Differenze tra le versioni di "Cinémathèque française"

la fonte non c'entra niente
(la fonte non c'entra niente)
Etichetta: Annulla
== ''Rue de Bercy'' ==
 
Il 30 giugno 1998, dopo aver abbandonato il progetto di ristrutturare il ''Palais de Tokyo'', il ministro della cultura [[Catherine Trautmann]] annunciò la sua decisione di installare la ''Maison du cinéma'' (Casa del cinema) nel vecchio Centro Culturale Americano al 51 di rue de Bercy, nel [[XII arrondissement di Parigi|XII arrondissement]]. [[Jean-Charles Tacchella]] fu eletto presidente della ''Cinémathèque'' nel giugno del 2000. Il 29 ottobre 2002, il ministro della cultura [[Jean-Jacques Aillagon]], annunciava che la ''Cinémathèque'' e la ''Bibliothèque du Film'' (Biblioteca del cinema) si sarebbero fuse sotto il nome di ''Cinémathèque Française''. Nel 2003 [[Serge Toubiana]] diventava direttore generale dell'ente, mentre il regista [[Claude Berri]] veniva nominato presidente. Il 28 febbraio 2005 le sale del ''Palais de Chaillot'' e dei ''Grands Boulevards'' furono chiuse e il 28 settembre dello stesso anno il nuovo sito della ''Cinémathèque'' in rue de Bercy fu aperto al pubblico, nell'edificio dell’''American Center'', opera dell'architetto [[Frank Gehry]]. Dopo il gennaio 2007 la ''Bibliothèque du Film'' si è definitivamente fusa con la ''Cinémathèque'' e l'ente è presieduto ancora una volta dal regista Costa-Gavras. <ref>{{Cita news|lingua=it|url=https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2018/10/08/news/sergio_leone-208496995/|titolo=Sergio Leone, sette film per fare la storia del cinema: Parigi celebra il mito, oltre il West|pubblicazione=Repubblica.it|data=2018-10-08|accesso=2018-10-09}}</ref>
 
== Note ==
40 796

contributi