships, Lussemburgo Cemento (i)   Marina Eraković   Vera Duševina
  Marija Korytceva
2-6, 6-3, [10-8]
3. 8 maggio 2010   Estoril Open, Estoril Terra rossa   Anabel Medina Garrigues   Vitalija D'jačenko
  Aurélie Védy
6-1, 7-5
4. 27 agosto 2011   Texas Tennis Open, Dallas Cemento   Alberta Brianti   Alizé Cornet
  Pauline Parmentier
7-5, 6-3
5. 14 aprile 2019   Ladies Open Lugano, Lugano Terra rossa   Andreea Mitu   Veronika Kudermetova
  Galina Voskoboeva
1-6, 6-2, [10-8]

Sconfitte (5)Modifica

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Tier I (0) Premier Mandatory (0)
Tier II (1) Premier 5 (0)
Tier III (0) Premier (0)
Tier IV (0) International (4)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 23 agosto 2008   Pilot Pen Tennis, New Haven Cemento   Monica Niculescu   Květa Peschke
  Lisa Raymond
6-4, 5-7, [7-10]
2. 19 aprile 2009   Barcelona Ladies Open, Barcellona Terra rossa   Andreja Klepač   Nuria Llagostera Vives
  María José Martínez Sánchez
6-3, 2-6, [8-10]
3. 30 aprile 2009   Grand Prix SAR La Princesse Lalla Meryem, Fès Terra rossa   Marija Kirilenko   Alisa Klejbanova
  Ekaterina Makarova
3-6, 6-2, [8-10]
4. 11 luglio 2010   GDF SUEZ Grand Prix, Budapest Terra rossa   Anabel Medina Garrigues   Timea Bacsinszky
  Tathiana Garbin
3-6, 3-6
5. 12 ottobre 2014   Tianjin Open, Tianjin Cemento   Andreja Klepač   Alla Kudrjavceva
  Anastasija Rodionova
7-6(6), 2-6, [8-10]

Statistiche ITFModifica

SingolareModifica

Vittorie (8)Modifica

Torneo $100.000 (2)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (1)
Torneo $25.000 (2)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (3)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 30 ottobre 2005   Porto Santo Ladies Open, Porto Santo Cemento   Pauline Wong 6-2, 7-6(3)
2. 19 febbraio 2006   Albufeira Ladies Open, Albufeira Cemento   Chayenne Ewijk 6-0, 7-5
3. 14 maggio 2006   Trofeul Supradyn, Bucarest Terra rossa   Simona Iulia Matei 6-2, 2-6, 7-5
4. 5 agosto 2007   Gaz de France Stars, Bucarest Terra rossa   Alexandra Dulgheru 6-4, 6-3
5. 8 maggio 2011   Open GDF SUEZ de Cagnes-sur-Mer Alpes-Maritimes, Cagnes-sur-Mer Terra rossa   Pauline Parmentier 6(5)-7, 6-2, 6-2
6. 25 settembre 2011   Open GDF SUEZ de Bretagne, Saint-Malo Terra rossa   Sílvia Soler Espinosa 6-2, 6-2
7. 23 ottobre 2011   Open GDF Suez Région Limousin, Limoges Cemento (i)   Sofia Arvidsson 6-2, 6-2
8. 31 gennaio 2016   Circuito Feminino Future de Tênis, Bertioga Cemento   Catalina Pella 6-1, 6(4)-7, 6-3

Sconfitte (7)Modifica

Torneo $100.000 (2)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (3)
Torneo $25.000 (1)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 7 maggio 2006   Trofeul Mc'Donalds, Bucarest Terra rossa   Ioana Raluca Olaru 6-1, 4-6, 1-6
2. 11 novembre 2007   MTB Bank, Minsk Cemento (i)   Evgenija Rodina 1-6, 1-6
3. 5 maggio 2008   Gaz De France Stars, Bucarest Terra rossa   Petra Cetkovská 6(5)-7, 6(3)-7
4. 6 luglio 2008   International Country Cuneo, Cuneo Terra rossa   Tathiana Garbin 3-6, 1-6
5. 14 settembre 2009   Vogue Athens Open, Atene Terra battuta   Lourdes Domínguez Lino 4-6, 4-6
6. 3 ottobre 2010   Lexus of Las Vegas Open, Las Vegas Cemento   Varvara Lepchenko 2-6, 2-6
7. 24 gennaio 2016   Circuito Feminino Future de Tênis, Guaruja Cemento   Montserrat González 6-1, 6(5)-7, 2-6

DoppioModifica

Vittorie (9)Modifica

Torneo $100.000 (1)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (3)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (5)
N. Data Torneo Superficie Partner Rivali in finale Risultato
1. 29 agosto 2004   Nastase Trophy Timisoara, Timișoara Terra rossa   Gabriela Niculescu   Lenore Lazaroiu
  Ioana Raluca Olaru
6-1, 2-6, 6-2
2. 5 settembre 2004   Trofeul Ilie Nastase, Arad Terra rossa   Gabriela Niculescu   Jevgenija Savranskj
  Sandra Záhlavová
6–2, 6-2
3. 16 ottobre 2005   Porto Santo Ladies Open, Porto Santo Cemento   Alexandra Orăşanu   Diana Eriksson
  Nadja Roma
5-7, 7-5, 6-4
4. 23 ottobre 2005   Porto Santo Ladies Open, Porto Santo Cemento   Alexandra Orăşanu   Hannah Kuervers
  Imke Kusgen
6(2)-7, 6-4, 6-0
5. 7 maggio 2006   Trofeul Mc'Donalds, Bucarest Terra rossa   Gabriela Niculescu   Simona Iulia Matei
  Ioana Raluca Olaru
6-4, 0-6, 7-6(3)
6. 24 settembre 2006   Torneo Internacional Ciudad de Alcorcón, Madrid Cemento   Katie O'Brien   Céline Cattaneo
  Gaëlle Widmer
6-4, 6-4
7. 17 marzo 2007   Ciudad de Las Palmas, Las Palmas de Gran Canaria Cemento   Mădălina Gojnea   Claire Curran
  Melanie South
4-6, 7-6(5), 6-4
8. 5 agosto 2007   Gaz de France Stars, Bucarest Terra rossa   Ágnes Szatmári   Mihaela Buzărnescu
  Monica Niculescu
w/o
9. 14 settembre 2008   Vogue Athens Open, Atene Terra rossa   Galina Voskoboeva   Kristina Barrois
  Julia Schruff
6-2, 6-4

Sconfitte (7)Modifica

Torneo $100.000 (1)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (1)
Torneo $25.000 (2)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (3)
N. Data Torneo Superficie Partner Rivali in finale Risultato
1. 7 agosto 2005   Trofeul Euro Fly Taxi, Bucarest Terra rossa   Bianca Ioana Bonifate   Corina Claudia Corduneanu
  Ioana Raluca Olaru
1-6, 1-6
2. 19 febbraio 2006   Albufeira Ladies Open, Albufeira Cemento   Polona Rebersak   Emilie Bacquet
  Chayenne Ewijk
4-6, 4-6
3. 14 maggio 2006   Trofeul Supradyn, Bucarest Terra rossa   Diana Enache   Gabriela Niculescu
  Monica Niculescu
3-6, 0-6
4. 29 ottobre 2006   Cumhuriyet Kizlari, Istanbul Cemento (i)   Katie O'Brien   Mervana Jugić-Salkić
  Ipek Senoglu
w/o
5. 18 febbraio 2007   Stockholm Ladies, Stoccolma Cemento (i)   Melanie South   Danka Krstajić
  Ol'ga Panova
2-6, 6-0, 2-6
6. 5 maggio 2008   Gaz de France Stars, Bucarest Terra rossa   Ágnes Szatmári   Petra Cetkovská
  Hana Sromová
4-6, 5-7
7. 4 luglio 2010   International Country Cuneo, Cuneo Terra rossa   Andreja Klepač   Eva Birnerová
  Lucie Hradecká
6-3, 4-6, [8-10]

Grand Slam JuniorModifica

DoppioModifica

Sconfitte (1)Modifica

Tornei del Grande Slam
Australian Open (0)
Open di Francia (1)
Torneo di Wimbledon (0)
US Open (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 9 giugno 2007   Open di Francia, Parigi Terra rossa   Alexa Glatch   Ksenija Milevskaja
  Urszula Radwańska
1-6, 4-6

Risultati in progressioneModifica

Legenda
 V   F  SF QF #T RR Q#  A  Z# PO  O   F-A  SF-B ND

(V) Torneo vinto; raggiunto (F) finale, (SF) semifinale, (QF) quarti di finale, (#T) turni 4, 3, 2, 1; (RR) round - robin; (Q#) Turno di qualificazione; (A) assente dal torneo; (Z#) Zona gruppo Coppa Davis/Fed Cup (con indicazione numero); (PO) play-off Coppa Davis o Fed Cup; vinto un (O) oro, (F-A) argento o (SF-B) bronzo ai Giochi Olimpici; (ND) torneo non disputato.

SingolareModifica

Torneo 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 V–S
Tornei del Grande Slam
Australian Open A A 1T 1T 2T 2T 3T 3T 1T 1T A 4T 2T 1T 10–11
Open di Francia A A 2T QF 1T 3T 1T 3T 3T Q3 1T 2T 1T 2T 13–11
Wimbledon A Q2 2T 3T 1T 1T 3T 2T 1T Q2 1T 3T 2T 1T 9–11
US Open A Q1 2T 3T 1T 1T 2T 2T 2T Q3 1T 2T 2T 3T 10–11
Vittorie-sconfitte 0–0 0–0 3–4 8–4 1–4 3–4 5–4 6–4 3–4 0–1 0–3 7–4 3–4 3–4 42–44

DoppioModifica

Torneo 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 V–S
Tornei del Grande Slam
Australian Open A 2T 1T 2T 1T 1T 1T A A 1T 3T 2T 5–9
Open di Francia 3T 1T 1T 1T 1T 2T 1T A A 1T 3T A 5–9
Wimbledon 2T 2T A 3T 1T 1T A A A A 1T 2T 5–7
US Open 2T 3T 2T 2T 1T 1T 2T A A 3T 1T A 8–9
Vittorie-sconfitte 4–3 4–4 1–3 4–4 0–4 1–4 1–3 0–0 0–0 2–3 4–4 2–2 23–34

Doppio mistoModifica

Torneo 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 V–S
Tornei del Grande Slam
Australian Open A A A A A A A 0–0
Open di Francia 1T A A A A A A 0–1
Wimbledon A A A A A A A 0–0
US Open A A A A A A A 0–0
Vittorie-sconfitte 0–1 0–0 0–0 0–0 0–0 0–0 0–0 0–1

Vittorie contro giocatrici Top 10Modifica

Stagione 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 Totale
Vittorie 2 3 1 0 3 4 1 0 30 1 0 0 0 15
# Giocatrice Ranking Evento Superficie Turno Punteggio
2008
1.   Jelena Janković 4   Fed Cup, Budapest Sintetico RR 6-3, 3-6, 6-4
2.   Anna Chakvetadze 6   Volvo Car Open, Charleston Terra battuta 2T 6-3, 1-6, 6-2
2009
3.   Caroline Wozniacki 10   Open di Francia, Parigi Terra battuta 3T 7-6(3), 7-5
4.   Jelena Janković 5   Open di Francia, Parigi Terra battuta 4T 3-6, 6-0, 9-7
5.   Caroline Wozniacki 8   East West Bank Classic, Carson Cemento 1T 1-6, 6-4, 7-6(5)
2010
6.   Francesca Schiavone 6   Nature Valley International, Eastbourne Erba 1T 7-5, 6-3
2012
7.   Samantha Stosur 5   Australian Open, Melbourne Cemento 1T 7-6(3), 6-3
8.   Vera Zvonareva 8   Thailand Open, Bangkok Cemento QF 2-6, 6-4, 2-2 rit.
9.   Marion Bartoli 7   Mutua Madrid Open, Madrid Terra battuta 1T 6(6)-7, 6-4, 6-3
2013
10.   Angelique Kerber 6   Miami Open, Miami Cemento 3T 6-4, 6-0
11.   Caroline Wozniacki 10   Rogers Cup, Toronto Cemento 3T 4-6, 7-6(0), 6-4
12.   Petra Kvitova 7   Rogers Cup, Toronto Cemento QF 4-6, 7-5, 6-2
13.   Li Na 5   Rogers Cup, Toronto Cemento SF 6-1, 7-6(5)
2014
14.   Sara Errani 10   Dubai Tennis Championships, Dubai Cemento 2T 6-2, 5-7, 6-1
2017
15.   Karolína Plíšková 4   China Open, Pechino Cemento 3T 6-1, 7-5

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica