Differenze tra le versioni di "La saga dei Nibelunghi"

Brunilde chiede così a suo marito vendetta per l'umiliazione, e Hagen si prepara ad assassinarlo. Quando però Crimilde chiede udienza a Brunilde e le spiega la verità sulla pozione d'amore, facendo di nuovo cambiare idea alla regina sulla sorte di suo cognato, Hagen uccide Sigfrido, trafiggendolo nell'unico punto dove poteva essere ucciso poiché non immerso nel sangue del drago.
 
Ritornati a casa con il cadavere di Sigfrido, Hagen e Gunther raccontano di essere stati assaliti dai [[Sassoni]], ma Crimilde li smaschera davanti a tutto il regno, col supporto di Giselher, ormai stanco delle bugie di suo fratello e del suo consigliere, e, dopo aver gettato via [[Andvaranautr]], ricevuto come pegno d'amore da Sigfrido, Crimilde, inorridita, cede i suoi diritti sul tesoro e Gunther ed Hagen si sfidano per impossessarsi dell'Anello dei Nibelunghi. Hagen riesce ad uccidere Gunther, ma subito dopo Brunilde lo sfida uccidendolo a sua volta. Sigfrido viene omaggiato con un [[funerale vichingo]] e, sulla nave, la cui prora è adornata col teschio di FafnirFáfnir, che va alla deriva e a fuoco, piena degli oggetti preziosi dei Nibelunghi, Brunilde si trafigge con Balmung, morendo accanto al suo amore e trovando la pace in fondo al letto del fiume, circondati dal tesoro dei Nibelunghi.
 
== Distribuzione ==