Apri il menu principale

Modifiche

fix
 
===Gli anni '30===
[[File:Soviet Union - Russian SFSR (1936).svg|thumb|La SFSRRSFSR nel 1936]]
Con l'adozione della nuova [[costituzione sovietica del 1936|Costituzione sovietica]] il 5 dicembre 1936, l'estensione territoriale della RSFSR venne significativamente ridotta. Il [[RSS Kazaka|Kazakistan]] ed il [[RSS Kirghiza|Kirghizistan]] divennero Repubbliche Socialiste Sovietiche, l'ex [[Repubblica Socialista Sovietica Autonoma Karakalpaka|Repubblica autonoma Karakalpaka]] venne trasferita alla [[RSS Uzbeka]].
 
===Seconda guerra mondiale===
[[File:Soviet Union - Russian SFSR (1940).svg|thumb|La SFSRRSFSR nel 1940]]
{{vedi anche|Fronte orientale (1941-1945)}}
Nel 1943, l'[[oblast']] autonoma dei [[Carachi]] venne disciolta da [[Stalin]] e la relativa popolazione esiliata nell'[[Asia centrale]] per la loro collaborazione con i [[nazisti]] invasori nel corso della [[seconda guerra mondiale]], ed il loro territorio venne incorporato nella [[Georgia]]. Il 3 marzo 1944, per ordine di Stalin, la RSSA Ceceno-Inguscia venne sciolta e la sua popolazione venne forzosamente deportata con l'accusa di collaborazione con gli invasori e separatismo. Il territorio in questione venne suddiviso tra Russia e Georgia. L'11 ottobre 1944, la [[Repubblica popolare di Tuva]] venne unita alla Russia andando a costituire una [[oblast']] autonoma e poi un [[Repubbliche socialiste sovietiche autonome|Repubblica autonoma]] dal 1961. Dopo aver riconquistato Estonia e Lettonia nel 1944, la RSFSR annetté i territori ad est presso [[Ivangorod]] e i rajon [[Pečorskij rajon|Pečorskij]] e [[Pytalovskij rajon|Pytalovskij]] tra il 1944 ed il 1945. Alla fine della seconda guerra mondiale le truppe sovietiche dell'[[Armata rossa]] occuparono la parte meridionale dell'isola di [[Sachalin]] e le [[Isole Curili]] al largo delle coste dell'Asia orientale, a nord del Giappone, rendendole parte della RSFSR. Il 17 aprile 1946, l'[[oblast]] di [[Kaliningrad]] (un tempo parte del [[Regno di Prussia]] e poi dell'Impero tedesco) venne occupato ed annesso dall'Unione Sovietica e reso parte della RSFSR dopo la campagna militare sul fronte orientale.