Differenze tra le versioni di "14ª Commissione permanente del Senato"

m
smistamento lavoro sporco e fix vari
(→‎Fase ascendente: corr disamb)
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
{{F|politica|dicembre 2017}}
 
{{torna a|Senato della Repubblica}}
{{Organo governativo
== Composizione ==
 
Rispetto alle altre Commissioni del Senato, essa ha una composizione particolare: il Regolamento prevede che i suoi componenti siano anche membri di una delle altre tredici [[Senato_della_RepubblicaSenato della Repubblica#Commissioni_parlamentariCommissioni parlamentari|Commissioni permanenti]]. Il meccanismo della doppia appartenenza tende a far sì che nella 14ª Commissione trovino espressione, al contempo, una speciale sensibilità per le questioni europee e una conoscenza qualificata delle problematiche degli specifici settori delle Commissioni di appartenenza dei singoli senatori. Si tratta a livello europeo di uno dei pochi organi parlamentari ad avere una tale composizione, cosa che contribuisce allo spessore e all'analiticità dei dibattiti e delle deliberazioni.
 
== Competenza ==
Analogamente, la 14a Commissione rende il proprio parere alle Commissioni di merito sugli schemi di [[decreto legislativo]] recanti disposizioni di recepimento della normativa europea, che il Governo è tenuto a sottoporre al vaglio parlamentare in attuazione di una delega legislativa normalmente conferita mediante la "legge di delegazione europea".
 
In tale contesto, qualora la Commissione di merito non si uniformi al parere della 14ª Commissione disegni di legge, e connessi emendamenti, per i quali sia prevista la procedura decentrata dell'esame e definitiva approvazione in Commissione, senza che debba farsi luogo a una successiva votazione dell'Assemblea (approvazione "in sede deliberante"), l'autorizzazione alla procedura decentrata in questione si intende revocata. Il [[disegno di legge]] dovrà quindi essere esaminato dalla Commissione stessa secondo la procedura ordinaria (referente), con necessità di un successivo esame, ed approvazione, da parte dell'Assemblea (articolo 40 del Regolamento). Si tratta di un potere analogo a quelli attribuiti alla [[1ª Commissione permanente del Senato|1ª Commissione (Affari costituzionali)]], per quanto riguarda la compatibilità dei disegni di legge con la Costituzione, e alla [[5ª_Commissione_permanente_del_Senato Commissione permanente del Senato|5ª Commissione (Bilancio)]], per quanto riguarda i disegni di legge che incidono negativamente sul bilancio dello Stato.
 
Il Regolamento precisa infine, all'articolo 23, che la 14a Commissione, nell'esaminare in sede consultiva i disegni di legge e gli schemi di atti normativi del Governo sopra citati, debba tenere conto dei profili inerenti ai rapporti delle [[Regioni italiane]] con l'Unione europea, e alla loro partecipazione nella fase di formazione e di attuazione degli atti europei, con riguardo anche al potere sostitutivo nel caso di mancato rispetto dei Trattati o della normativa europea da parte delle Regioni, ai sensi degli articoli 117 e 120 della Costituzione.
* [[Diritto europeo]]
 
{{Portale|Italia|Politicapolitica}}
 
[[Categoria:Commissioni parlamentari italiane]]
1 119 020

contributi