Apri il menu principale

Speaker della Camera dei comuni (Regno Unito)

Speaker della Camera dei comuni
del Regno Unito
House of Commons of the United Kingdom.svg
Official portrait of Mr Lindsay Hoyle crop 2.jpg
StatoRegno Unito Regno Unito
TipoPresidente di assemblea
In caricaLindsay Hoyle
da4 novembre 2019
Istituito1377
Nominato daCamera dei comuni, approvato dal sovrano
SedePalazzo di Westminster
IndirizzoLondra
Sito webOffice of the Speaker

Lo Speaker della Camera dei comuni è il Presidente della Camera dei comuni del Regno Unito, la camera bassa del Parlamento del Regno Unito. Viene eletto dai parlamentari, ma deve ricevere l'approvazione del sovrano, che viene comunicata al neo eletto presso la Camera dei Lord.

FunzioniModifica

Lo Speaker presiede sui dibattiti alla Camera dei comuni, determinando quali membri possono prendere la parola. Lo Speaker è anche responsabile per il mantenimento dell'ordine durante il dibattito, e può punire i deputati che infrangono le regole della Camera.

Diversamente dai presidenti dei Parlamenti di molte altre nazioni, lo Speaker rimane strettamente super partes, e rinuncia a tutte le affiliazioni con i partiti politici di cui era membro prima di entrare in carica. Lo Speaker non prende parte ai dibattiti né vota (tranne nel caso in cui vi sia parità, e, anche allora, la convenzione è che lo Speaker voti per mantenere lo status quo, seguendo le regole fissate dallo Speaker Denison a metà del XIX secolo). Dal momento che anche i sostituti Speaker (uno scelto all'interno del partito dello Speaker, gli altri due dal partito opposto) seguono la stessa pratica di non-voto, l'equilibrio complessivo fra maggioranza e opposizione non dovrebbe risultare alterato.

A parte i doveri relativi al presiedere la Camera, lo Speaker svolge anche funzioni amministrative e procedurali, e rimane deputato della Camera dei comuni; ha l'obbligo di risiedere alla Speaker's House presso il Palazzo di Westminster.

CuriositàModifica

La tradizione vuole che il nuovo Speaker, una volta eletto, venga "trascinato" da tre colleghi verso il suo scranno: si vuole così ricordare simbolicamente il conflitto dei secoli passati tra il parlamento e il sovrano britannico, che aveva portato alla condanna a morte di alcuni Speaker.[1]

AttualitàModifica

La carica, dal 4 novembre 2019, è ricoperta da Lindsay Hoyle, che fino ad allora è stato nel Partito Laburista.

In precedenza era stata ricoperta da John Bercow, che fu eletto inizialmente il 22 giugno 2009 a seguito delle dimissioni di Michael Martin. Bercow fu rieletto alla Camera alle elezioni generali del 2010 nel collegio di Buckingham e venne rieletto Speaker quando la Camera si riunì all'inizio del nuovo mandato, il 18 maggio 2010. Fu nuovamente rieletto alle elezioni generali del 2015 e fu riconfermato Speaker all'inizio del nuovo Parlamento, il 18 maggio 2015[2] e nuovamente il 13 giugno 2017.[3] Bercow si è dimesso il 4 novembre 2019.

Elenco degli SpeakerModifica

Ritratto Nome Collegio Mandato Parlamento Partito[4]
  John Mitford East Looe 11 febbraio 1801 10 febbraio 1802 Tory
  Charles Abbot Helston
Heytesbury
Woodstock
Oxford University
10 febbraio 1802 2 giugno 1817 , , , Tory
  Charles Manners-Sutton Scarborough
Cambridge University
2 giugno 1817 19 febbraio 1835 5°, , , , , 10°, 11° Tory
  James Abercromby Edinburgh 19 febbraio 1835 27 maggio 1839 12°, 13° Whig
  Charles Shaw-Lefevre North Hampshire 27 maggio 1839 30 aprile 1857 13°, 14°, 15°, 16° Whig
  Evelyn Denison North Nottinghamshire 30 aprile 1857 9 febbraio 1872 17°, 18°, 19°, 20° Liberale
  Henry Brand Cambridgeshire 9 febbraio 1872 26 febbraio 1884 20°, 21°, 22° Liberale
  Arthur Peel Warwick
Warwick and Leamington
26 febbraio 1884 10 aprile 1895 22°, 23°, 24°, 25° Liberale
  William Court Gully Carlisle 10 aprile 1895 8 giugno 1905 26°, 27° Liberale
  James Lowther Penrith
Penrith and Cockermouth
8 giugno 1905 28 aprile 1921 27°, 28°, 29°, 30°, 31° Conservatore
  John Henry Whitley Halifax 28 aprile 1921 20 giugno 1928 31°, 32°, 33°, 34° Liberale
  Edward FitzRoy Daventry 20 giugno 1928 3 marzo 1943 34°, 35°, 36°, 37° Conservatore
  Douglas Clifton Brown Hexham 9 marzo 1943 31 ottobre 1951 37°, 38°, 39° Conservatore
  William Morrison Cirencester and Tewkesbury 31 ottobre 1951 19 settembre 1959 40°, 41° Conservatore
Harry Hylton-Foster Cities of London and Westminster 20 ottobre 1959 2 settembre 1965 42°, 43° Conservatore
  Horace King Southampton Itchen 26 ottobre 1965 12 gennaio 1971 43°, 44°, 45° Laburista
  Selwyn Lloyd Wirral 12 gennaio 1971 3 febbraio 1976 45°, 46°, 47° Conservatore
George Thomas Cardiff West 3 febbraio 1976 10 giugno 1983 47°, 48° Laburista
Bernard Weatherill Croydon North East 15 giugno 1983 9 aprile 1992 49°, 50° Conservatore
  Betty Boothroyd West Bromwich West 27 aprile 1992 23 ottobre 2000 51°, 52° Laburista
  Michael Martin Glasgow Springburn
Glasgow North East
23 ottobre 2000 22 giugno 2009 52°, 53°, 54° Laburista
  John Bercow Buckingham 22 giugno 2009 4 novembre 2019 54°, 55°, 56°, 57° Conservatore
  Lindsay Hoyle Chorley 4 novembre 2019 in carica 57° Laburista

NoteModifica

  1. ^ (EN) Re-elected Bercow dragged to Speaker's chair, su BBC News. URL consultato il 24 novembre 2019.
  2. ^ John Bercow to continue as Commons Speaker with MPs' backing, BBC News, 18 maggio 2015. URL consultato il 15 ottobre 2017.
  3. ^ Bercow dragged to Speaker's chair by Grant, Bottomley and McGovern, BBC News, 13 giugno 2017. URL consultato il 15 ottobre 2017.
  4. ^ Al momento dell'elezione, il neo-Speaker recide ogni legame con il partito di appartenenza e diviene super-partes. In questa colonna è indicato il partito di appartenenza al momento delle elezioni

Collegamenti esterniModifica