Differenze tra le versioni di "Salvatore Di Pasquale"

→‎Il trattato di scienza delle costruzioni (1975): I sistemi di equazioni lineari si sono sempre risolti invertendo una matrice: l'idea non è di Di Pasquale: forse è di Cramer (XVIII secolo), ma probabilmente è più antica
m (Bot: elimino categorie (vedi))
(→‎Il trattato di scienza delle costruzioni (1975): I sistemi di equazioni lineari si sono sempre risolti invertendo una matrice: l'idea non è di Di Pasquale: forse è di Cramer (XVIII secolo), ma probabilmente è più antica)
==Il trattato di scienza delle costruzioni (1975)==
Il principale contributo teorico alla materia è il trattato di scienza delle costruzioni edito nel 1975 (''Scienza delle costruzioni. Introduzione alla progettazione strutturale''). In questo testo l'impostazione della materia è completamente diversa da quella tradizionale, poiché è orientata a procedure di calcolo automatico.
 
Le formule della [[teoria dell'elasticità]], che solitamente sono scritte con molte variabili ed equazioni lineari, vengono esposte in forma sintetica con il linguaggio delle matrici, derivato dal calcolo dell'[[algebra lineare]]. Con questa impostazione, la soluzione dei procedimenti di calcolo delle strutture portanti degli edifici viene ottenuta mediante tecniche di [[inversione di matrice|inversione]] o [[diagonalizzazione|diagonalizzazione delle matrici]].
 
La struttura teorica del testo è in parte originale e in parte deriva da ricerche e pubblicazioni sviluppate in ambito anglosassone a partire dal [[XIX secolo]]<ref>{{cita web|url=http://www.colorado.edu/engineering/CAS/Felippa.d/FelippaHome.d/Publications.d/Report.CU-CAS-00-13.pdf|autore=C.A. Felippa|titolo=A Historical Outline of Matrix Structural Analysis: A Play in Three Acts|anno=2000|accesso=21 febbraio 2009}}</ref>.