Apri il menu principale
Spatha
Spatha end of second century 1.jpg
Una spatha della fine del II secolo
TipoSpada
Impiego
UtilizzatoriEsercito romano
Descrizione
Lama80 centimetri
Bibliografia
voci di armi bianche presenti su Wikipedia

La spatha è una spada d'epoca romana con lama molto più lunga del gladio, all'incirca 80–100 cm.

Indice

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Esercito romano.

La spatha veniva usata dai legionari, era di ferro e si piegava facilmente nelle collisioni con altre lame o scudi. Per questo motivo la spatha era utilizzata soprattutto per colpire e non per parare, funzione attribuita invece allo Scutum. Successivamente, la spatha trovò largo utilizzo fra gli ausiliari a cavallo romani, data la lunghezza della lama che permetteva di colpire il nemico più in basso.

EtimologiaModifica

La parola deriva dal greco antico σπάθη (spáthē), "qualsiasi lama piatta, di legno o metallo", ma anche "lama piatta di una spada" (più probabilmente spatha è una romanizzazione dal dorico *σπάθα spatha). La parola rimane oggi nel greco σπάθη (spáthē) femminile e σπαθί (spathí), neutro. La parola latina è diventata in francese épée, in italiano spada, in portoghese e spagnolo espada, in albanese shpata, tutte parole con il medesimo significato.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma