Apri il menu principale

Sovraccarico sensoriale

Sovrastimolazione dei sensi

Si parla di sovraccarico sensoriale quando uno o più sensi del corpo percepisce una sovrastimolazione dall'ambiente esterno, che può essere naturale (ad esempio esposizione a forti raffiche di vento) o indotta artificialmente (ad esempio esposizione ai forti rumori di un cantiere o costrizione in tecniche di tortura). Ci sono molti elementi ambientali che influenzano un individuo: alcuni esempi sono rappresentati da urbanizzazione, affollamento, rumore, mass media e tecnologia.[1][2][3]

SintomiModifica

Esiste una folta varietà di sintomi che sono considerati associati al sovraccarico sensoriale e che possono verificarsi sia nei bambini che negli adulti. Tra questi sintomi si annoverano:

  • irritabilità
  • rifiuto di collaborazione e/o interazione
  • evitare di toccare o di essere toccati
  • sovraeccitazione
  • evitare il contatto visivo
  • lamentarsi di rumori che non infastidiscono gli altri
  • difficoltà di concentrazione
  • cambiare costantemente attività senza portare a termine la precedente
  • ipersensibilità al tocco, al movimento, alla luce e ai suoni
  • difficoltà nelle interazioni sociali
  • livelli di attività estremamente alti o bassi[1]
  • tensione muscolare
  • agitazione e inquietudine
  • insonnia e/o fatica[4]

NoteModifica