Apri il menu principale

Sorgenti d'oro

film del 1937 diretto da Rouben Mamoulian

TramaModifica

Pennsylvania, 1859. Sally Watterson e suo padre sono due imbonitori costretti a fermarsi in una piccola città dopo che il loro carrozzone-abitazione è andato distrutto in un incendio. Vengono accolti dalla signora Cortlandt e da suo nipote Peter, che dopo aver scoperto un giacimento petrolifero sta cercando di creare un oleodotto usando apparecchi di propria invenzione. Sally e Peter presto si innamorano e si sposano, ma il giacimento inizia ad attirare affaristi e profittatori e la battaglia che Peter intraprende per difendere i propri diritti rischia di mandare all'aria il matrimonio.

ProduzioneModifica

Le riprese cominciarono il 6 gennaio 1937 a Chino in California, nella Contea di San Bernardino, con la presenza di oltre 3000 comparse.[1] Secondo quanto riportato all'epoca da The Hollywood Reporter, a metà gennaio la troupe fu costretta ad abbandonare la location a causa di un'epidemia d'influenza e del fumo dei candelotti fumogeni presenti nei frutteti circostanti. La lavorazione riprese i primi di febbraio, quando furono girate alcune scene aggiuntive da Mitchell Leisen, sebbene il regista non risulti accreditato.[1] Il resto del film fu girato nei Paramount Studios di Hollywood e le riprese terminarono nel maggio 1937.[2]

DistribuzioneModifica

La première di Sorgenti d'oro si tenne al cinema Astor Theater di New York il 21 luglio 1937.[3]

Nel 1987 è stato proiettato alla 37ª edizione del Festival di Berlino, in una retrospettiva dedicata a Rouben Mamoulian.[4]

Date di uscitaModifica

  • USA (High, Wide and Handsome) - 21 luglio 1937
  • Finlandia (Kultainen unelma) - 24 ottobre 1937
  • Svezia (Svart guld) - 27 ottobre 1937
  • Paesi Bassi (Vloeibaar goud) - 3 dicembre 1937
  • Francia (La furie de l'or noir) - 13 gennaio 1938
  • Danimarca (Livet i flammer) - 15 gennaio 1938
  • Belgio (La furie de l'or noir) - 21 gennaio 1938
  • Portogallo (A Fúria do Oiro Negro) - 2 marzo 1938
  • Ungheria (Asszony a viharban) - 7 aprile 1938
  • Spagna (La furia del oro negro) - 26 febbraio 1945

CriticaModifica

Sul New York Times, Frank S. Nugent giudicò il film «uno spettacolo sontuosamente prodotto, grandioso e melodioso... tra i migliori della stagione»,[5] mentre Russell Maloney scrisse su The New Yorker che «la gestione della storia da parte di Mamoulian lascia a desiderare... ma l'effetto generale del film è piacevole».[6] Più critica fu la rivista Variety, che riscontrò «troppo sentimentalismo hollywoodiano», ritenendo che il film «vacilla man mano che va avanti e finisce in un caos melodrammatico di scazzottate, malvagità e imbrogli che sa di cinema seriale».[7]

Colonna sonoraModifica

Nel film sono presenti i seguenti brani, scritti da Jerome Kern e Oscar Hammerstein II:[8]

  • High, Wild and Handsome, Can I Forget You? e The Folks, Who Live On the Hill, eseguite da Irene Dunne
  • The Things I Want, eseguita da Dorothy Lamour
  • Allegheny Al, eseguita da Irene Dunne e Dorothy Lamour
  • Will You Marry Me Tomorrow, Maria?, eseguita da William Frawley

NoteModifica

  1. ^ a b High, Wide and Handsome (1937) - Notes, www.tcm.com. URL consultato il 21 maggio 2018.
  2. ^ Sorgenti d'oro - Filming & Production, www.imdb.com. URL consultato il 21 maggio 2018.
  3. ^ High, Wide and Handsome (1937) - Original Print Information, www.tcm.com. URL consultato il 21 maggio 2018.
  4. ^ Retrospective - High, Wide and Handsome, www.berlinale.de. URL consultato il 21 maggio 2018.
  5. ^ Holston (2013), p. 88.
  6. ^ (EN) Russell Maloney, The Current Cinema, in The New Yorker, 31 luglio 1937.
  7. ^ (EN) Film Reviews, in Variety, 28 luglio 1937.
  8. ^ Sorgenti d'oro - Soundtracks, www.imdb.com. URL consultato il 21 maggio 2018.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema