Colori complementari: differenze tra le versioni

La percezione umana dei colori è tale per cui le radiazioni monocromatiche (o "tinte"), che sono le componenti di ogni colore percepito, sono organizzate dal sistema occhio-cervello a coppie di tinte opposte.
L'essere opposte di due tinte è dovuto ad un fatto prettamente fisiologico noto come ''tinta postuma'': colori opposti danno risposte opposte da parte di determinati recettori dell'occhio e, quando la nostra retina viene eccessivamente sollecitata da una particolare tinta, il cervello ci fa percepire il colore opposto per ripristinare l'equilibrio percettivo.
 
 
Come si sa le radiazioni monocromatiche nel visibile vanno in modo continuo dal [[rosso]] al [[Viola (colore)|violetto]].
Utente anonimo