Apri il menu principale

I Sovrani italiani furono numerosi, considerando le entità territoriali politiche e indipendenti esistite nella penisola italiana dall'inizio del Medioevo fino alla proclamazione del Regno d'Italia, avvenuta nel 1861.

Di seguito è riportato l'elenco parziale di questi sovrani italiani, organizzati per data, dal Medioevo sino all'unità d'Italia.

Tra parentesi, ove indicate, le dinastie regnanti.

Indice

Regni barbariModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Regno longobardo, Esarcato d'Italia, Regno d'Italia (493-553) e Stato Pontificio.
 
Mappa politica dell'Italia nell'anno 1000
 
Mappa politica dell'Italia meridionale nel 1112.

Regno di OdoacreModifica

Re del regno ostrogotoModifica

Re del regno longobardoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Sovrani longobardi.

Re dell'Esarcato d'ItaliaModifica

Dal Al Esarca[1] Imperatore di Bisanzio Descrizione
584? 584? Decio? Maurizio Patrizio attestato in una lettera di Papa Pelagio II datata 584; diversi studiosi l'hanno identificato con l'innominato esarca menzionato nella medesima lettera.
585 588/589 Smaragdo Maurizio Si rese noto per la sua durezza nei confronti degli scismatici tricapitolini della Venezia, a causa della quale fu richiamato a Costantinopoli.
588? 589/590 Giuliano Maurizio Attestato in un'iscrizione il 31 marzo 589; null'altro si sa di lui; il suo mandato durò comunque pochi mesi.
589/590 595/597 Romano Maurizio Tentò, in alleanza con i Franchi, di sottomettere i Longobardi. Ebbe contrasti di natura dottrinale e politica con Papa Gregorio Magno (590-604).
596/597 602/603 Callinico Maurizio Persuaso da Papa Gregorio, firmò una tregua biennale con i Longobardi (598). Nel 601/602 fece prigionieri a Parma parenti di re Agilulfo, provocando una guerra con i Longobardi con numerose sconfitte per i Bizantini. Richiamato a Costantinopoli per le numerose sconfitte.
603 608 Smaragdo Foca Al suo secondo mandato, firmò una tregua con i Longobardi, che venne rinnovata di anno in anno. L'ultima volta che viene attestato come esarca è il 608, quando edificò una colonna in onore di Foca. Si ignora quando ebbe termine il suo mandato, plausibilmente con l'elevazione di Eraclio a imperatore (610).
608? 613? Fozio? Foca/Eraclio Menzionato nella vita agiografica di San Teodoro di Sykeon come esarca, probabilmente lo fu tra la fine del regno di Foca e l'inizio del regno di Eraclio. Nulla si sa di lui.
615? 615? Giovanni I Eraclio Ucciso nel 616 da una rivolta (probabilmente dell'esercito) scoppiata a Ravenna.
616 619 Eleuterio Eraclio Sedò con durezza le rivolte scoppiate a Ravenna e a Napoli. Combatté con insuccesso i Longobardi condotti dal duca Sundrarit. Usurpò la porpora e tentò di marciare su Roma per farsi incoronare Imperatore d'Occidente dal Papa, ma fu ucciso presso Castrum Luceolis da soldati fedeli a Eraclio (619/620).
619 625 Gregorio? Eraclio Paolo Diacono narra di un patrizio Gregorio che uccise a tradimento i duchi del Friuli Caco e Tasone. Dato che gli esarchi detenevano di norma il titolo di patrizio, è possibile che tale Gregorio fosse stato un esarca.
625 643 Isacio Eraclio Trattò con estrema durezza il papato, punendolo per essersi opposto alla politica religiosa imperiale sequestrando il tesoro papale custodito nel Laterano (640). Tentò di opporsi invano alla politica espansionistica di Re Rotari, venendo probabilmente ucciso nella Battaglia dello Scultenna (643).
643 645? Teodoro I Costante II Inviato dall'Imperatore in Italia dopo il decesso di Isacco. Sostituito nel 645 da Platone.
645? 648? Platone Costante II Poco si sa del suo mandato. Richiamato a Costantinopoli nel 649.
649 652 Olimpio Costante II Su ordini dell'Imperatore, tentò di assassinare il Pontefice, ma fallì. Subito dopo si rivoltò all'Imperatore separando l'Italia dall'Impero. La rivolta finì nel 652 quando l'esarca ribelle, recatosi in Sicilia per combattere gli Arabi, perì per via di un'epidemia.
653 666? Teodoro I Costante II Al suo secondo mandato, arrestò Papa Martino I e lo deportò a Costantinopoli per farlo processare per tradimento. Si ignora quando terminò il suo mandato ma esso ebbe termine poco prima il 666, quando è attestato come esarca Gregorio.
666 678 Gregorio I (o II?) Costante II/Costantino IV Ricevette dall'Imperatore un diploma che concedeva alla Chiesa Ravennate l'autocefalia (666).
678 686/687 Teodoro II Costantino IV Durante il suo mandato, ebbe termine l'autocefalia e l'Impero si riconciliò con il papato, condannando il monotelismo come eresia (680).
687 701? Giovanni II Giustiniano II Era esarca nel 687 quando tentò di imporre come Papa Pasquale, che gli aveva promesso 100 libbre d'oro. Null'altro si sa di lui, a parte gli avvenimenti del 687.
701 705? Teofilatto Giustiniano II Nel 702, recandosi a Roma dalla Sicilia, rischiò di essere ucciso dall'esercito esarcale in rivolta ma fu salvato dal Papa che riuscì a calmare i rivoltosi.
705? 710? Giovanni III Giustiniano II Resosi reo di aver ucciso alcuni ecclesiastici, venne ucciso in una rivolta scoppiata a Ravenna.
710? 713? Eutichio Filippico Il primo mandato di Eutichio è dubbio.[2]
713? ? Scolastico Leone III In carica dal 713 al 726 circa
725? 726/727? Paolo Leone III Tentò di ordire l'assassinio di Papa Gregorio II, reo di essersi opposto all'iconoclastia. Ucciso da una rivolta scoppiata a Ravenna.
727? 751 Eutichio Leone III/Costantino V Fu l'ultimo esarca. Sotto il suo mandato, sotto la spinta espansionistica dei re longobardi Liutprando e Astolfo, l'esarcato cadde in mano longobarda (751).

Nota: le date sono in molti casi approssimate, non sapendo per alcuni esarchi quando il loro mandato iniziò o finì con esattezza. Tra l'altro si ignora tuttora l'esatto numero degli esarchi che governarono l'Italia dal 584 al 751 (potrebbero essere stati ventiquattro) e di due di essi (Anastasio e Stefano) si ignora addirittura l'epoca del loro mandato, essendo noti unicamente da due sigilli.[3]

Duchi di NapoliModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ducato di Napoli.


Papi dello Stato PontificioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Lista dei papi.

Età carolingiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stati italiani dell'era carolingia, Regnum Italiae, Ducato di Benevento, Impero bizantino e Saraceni.

Re del Regno d'Italia (781-1014)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Re d'Italia.

Ducato di BeneventoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Duchi e principi di Benevento.

Domini bizantiniModifica

Insediamenti saraceniModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Governanti islamici di Sicilia, Frassineto, Emirato di Bari ed Emirato di Taranto.

Emiri di BariModifica

  • Khalfūn (847-852), appartenente alla tribù dei Banū Rabī‘a
  • Mufarraj ibn Sallām (852-871)
  • Sawdān (857-871)

Sovrani italiani attorno all'anno MilleModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Marca d'Ivrea, Marca di Torino, Marca obertenga, Marca di Verona e Ducato di Spoleto.

Marchesi d'IvreaModifica

Marchesi di TorinoModifica

Marchesi d'obertengaModifica

Marchesi di VeronaModifica

Conti di SavoiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Contea di Savoia e Tavole genealogiche di Casa Savoia.
 
Amedeo I
1016-1051
II conte di Savoia

1047-1051
 
Oddone I
1023-1057
III conte di Savoia

1051-1057
 
Amedeo II
1046-1080
V conte di Savoia

1078-1080
 
Pietro I
1048-1078
IV conte di Savoia

1057-1078
 
Umberto II
1065-1103
VI conte di Savoia

1080-1103
 
Amedeo III
1087-1148
VII conte di Savoia

1103-1148
 
Umberto III
1136-1189
VIII conte di Savoia

1148-1189
 
Tommaso I
1177-1233
IX conte di Savoia

1189-1233
 
Amedeo IV
1197-1253
X conte di Savoia

1233-1253
 
Tommaso II
1199-1259
XI conte di Savoia
[5]
1253-1259
 
Pietro II
1203-1268
XIII conte di Savoia

1263-1268
 
Filippo I
1207-1285
XIV conte di Savoia

1268-1285[6]
 
Bonifacio
1245-1263
XII conte di Savoia
[7]
1253-1263
 
Amedeo V
1249-1323
XV conte di Savoia

1285-1323[8]
 
Edoardo
1284-1329
XVI conte di Savoia

1323-1329
 
Aimone
1291-1343
XVII conte di Savoia

1329-1343
 
Amedeo VI
1334-1383
XVIII conte di Savoia

1343-1383
 
Amedeo VII
1360-1391
XIX conte di Savoia

1383-1391

Conti di CarpegnaModifica

Titolo Nome Dal Al Consorte
1 Conte Ugo di Carpegna 1213 1268 Guidolina di Guido di Bonconte
2 Conte Ramberto 1268 1307
3 Conte Rainaldo 1307 1359 Altachiara degli Onesti
4 Conte Nerio 1339 1362
5 Conte Bandino 1362 1406
6 Conte Giovanni I 1406 1431 Violante Malatesta di Rimini
7 Conte Lamberto o Ramberto 1431 1460 Caterina Saladini;
ramo Carpegna-Castellaccia
8 Conte Giovanni II 1460 1528 Berarda del Monte Santa Maria
9 Conte Orazio I 1528 1560 Livia Bartolini
10 Conte Giovanni III 1560 1570 Beatrice Landriani
11 Conte Orazio II 1570 1632 Camilla Passionei
12 Conte Francesco Maria I 1632 1665 Marzia Spada
13 Conte Muzio 1665 1688 Laura dal Pozzo
14 Conte Francesco Maria II 1688 1749 Giustina Ginevra Baldinotti
15 Conte Antonio 1749 1800 Anna Lombardi;
ramo Carpegna-Gabrielli
16 Conte Gaspare 1800
1814
1807
1819
Vittoria Brugiotti;
ultimo conte sovrano

Conti di PiobbicoModifica

Titolo Nome Dal Al Condomino e consorte
1 Conte Gentile Brancaleoni 1213 1235 sua moglie fu Isabella d'Acquaviva
2 Conte Montefeltrano 1235 1294 governò con il fratello Filippo, trisnipoti del capostipite Brancaleone;
sua moglie fu Francesca
3 Conte Pazzo 1318 1327 con il fratello Federico I (1319-56),
del secondo ramo;
sp. Madina di Mizia
4 Conte Monaldo 1327 1374 con Gerio (1356-65); sp. Isolta
5 Conte Antonio I 1374 1437 con Giovanni (+1479); sp. Anfiligia Gabrielli, Giovanna Ubaldini, Elisabetta Mastini
6 Conte Guido 1437 1484 con Giovanni e Manfredo (1479-99);
sp. Anfelice Novello della Rocca
7 Conte Roberto 1484 1538 con Federico II (1499-1545);
sp. Benvenuta Bandini
8 Conte Monaldo II 1538 1556 con Tomasso I (1545-52);
sp. Pantasilea Bourbon di Sorbello
9 Conte Antonio II 1556 1598 con Brancaleone (1552-1600);
sp. Laura Cappello
10 Conte Torquato 1598 1600 con Brancaleone; sp. Lavinia
11 Conte Giordano 1600 1625 con Tomasso II (1600-1616),
ultimo del secondo ramo;
sp. Lucrezia Brancaleoni
12 Conte Antonio III 1625 1657 celibe
13 Conte Giambattista 1657 1658 sp. Giulia Zambelli
14 Conte Francesco Giuseppe 1658 1715 sp. Virginia de' Luzi
15 Conte Pietro Maria 1715 1729 sp. Flaminia Lucrezia Valentini
16 Contessa Anna Giulia 9 luglio 1732 1763 sp. Ulderico Bonaventura
17 Conte Ulderico 1763 1773 Matterozzi Brancaleoni Bonaventura; celibe, poi sacerdote
18 Conte Antonio Francesco 1773 1808 sp. Cristina Leopardi
19 Conte Vito 20 marzo 1808 7 aprile 1808 senza prole, ultimo effettivo conte
20 Conte Alessandro 1812 disperso in Russia
21 Conte Apollinare 4 novembre 1814 6 luglio 1816 reggente (1812-1814)

Sovrani di CamerinoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ducato di Camerino, Varano (famiglia) e Camilla Battista da Varano.
Titolo Nome Regno Coniuge Note
Signore Gentile I da Varano 1259 circa - 1284 Alteruccia d'Altino
Signore Berardo I 1284 - 1325 Emma
Signore Rodolfo I 1284 - 1316 Galatea con Berardo I
Signore Gentile II 1325 - 1355 Gentilesca figlio di Berardo I
Signore Berardo II 1335 - 1341 Bellafiore Brunforte di San Ginesio associato al padre Gentile II, gli premorì
Signore Rodolfo II 1355 - 1384 Paolina di Mogliano,
Camilla Chiavelli
figlio di Berardo II
Signore Giovanni I 1384 - 1385
Signore Gentile III 1385 - 1399 Teodora Salimbeni fratello minore di Rodolfo II
Signore Rodolfo III 1399 - 1424 Elisabetta Malatesta,
Costanza Smeducci
Signore Piergentile 1424 - 1433 Elisabetta Malatesta
Signore Giovanni II 1424 - 1433 Bartolomea Smeducci con Piergentile
Signore Rodolfo IV 1444 - 1464 Camilla d'Este 1434-1444,
perdita della signoria e nascita della Repubblica di Camerino
Signore Giulio Cesare 1444 - 1502 Giovanna Malatesta con Rodolfo IV
Signore Venanzio 1502 - 1502 Maria Della Rovere governo di Cesare Borgia
Signore
Duca
Giovanni Maria 1502; 1504 - 1515
1515 - 1527
Caterina Cybo
duchessa reggente (1527-1535)
1515 inizio del ducato
Duchessa Giulia 1527 - 1539 Guidobaldo II Della Rovere,
duca di Urbino,
duca di Camerino (1534-1539)
1539 estinzione del ducato e consegna da parte di papa Paolo III al nipote Ottavio Farnese.

Sovrani di SpoletoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Duchi di Spoleto.

Principi di CapuaModifica

Contea di Capua (longobardi)Modifica

Principato longobardo di CapuaModifica

 
Il Principato di Capua nell'Italia dell'anno 1000.

Principato normanno di CapuaModifica

 
Il Principato di Capua nel 1112.

Principi di TarantoModifica

 
Emblema degli Angiò principi di Taranto.

Contea e Ducato di Puglia e CalabriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Conti e duchi di Puglia e Calabria.

Conti di AversaModifica

Principi di SalernoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Principi di Salerno.

Emiri e conti di SiciliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Governanti islamici di Sicilia ed Elenco dei conti e dei re di Sicilia.
Conte Immagine Nascita Matrimoni Morte
Ruggero
10711101
  1031
figlio di Tancredi d'Altavilla e Fredisenda
Giuditta d'Evreux
1061
4 figlie

Eremburga di Mortain
1077
7 figli

Adelaide del Vasto
1087
4 figli
1101
Mileto
a 70 anni
Simone
11011105
1093
figlio di Ruggero I di Sicilia ed Adelaide del Vasto
mai sposato 1105
Mileto
a 12 anni
Ruggero II
11051130
  22 dicembre 1095
Mileto
figlio di Ruggero I di Sicilia ed Adelaide del Vasto
Elvira di Castiglia
1117
6 figli

Sibilla di Borgogna
1149
2 figli

Beatrice di Rethel
1151
una figlia
26 febbraio 1154
Palermo
a 59 anni

Sovrani di GaetaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Sovrani di Gaeta.

Duchi di NapoliModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Duchi di Napoli.

Giudicati sardiModifica

Italia rinascimentaleModifica

Conti di MontechiarugoloModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Contea di Montechiarugolo.

Signori di Montechiarugolo (1406-1428)Modifica

elevata a Contea

Conti di Montechiarugolo (1428-1612)Modifica

occupazione francese (1500-1504)
la Contea passa al Ducato di Parma

Duchi di FerentilloModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ducato di Ferentillo.
Nome Periodo Consorte e Note
Dal Al
1 Conte Franceschetto Cybo 1484 1519 Maddalena de' Medici
2 Conte Lorenzo Cybo 1519 1549 Ricciarda Malaspina, marchesa di Massa
3 Conte
Duca
Alberico I Cybo-Malaspina 1549
1619
1619
1623
Elisabetta della Rovere, Isabella di Capua
4 Duca Carlo I Cybo-Malaspina 1623 1662 Brigida Spinola
5 Duca Alberico II Cybo-Malaspina 1662 1690 Fulvia Pico della Mirandola
6 Duca Carlo II Cybo-Malaspina 1690 1710 Teresa Pamphili
7 Duca Alberico III Cybo-Malaspina 1710 1715 Nicoletta Clotilde Grillo
8 Duca Alderano I Cybo-Malaspina 1715 1730 Ricciarda Gonzaga di Novellara;
vendette il feudo

Duchi di ParmaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Duchi di Parma, Ducato di Parma e Piacenza, Farnese e Borbone di Parma.

Duchi di SavoiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ducato di Savoia.
 

Ludovico
1413-1465
II Duca di Savoia

1440-1465
 

Amedeo IX[14]
1435-1472
III Duca di Savoia

1465-1472
 

Filiberto I
1465-1482
IV Duca di Savoia

1472-1482
 

Carlo I
1468-1490
V Duca di Savoia

1482-1490
 

Filiberto II
1480-1504
VIII Duca di Savoia

1497-1504
 

Carlo II
1486-1553
IX Duca di Savoia

1504-1553

Marchesi di SaluzzoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Marchesi di Saluzzo, Marchesato di Saluzzo, Del Vasto e Aleramici.

Marchesi del MonferratoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Marchesato del Monferrato e Paleologi.

Marchesi di FinaleModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Marchesato di Finale, Del Carretto e Aleramici.
Casa Del Carretto
Titolo Nome Dal Al Note
1 Marchese Enrico I 1162 1185 primo marchese di Finale
2 Marchese Enrico II 1185 1231
3 Marchese Giacomo 1231 1265
4 Marchese Antonio 1265 1313
5 Marchese Giorgio 1313 1359
6 Marchese Lazzarino I 1359 1392
7 Marchese Lazzarino II 1392 1412
8 Marchese Galeotto I 1412 1450 in esilio dal 5.2.1449[21]
9 Marchese Giovanni I 1450 1468 al potere dal 20.12
10 Marchese Galeotto II 1468 1482
11 Marchese Alfonso I 1482 1499
12 Marchese Carlo Domenico 1499 1514 Cardinale
13 Marchese Alfonso I 1514 1517
14 Marchese Giovanni II 1517 1535 dal 1517 al 1524 sotto tutela dello zio Ludovico
15 Marchese Alfonso II 1535 1583 al potere solo dal 1546 al 1558[22][23][24]
16 Marchese Alessandro 1583 1596 abate di Buonacomba;

in esilio[25]

17 Marchese Sforza Andrea 1596 1602 in esilio
Casa Asburgo di Spagna
Titolo Nome Dal Al Note
1 Re di Spagna Filippo III 1602 1621 investitura imperiale il 4 febbraio 1619
2 Re di Spagna Filippo IV 1621 1665 investitura imperiale il 19 febbraio 1639
3 Re di Spagna Carlo II 1665 1700

Marchesi di TorrigliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Marchesato di Torriglia.
titolo Nome Periodo Consorte e note
1 Marchese Andrea I Doria 1547-1560 Peretta Usodimare
2 Marchese Pagano 1560-1574 nipote di Andrea, morì giovane
3 Marchese Giovanni Andrea I 1574-1606 Zenobia Doria del Carretto;
fratello di Pagano
4 Marchese Andrea II 1606-1612 Giovanna Colonna, reggente (1612-1626)
5 Marchese Giovanni Andrea II 1612-1640 Maria Polissena Landi, principessa di Borgotaro, reggente (1641-1648)
6 Marchese Andrea III Doria Landi 1641-1654 Violante Lomellini, reggente (1654-1679)
7 Marchese Giovanni Andrea III 1654-1743 Anna Pamphili
8 Marchese
Principe
Giovanni Andrea IV
Doria Landi Pamphili
1743-1760
1760-1764
Maria Teresa Doria,
Eleonora Carafa
9 Principe Andrea IV 1764-1794 Leopolda di Savoia-Carignano
10 Principe Giovanni Andrea V 1794-5 agosto 1797 Teresa Orsini di Gravina;
ultimi principi sovrani

Principi di OnegliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Principato di Oneglia e Doria.

Marchesi di MantovaModifica

 
Gianfrancesco Gonzaga, primo marchese di Mantova
 
Federico II Gonzaga, V marchese e I duca di Mantova
 Lo stesso argomento in dettaglio: Marchesato di Mantova e Gonzaga.


1433-1444 Gian Francesco Gonzaga
sino al 1433 signore di Mantova
(1395-1444)
1444-1478 Ludovico II Gonzaga (1412-1478)
1478-1484 Federico I Gonzaga (1441-1484)
1484-1519 Francesco II Gonzaga (1466-1519)
1519-1530 Federico II Gonzaga
dal 1530 duca di Mantova
(1500-1540)

Marchesi di SolferinoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Marchesato di Solferino e Gonzaga.


*1511-1549: Aloisio Gonzaga (1494-1549)

sposò nel 1540 Caterina Anguissola
sposò nel 1568 Paola Martinengo
sposò nel 1605 Marcella Malaspina
sposò nel 1643 Isabella Martinengo delle Palle

Il marchesato perse la sua autonomia e fu inglobato nel Principato di Castiglione.

Marchesi di CastiglioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Marchesato di Castiglione, Marchesato di Medole e Gonzaga.


 
Ferrante Gonzaga, primo marchese di Castiglione
sposò nel 1566 Marta Tana di Santena
  • 1586-1593: Rodolfo II (1569-1593), secondo figlio dei precedenti (II marchese di Castiglione e III marchese di Castel Goffredo). (Il più anziano, Luigi Gonzaga (1568-1591), rinuncia ai suoi diritti, diventa geusita e sarà canonizzato)
sposò nel 1588 Elena Aliprandi, senza discendenza maschile
  • 1593-1616: Francesco (1577-1616), fratello del precedente (III marchese di Castiglione e I marchese di Medole)[26]
sposò nel 1598 Bibiana Von Pernstein
  • 1616-1636 : Luigi I (1611-1636), figlio dei precedenti (IV marchese di Castiglione e II marchese di Medole)
sposò Laura del Bosco Ventimiglia
sposò nel 1644 la principessa Olimpia Sforza di Caravaggio, senza discendenza maschile
  • 1675-1680: Principe Carlo (1616-1680), cugino del precedente (II principe di Castiglione e IV marchese di Medole)
sposò nel 1643 Isabella Martinengo
  • 1680-1707: Principe Ferdinando III (1648-1723), figlio dei precedenti (III principe di Castiglione e V marchese di Medole)
sposò nel 1680 la principessa Laura Pico della Mirandola

Principi vescovi di TrentoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Principi vescovi di Trento e Principato vescovile di Trento.

Principi vescovi di BressanoneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Principi-vescovi di Bressanone e Principato vescovile di Bressanone.

Conti di GoriziaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Gorizia (famiglia) e Contea di Gorizia.
Titolo Nome Periodo Consorte e note
Conte Mainardo I 1122-1139 Elisabetta di Schwarzenburg;

figlio di Mainardo il Giovane conte di Lurn e di Diemut di Spanheim; governò con il fratello Enghelberto I[27]

Conte Enrico I 1139-1147 Governò con il fratello Enghelberto II[28]
Conte Enghelberto II 1147-1191 Adelaide di Dachau
Conte Mainardo II il Vecchio 1191-1231 (1191-1219) che sposò Matilde di Schwarzenburg;

governò con il fratello Enghelberto III (1187-1220)[29]

Conte Mainardo III 1231-1258 Adelaide contessa del Tirolo; fu conte del Tirolo (I, 1254-1258)
Conte Mainardo IV di Tirolo-Gorizia 1258-1295 Elisabetta di Baviera;

conte del Tirolo (II)

Conte Alberto I di Gorizia 1258-1304 Eufemia di Slesia-Glogau, Diemoth di Belgrado;

fratello di Mainardo IV, ebbe Gorizia

Conte Enrico II 1304-1323 Beatrice da Camino, Beatrice di Baviera;

con il primogenito Mainardo V (+1318)

Conte Alberto II 1323-1327 Elisabetta d'Assia, Eufemia di Matsch;

con il nipote Giovanni Enrico (1323-1338)

Conte Alberto III 1327-38 Caterina di Cilli
Conte Mainardo VI 1374-1385 Caterina di Pfannberg, Utehild di Matsch;

con il fratello Enrico III (+1362), sposo di Ziliola da Carrara

Conte Enrico IV 1385-1454 Elisabetta di Cilli, Caterina Garay
Conte Leonardo 1454-1500 Geronima di Ilok, Paola Gonzaga;

con i fratelli Giovanni (+1462) e Lodovico (1457), rimase l'unico, ma, privo di eredi, ultimo conte di Gorizia

Signore di FerraraModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Signore di Ferrara, Este e Signoria di Ferrara.

Signore di RiminiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Signoria di Rimini e Malatesta.
 
Rimini ai tempi della signoria
 
La rocca di Verucchio
 
L'interno del Tempio Malatestiano

I Malatesta seguivano la numerazione dinastica all'interno della famiglia e a prescindere dai diversi rami.[30]

Ritratto Nome Signoria Coniuge Note
  Malatesta II da Verucchio 1295-1312 Concordia dei Pandolfini, Margherita Paltenieri figlio di Malatesta I, podestà di Pennabilli (1239-1249), e di Adelasia
  Malatestino I Malatesta 1312-1317 Giacoma de' Rossi
  Pandolfo I 1317-1326 Taddea da Rimini
  Ferrantino 1326-1335 Belluccia da Rimini
  Malatesta III 1336-1367 Costanza Ondedei
  Malatesta Ungaro 1363-1372 Costanza d'Este seconda moglie
  Galeotto I 1372-1385 Elisa de la Villette,

Gentile da Varano

  Carlo I 1385-1429 Elisabetta Gonzaga
  Galeotto Roberto 1429-1432 Margherita d'Este
  Sigismondo Pandolfo 1432-1468 Ginevra d'Este, Polissena Sforza, Isotta degli Atti
  Roberto 1468-1482 Elisabetta da Montefeltro
  Pandolfo IV 1482-1500 Violante Bentivoglio ultimo signore sovrano

Duchi di GuastallaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Contea di Guastalla, Ducato di Guastalla, Torelli (famiglia), Gonzaga di Guastalla e Sovrani di Guastalla.
Nome Immagine Nascita Morte Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
Periodo Gonzaghesco
 

Ferrante II Gonzaga

  1563 5 agosto 1630 2 luglio 1621 5 agosto 1630 Vittoria Doria

sette figli e quattro figlie

Già conte di Guastalla dal 15 febbraio 1575
 

Cesare II Gonzaga

1592 26 febbraio 1632 5 agosto 1630 26 febbraio 1632 Figlio di Ferrante II
 

Ferrante III Gonzaga

  4 aprile 1618 11 gennaio 1678 26 febbraio 1632 11 gennaio 1678 Margherita d'Este

due figlie

Figlio di Cesare II
 

Ferdinando Carlo Gonzaga-Nevers

  31 agosto 1652 5 luglio 1708 11 gennaio 1678 1693 (1) Anna Isabella Gonzaga

nessun figlio
(2) Susanna Enrichetta di Lorena
nessun figlio

Genero di Ferrante III. Già Duca di Mantova.

Venne deposto dall'imperatore Leopoldo I che investì del titolo ducale il cognato Vincenzo

 

Vincenzo Gonzaga

1634 28 aprile 1714 1693 28 aprile 1714 Maria Vittoria Gonzaga

due figli e cinque figlie

Figlio di Andrea Gonzaga, a sua volta figlio di Ferrante II, e cognato di Ferdinando Carlo.

Tra il 1702 e il 1704, durante la Guerra di successione spagnola, il Ducato venne occupato dalla Francia.

 

Antonio Ferrante Gonzaga

  9 dicembre 1687 30 aprile 1729 28 aprile 1714 30 aprile 1729 Teodora d'Assia

nessun figlio

Figlio di Vincenzo
 

Giuseppe Maria Gonzaga

  20 aprile 1690 15 agosto 1746 30 aprile 1729 15 agosto 1746 Eleonora Carlotta di Schleswig-Holstein

nessun figlio

Fratello minore di Antonio Ferrante.

Dal 1739 fu posto sotto la reggenza della moglie, poiché inabile a regnare a causa di una malattia mentale.
Tra il 1734 e il 1738, durante la Guerra di successione polacca, il Ducato fu occupato dalla coalizione franco-ispano-sarda

Periodo Imperiale
Nel 1746, alla morte senza eredi del duca Giuseppe Maria, il Ducato ritornò al Sacro Romano Impero, nella figura dell'imperatrice Maria Teresa. Guastalla restò dominio asburgico sino al Trattato di Aquisgrana del 1748, quando venne ceduto insieme al Ducato di Parma e Piacenza a Filippo di Borbone
Primo periodo Parmense
 

Filippo I di Borbone-Parma

  15 marzo 1720 15 luglio 1765 18 ottobre 1748 15 luglio 1765 Luisa Elisabetta di Borbone-Francia

un figlio e due figlie

Figlio di Filippo V di Spagna e di Elisabetta Farnese
 

Ferdinando I di Borbone-Parma

  20 gennaio 1751 9 ottobre 1802 18 luglio 1765 9 ottobre 1802 Maria Amalia d'Asburgo-Lorena

due figli e cinque figlie

Figlio di Filippo I.

Fu costretto a cedere i suoi domini alla Francia con il Trattato di Aranjuez del 1801

Periodo Napoleonico
Parte della Repubblica Francese dal 24 ottobre 1802 al 18 maggio 1804
Parte dell'Impero Francese dal 18 maggio 1804 al 14 ottobre 1809
Parte del Regno Italico 14 ottobre 1809 sino al 25 maggio 1814
 

Camillo Filippo Ludovico Borghese

  19 luglio 1775 9 maggio 1832 1805 1813 Paolina Bonaparte

nessun figlio

Duca di Guastalla a titolo onorifico personale,

concesso dal cognato Napoleone I nella veste di Re d'Italia.

Secondo periodo Parmense
 

Maria Luigia d'Asburgo-Lorena

  12 dicembre 1791 17 dicembre 1847 11 aprile 1814 17 dicembre 1847 (1) Napoleone I Bonaparte

un figlio
(2) Adam Albert von Neipperg
un figlio e una figlia
(3) Charles-René de Bombelles
nessun figlio

Ex-Imperatrice dei Francesi.

Divenne Duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla, a titolo personale, dopo il Congresso di Vienna.

Periodo Modenese
 

Francesco I d'Asburgo-Este

  1 giugno 1819 20 novembre 1875 17 dicembre 1847 11 giugno 1859 Adelgonda di Baviera
una figlia
Già Duca di Modena e Reggio come Francesco V.

Ereditò il Ducato di Guastalla secondo quanto stabilito dal Trattato di Firenze del 1844

Duchi di UrbinoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ducato di Urbino, Da Montefeltro, Borgia, Della Rovere e Medici.

Da MontefeltroModifica

Nome Ritratto Data di nascita Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
 
Oddantonio II
18 gennaio 1427 26 aprile 1443 22 luglio 1444 - Figlio di Guidantonio e di Caterina Colonna;
fu assassinato
1
 
Federico III
  7 giugno 1422 23 luglio 1444 10 settembre 1482 (1) Gentile Brancaleoni
nessun figlio
(2) Battista Sforza
un figlio e sei figlie
Forse figlio illegittimo di Guidantonio 2
 
Guidobaldo I
  24 gennaio 1472 10 settembre 1482 1502
deposizione
Elisabetta Gonzaga
nessun figlio
Figlio di Federico e Battista 3

BorgiaModifica

Nome Ritratto Data di nascita Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
 
Cesare
  13 settembre 1475 1502 1504
deposizione
Charlotte d'Albret
una figlia
Figlio illegittimo di papa Alessandro VI e Duca di Romagna;
morì il 12 marzo 1507
4

Da MontefeltroModifica

Nome Ritratto Data di nascita Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
 
Guidobaldo I
  24 gennaio 1472 1504 11 aprile 1508 Elisabetta Gonzaga
nessun figlio
Ritornato al potere 3

Della RovereModifica

Nome Ritratto Data di nascita Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
 
Francesco Maria I
  25 marzo 1490 11 aprile 1508 1516
deposizione
Eleonora Gonzaga
due figli e tre figlie
Figlio di Giovanna da Montefeltro, figlia di Federico;
nel 1517 tentò di riprendersi Urbino
5

MediciModifica

Nome Ritratto Data di nascita Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
 
Lorenzo
  4 settembre 1493 1516 4 maggio 1519 Madeleine de la Tour d'Auvergne
una figlia
Nipote di papa Leone X, che lo fece duca;
fu anche signore di Firenze
6

Della RovereModifica

Nome Ritratto Data di nascita Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
 
Francesco Maria I
  25 marzo 1490 fine 1521 20 ottobre 1538 Eleonora Gonzaga
due figli e tre figlie
Riuscì a risalire sul trono solo dopo la morte di Leone X 5
 
Guidobaldo II
  2 aprile 1514 20 ottobre 1538 28 settembre 1574 (1) Giulia Varano
una figlia
(2) Vittoria Farnese
un figlio e due figlie
Figlio di Francesco Maria 7
 
Francesco Maria II
  20 febbraio 1549 28 settembre 1574 3 novembre 1621
abdicazione
(1) Lucrezia d'Este
nessun figlio
(2) Livia Della Rovere
un figlio
Figlio di Guidobaldo II 8
 
Federico Ubaldo
  16 maggio 1605 3 novembre 1621 28 giugno 1623 Claudia de' Medici
una figlia
Figlio di Francesco Maria II 9
 
Francesco Maria II
  20 febbraio 1549 28 giugno 1623 23 aprile 1631 (1) Lucrezia d'Este
nessun figlio
(2) Livia Della Rovere
un figlio
Nuovamente al potere dopo la morte del figlio 8

Il Ducato, già sotto il controllo dello Stato Pontificio dal 1625, ne viene assorbito entro i confini alla morte dell'ultimo Duca. Le collezioni artistiche dei Della Rovere andarono all'ultima discendente Vittoria, sposa di Ferdinando II de' Medici, e quindi trasferite in larga parte a Firenze.

Duchi di FerraraModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Este.

Marchesi di FosdinovoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Marchesi di Fosdinovo, Malaspina e Marchesato di Fosdinovo.

Conti di GattaraModifica

Signori di Massa e Carrara, Marchesi di Massa e Carrara, Principi di Massa e Carrara, Duchi di MassaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Sovrani di Massa e Carrara, Ducato di Massa e Principato di Carrara, Malaspina e Cybo-Malaspina.

Signori di PiombinoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Sovrani di Piombino, Signoria di Piombino e Appiano.

Marchesi di Castiglione del LagoModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Della Corgna.
Ritratto Titolo Nome Periodo Consorte e note
  Marchese Ascanio I della Corgna 19 novembre 1563-

3 dicembre 1571

Giovanna Baglioni
  Co-marchese Fulvio I il Cardinale 1563-1583 con il fratello Ascanio e il nipote Diomede;

era vescovo di Perugia e cardinale

  Marchese Diomededella Penna-Corgna 1571-1596 Porzia Colonna di Zagarolo;

nipote di Ascanio e Fulvio

  Marchese Ascanio IIdella Penna-Corgna 1596-1606 Francesca Sforza di Santa Fiora
  Marchese

Duca

Fulvio II Alessandrodella Penna-Corgna 1606-1617

1617-1647

Eleonora Alarcón y Mendozza,

Teresa Dudley di Northumberland;[31] primo e unico duca, il feudo fu annesso nello Stato Pontificio

Conti di Santa FioraModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Sforza Cesarini e Contea di Santa Fiora.
 
L'arme degli Sforza-Cesarini
Titolo Nome Dal Al Consorte e Note
1 Conte Bonifazio Aldobrandeschi 1216 1229
2 Conte Ildebrandino (X) 1229 1283
3 Conte Ildebrandino (XI) 1283 1331
4 Conte Stefano 1331 1346
5 Conte Senese 1346 1386
6 Conte Guido I 1386 1438 Margherita Aldobrandeschi, contessa di Sovana e Pitigliano
7 Contessa Cecilia Aldobrandeschi 1438 1451 Bosio I Sforza, fratellastro di Francesco I Sforza
8 Conte Bosio I Sforza 1439 1486 Vedovo della contessa Cecilia Aldobrandeschi
9 Conte Guido II 1476 1508 Francesca Farnese
10 Conte Federico I 1508 1517 Bartolomea Orsini di Pitigliano
11 Conte Bosio II 1517 1535 Costanza Farnese
12 Conte Sforza I 1535 1575 Luisa Pallavicino, Caterina Nobili
13 Conte Mario I 1575 1591 Fulvia Conti
13 Conte Alessandro I 1591 1631 Eleonora Orsini di Bracciano
14 Conte Mario II 1631 1658 Renata di Lorena
15 Conte Ludovico I 1658 1685 Artemisia Colonna, Adelaide di Thianges
16 Conte Francesco I 1685 1707 Dorotea Tocco
17 Conte Federico III 1707 1712 Livia Cesarini
18 Conte Gaetano I Sforza-Cesarini 1712 1727 Vittoria Conti
19 Conte Sforza Giuseppe I 1727 1744 Maria Francesca Giustiniani
20 Conte Filippo I 1744 1764 Anna Maria Colonna Barberini
21 Conte Gaetano II 1764 1776 Teresa Caracciolo, Marianna Caetani
22 Conte Francesco II 1776 1806 Geltrude Conti; ultimo conte sovrano.

Duchi di CastroModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ducato di Castro e Ducato di Castrofilippo.

Duchi di Castro e conti di Ronciglione della Casata dei Farnese (1537 - 1649)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Farnese.
Titolo Nome Dal Al Consorte
1 Duca Pier Luigi 14 marzo 1537 23 settembre 1545 Gerolama Orsini[32]
2 Duca Ottavio 23 settembre 1545 10 settembre 1547 Margaretha van Oostenrijk van Parma
3 Duca Orazio 10 settembre 1547 18 luglio 1553 Diane de Valois-Angoulême
- Duca Ottavio 18 luglio 1553 18 settembre 1586 Margaretha van Oostenrijk van Parma
4 Duca Alessandro 18 settembre 1586 3 dicembre 1592 Maria de Avis de Guimarães
5 Duca Ranuccio I 3 dicembre 1592 5 marzo 1622 Margherita Aldobrandini
6 Duca Odoardo I 5 marzo 1622 11 settembre 1646 Margherita de' Medici
7 Duca Ranuccio II 11 settembre 1646 19 dicembre 1649 Margherita Violante di Savoia


Stati italiani dopo il Congresso di Vienna (1815)Modifica

Viceré del Regno Lombardo-VenetoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Regno Lombardo-Veneto.
Nome Ritratto Governo Per conto di
Inizio Fine
 
Governatore
Enrico XV di Reuss zu Plauen
  20 aprile 1814 7 aprile 1815  
Francesco I
1815-1835

Luogotenente del Viceré
Heinrich Johann Bellegarde
  7 aprile 1815 7 marzo 1816

Viceré
Arciduca Antonio Vittorio
  7 marzo 1816 3 gennaio 1818

Viceré
Arciduca Ranieri Giuseppe
  3 gennaio 1818 8 giugno 1848
 
Ferdinando I
1835-1848
 
Governatore generale
Josef Radetzky
  25 ottobre 1849 6 settembre 1857  
Francesco Giuseppe I
1848-1859

Viceré
Arciduca Massimiliano
  6 settembre 1857 20 aprile 1859
 
Governatore generale
Ferencz Gyulai
  20 aprile 1859 16 giugno 1859
Governatore generale
Heinrich Hermann von Hess
  16 giugno 1859 1º agosto 1859

Duchi di LuccaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ducato di Lucca.
Nome Ritratto Nascita Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
 
Maria Luisa, duchessa di Lucca
  San Ildefonso, 6 luglio 1782 9 giugno 1815 13 marzo 1824 Ludovico I di Etruria, re d'Etruria
un figlio e una figlia
1
 
Carlo I
  Figlio di Maria Luisa 2

NoteModifica

  1. ^ Ravegnani 2011, p. 97.
  2. ^ L'ipotesi si basa su un passo ambiguo del Liber Pontificalis, che afferma che Eutichio "dudum exarchus fuerat". Alcuni studiosi hanno tradotto "dudum" con "in precedenza", interpretando il testo come una conferma di un possibile primo mandato di Eutichio da datare intorno al 711-713. Altri studiosi hanno fatto notare invece che "dudum" può significare anche "per lungo tempo", e che quindi il passo del Liber Pontificalis in questione non prova l'ipotesi che Eutichio nel 727 fosse al suo secondo mandato. Cfr. Ravegnani 2011, p. 84 e Eutichio, in Dizionario biografico degli italiani, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  3. ^ Ravegnani 2004, p. 82.
  4. ^ a b inizio Branca Comitale
  5. ^ Reggente del nipote Bonifacio fino al 1259
  6. ^ Estinzione Branca Comitale
  7. ^ Reggenza della madre e dello zio Tommaso II fino al 1259
  8. ^ inizio Branca Ducale
  9. ^ Dal 1416 Amedeo VIII diventa il I Duca di Savoia
  10. ^ Giovanni Antonucci: Per la storia del Principato di Taranto, A. Nitti, Mesag ne, 1999, pg. 3
  11. ^ Matthias Thumser: Die Frangipane - Abriß der Geschichte einer Adelsfamilie im hochmittelalterlichen Rom In: Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken Bd. 71, pg. 162 (tedesco)
  12. ^ Amedeo VIII fu antipapa dal 1439 al 1449, con il nome di Felice V, poi cardinale fino alla morte, il 7 gennaio 1451
  13. ^ Abdicazione
  14. ^ Fu beatificato nel 1678
  15. ^ Inizio Branca Savoia-Bresse
  16. ^ Non esercitò alcun potere effettivo e per questo viene a volte omesso dalle liste di Duchi di Savoia
  17. ^ Estinzione Branca ducale dei Savoia
  18. ^ Emanuele Filiberto I, detto testa di ferro, trasferì la capitale del ducato da Chambéry a Torino
  19. ^ Il suo regno effettivo cominciò nel 1663, alla morte della madre Maria Cristina di Francia
  20. ^ Sua madre, Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, governò come reggente fino al 1684
  21. ^ Negli anni 1449 - 1450 il marchesato fu occupato da truppe genovesi.
  22. ^ Dal 1535 al 1546 Alfonso II era minore e il marchesato fu retto dalla madre Peretta e dallo zio Marcantonio Del Carretto Doria.
  23. ^ Dal 1558 al 1564 il marchesato fu occupato da truppe genovesi.
  24. ^ Dal 1564 al 1566 il marchesato fu retto da Giovanni Alberto Del Carretto di Gorzegno in nome di Alfonso II.
  25. ^ Dal 1566 al 1602 il marchesato fu amministrato da commissari imperiali, che operavano per conto degli ultimi marchesi. Dal 1571, inoltre, fu presidiato da truppe asburgiche, prima spagnole e poi imperiali.
  26. ^ Fu anche signore di Castel Goffredo dal 1593 al 1600, quando quest'ultimo fi ceduto al duca di Mantova in cambio di Medole.
  27. ^ Cavazza, p. 130
  28. ^ I Conti di Gorizia e l'Istria nel Medioevo. Peter Štih. Centro di Ricerche Storiche - Rovigno, n. 36, p. 1 - 285, Rovigno, 2013
  29. ^ Annali Storici: Dario Alberi, Istria, storia, arte, cultura, edizioni Lint Trieste
  30. ^ Nissim Rossi, p. 61
  31. ^ Vedasi Contea di Carpegna
  32. ^ Giurleo, p. 247

BibliografiaModifica

  • AA. VV., I percorsi della storia - atlante, Milano, Istituto Geografico De Agostini, 1997.
  • AA. VV., Storia universale, Milano, Rizzoli Editore, 1965.
  • Costanzo Rinaudo, Atlante storico, Torino, Paravia, 1942.
  • Furio Diaz, Il granducato di Toscana. I Medici, Torino 1976

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica