Differenze tra le versioni di "Progetto:WikiDonne/Condizione economica femminile"

nessun oggetto della modifica
 
Le occupazioni delle donne nel mercato del lavoro rappresentano in gran parte prolungamenti delle attività eseguite in [[famiglia]], delineando settori lavorativi ampiamente femminilizzati e sottovalutati. Questo porta ad un aumento dell'informalizzazione dei lavori, un processo che porta alla [[deregolamentazione]] e alla [[precariato|precarizzazione]] dei lavori una volta protetti, in particolar modo per le donne che sono maggiormente protagoniste nei lavori part-time, in nero, a redditi minimi o in imprese familiari.<br />
Si ritiene che uno degli elementi che favoriscono la povertà delle donne sia una profonda discrepanza tra i diritti garantiti a livello politico e quelli effettivamente praticati nella convivenza civile, sottolineando particolarmente l'impossibilità di ottenere la proprietà delle terre, concessione di crediti, libertà di movimento e una poca rappresentatività in seno alla classe [[politica]] e dirigenziale.<ref>[https://eastwest.eu/it/opinioni/european-crossroads/ue-la-poverta-e-donna ''La vita delle donne e degli uomini in Europa. Un ritratto statistico'' Edizione 2017 pp.16-17-18]</ref> <ref>[http://www.europarl.europa.eu/news/expert/infopress_page/014-1330-286-10-41-902-20051007IPR01172-13-10-2005-2005-true/default_it.htm in Parlamento Europeo - Attualità - Servizio Stampa] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20071017065914/http://www.europarl.europa.eu/news/expert/infopress_page/014-1330-286-10-41-902-20051007IPR01172-13-10-2005-2005-true/default_it.htm |data=17 ottobre 2007 }}</ref> <ref>Vedi per l'Italia: Senato della Repubblica-XIV legislatura-N. 3051 Disegno di legge presentato dal Ministro per le pari opportunità Prestigiacomo di concerto col Ministro dell'interno(Pisanu) comunicato alla Presidenza il 19 luglio 2004: "Misure per promuovere le pari opportunità tra uomini e donne nell'accesso alle cariche elettive"</ref>
 
== Categorie di donne più vulnerabili ==
95 797

contributi