Apri il menu principale

Sovrani di Sassonia

lista di un progetto Wikimedia

Duchi di SassoniaModifica

L'originale Ducato di Sassonia comprendeva i territori delle popolazioni sassoni del nord-ovest dell'attuale Germania, nell'attuale stato della Bassa Sassonia e della Vestfalia, non corrispondenti al moderno stato della Sassonia.

Primi duchiModifica

Dinastia degli HattonidiModifica

Dinastia Ottoniana o LiudolfingiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Dinastia ottoniana di Sassonia.

Dinastia dei BillunghiModifica

Dinastia di SupplinburgoModifica

Dinastia dei GuelfiModifica

Dinastia degli AscanidiModifica

Dinastia dei GuelfiModifica

Con la definitiva caduta dei Guelfi nel 1180, il Ducato di Sassonia venne ridotto a territorio dell'Impero. la Vestfalia passò all'Arcivescovo di Colonia mentre i ducati di Brunswick e Lüneburg rimasero ai Guelfi. I duchi della dinastia degli Ascanidi avevano posto la loro base ad est, presso il fiume Elba, il cui risultato fu uno spostamento della Sassonia verso est.

Dinastia degli AscanidiModifica

Alla morte di Alberto II, i suoi figli Giovanni ed Alberto dapprima governarono assieme. Tempo dopo, nel 1272, divisero i loro territori, creando i ducati di Sassonia-Lauenburg e Sassonia-Wittenberg.

Dal momento che il Duca di Sassonia era considerato un Principe-Elettore e come tale aveva il potere di eleggere ed essere eletto dall'Imperatore, si crearono notevoli conflitti tra le linee di Lauenburg e Wittenberg tanto che nel 1314 entrambe le linee si trovarono schierate opposte per l'elezione. I duchi di Sassonia-Wittenberg riuscirono ad avere la meglio e ottennero l'eletterato nel 1356 dopo la promulgazione della Bolla d'Oro. Per distinguerli da altri rami con lo stesso titolo, vengono comunemente indicati col nome di Elettori di Sassonia.

Duchi di Sassonia-LauenburgModifica

A Giovanni succedettero i suoi tre figli, che in un primo momento governarono assieme sino al 1305:

Nel 1305 i fratelli divisero l'eredità tra di loro, creando le linee di Bergedorf-Mölln e di Ratzeburg-Lauenburg.

Linea di Bergedorf-MöllnModifica

Linea di Ratzeburg-LauenburgModifica

La dinastia ascanide governò Lauenburg sino al 1689, ma in precedenza la linea di Lauenburg cedette definitivamente l'elettorato ai Wittenberg nel 1356 e non riuscì ad ottenere l'elettorato nel 1422, riconoscendo la linea di Lauenburg come Ducato di Sassonia.

Duchi di Sassonia-WittenbergModifica

Dinastia WettinModifica

Il Ramo Albertino era il ramo più giovane della dinastia Wettin degli Elettori di Sassonia, che governarono il Nord della Turingia e a Sud di Meissen sin quando non vennero rimpiazzati dal ramo maggiore degli "Ernestini" che governarono gran parte della Sassonia dal 1547.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tavole genealogiche della Casa di Wettin.
Duchi di Sassonia
Dinastia Wettin, linea Albertina
Immagine Nome Regno Note
  Alberto 1464-1500 Figlio minore di Federico II di Sassonia. Divise le terre di Sassonia, incluse Turingia e Meissen, con il fratello Ernesto nel 1485.
  Giorgio 1500-1539 Figlio di Alberto. Opposto a Martin Lutero.
  Enrico IV il Pio 1539-1541 Fratello di Giorgio. Introdusse il protestantesimo nella Sassonia albertina.
  Maurizio 1541-1553 Figlio di Enrico IV. Divenne Elettore nel 1547.

Duchi di Sassonia del Ramo ErnestinoModifica

A seguito della caduta degli Albertini, il Ramo Ernestino dei Wettin continuò a governare il sud della Turingia col titolo di "Duchi di Sassonia", ma le loro terre vennero di fatto divise in molti, piccoli stati, detti appunto "Ducati ernestini". Di questi, il Sassonia-Weimar-Eisenach, il Sassonia-Coburgo-Gotha, il Sassonia-Meiningen e il Sassonia-Altenburg sopravvissero sino al 1918. Divennero Elettori di Sassonia (segue l'elenco degli Elettori di Sassonia)

Elettori di SassoniaModifica

La Bolla d'Oro del 1356 confermava i diritti a partecipare all'elezione dell'Imperatore del Sacro Romano Impero ai duchi di Sassonia della dinastia dei Sassonia-Wittenberg, eredità conseguita poi dal Ramo Ernestino.

Elettori di Sassonia
Dinastia degli Ascanidi
Immagine Nome Regno Note
  Rodolfo I 1356
  Rodolfo II 1356-1370 Figlio del precedente.
  Venceslao 1370-1388 Fratello del precedente.
  Rodolfo III 1388-1419 Figlio del precedente.
  Alberto III 1419-1422 Fratello del precedente.
Dinastia dei Wettin
Immagine Nome Regno Note
  Federico I 1423-1428 Dopo che la linea dei Wittenberg della dinastia degli Ascanidi, l'elettorato venne dato a Federico, Margravio di Meißen e Langravio di Turingia, della Casa di Wettin.
  Federico II 1428-1464 Figlio di Federico I. Governò la Sassonia coi fratello, ma restò l'unico erede dell'eletorato. Padre di Ernesto e Alberto, fondatori delle linee sassoni Ernestina e Albertina.
Linea Ernestina
  Ernesto 1464-1486 Figlio di Federico II, divise la Sassonia con il fratello Alberto, ottenendo per sé Wittenberg, il nord di Meissen, e il sud della Turingia. Ereditò la Turingia nel 1482 e governò con Alberto sino al 1485.
  Federico III 1486-1525 Figlio di Ernesto. Protettore di Martin Lutero, ma fervente cattolico.
  Giovanni 1525-1532 Fratello di Federico III. Legalizzò il protestantesimo nei suoi territori nel 1527.
  Giovanni Federico I 1532-1547 Figlio di Giovanni di Sassonia. Detto il Magnanimo. Privato del Ducato da Carlo V per il suo ruolo nella Guerra di Smalcalda. Morì nel 1554.
Linea Albertina
  Maurizio 1547-1553 Secondo cugino di Giovanni Federico, nipote di Alberto. Contro il luteranesimo, fu alleato di Carlo V contro la Lega Scamalcadica. Ottenne l'elettorato dalla linea Albertina nel 1547 sopo la vittoria di Carlo V nella Battaglia di Mühlberg.
  Augusto I 1553-1586 Fratello di Maurizio. Riconosciuto elettore da Giovanni Federico nel 1554.
  Cristiano I 1586-1591 Figlio di Augusto I.
  Cristiano II 1591-1611 Figlio di Cristiano I.
  Giovanni Giorgio I 1611-1656 Fratello di Cristiano II, governò durante la Guerra dei Trent'anni, durante la quale fu alleato contemporaneamente di Ferdinando II d'Asburgo e di Gustavo II Adolfo di Svezia.
  Giovanni Giorgio II 1656-1680 Figlio di Giovanni Giorgio I.
  Giovanni Giorgio III 1680-1691 Figlio di Giovanni Giorgio II.
  Giovanni Giorgio IV 1691-1694 Figlio di Giovanni Giorgio III.
  Federico Augusto I 1694-1733 Fratello di Giovanni Giorgio IV. Convertitosi al cattolicesimo nel 1697 di modo da ottenere la corona del Regno di Polonia. Ottenne la corona polacca nel 1697, opponendosi a Stanislao Leszczyński 1704, ma venne forzato a rinunciare al trono nel 1706, ritornandovi come monarca nel 1709 sino alla sua morte. È detto il Forte.
  Federico Augusto II 1733-1763 Figlio di Federico Augusto I. Si convertì al cattolicesimo nel 1721. Re di Polonia 1734-1763. Detto il Grasso o (in Polonia) il Sassone.
  Federico Cristiano ottobre-dicembre 1763 Figlio di Federico Augusto II, crebbe cattolico.
  Federico Augusto III 1763-1806 Figlio di Federico Cristiano. Il suo elettorato terminò con la caduta del Sacro Romano Impero nel 1806, e divenne Re di Sassonia.

Re di SassoniaModifica

Il Sacro Romano Impero vaca l'autorità imperiale dal 1806. L'Elettorato di Sassonia, alleato di Napoleone I, anticipò la sua dissoluzione proclamandosi Regno indipendente di Sassonia nel 1806.

Re di Sassonia
Dinastia Wettin
Immagine Nome Regno Note
  Federico Augusto I 1806-1827 Duca di Varsavia 1807-1813
  Antonio 1827-1836 Fratello di Federico Augusto I.
  Federico Augusto II 1836-1854 Nipote di Antonio.
  Giovanni 1854-1873 Fratello di Federico Augusto II.
  Alberto 1873-1902 Figlio di Giovanni.
  Giorgio 1902-1904 Fratello di Alberto.
  Federico Augusto III 1904-1918 Figlio di Giorgio. Ultimo Re di Sassonia. Perse il trono nell'ambito della rivoluzione tedesca del 1918.