Differenze tra le versioni di "Out of Sight (romanzo)"

m (Bot: rimuovo parametro ridondante (valore uguale alla proprietà P50 su Wikidata))
 
Karen riesce a ricostruire l'identità dei complici di Jack attraverso gli indizi acquisiti durante la conversazione avuta con l'uomo durante il rapimento. Contattata dall'FBI e riesce a convincere i federali a lasciarla collaborare nella ricerca.<ref name=Einaudi />
 
Jack e Buddy fuggono prima a [[Miami]], dove Foley prova a contattare l'ex moglie, Adele, per consegnarle del denaro rapinato nel frattempo, come parziale risarcimento per il fastidio arrecato. Nei pressi dell'appartamento di Adele, però, Jack si imbatte in Karen, già sulle tracce dei fuggitivi, che finge di non riconoscerlo, innamoratasi del rapinatore e turbata dall'inaspettato incontro, dando modo all'uomo di allontanarsi. Karen a casa di Adele si imbatte nell'evaso Chino che, sbarazzatosi dell'oramai scomodo amante da lui stesso tradito e ucciso dalla polizia, vuole vendicarsi di Jack assassinandone l'ex moglie. Chino, infatti, è convinto che il piano di evasione sia stato rovinato da una spiata di Foley fatta alla polizia. KareKaren non ha difficoltà a rendere inoffensivo Chino e a farlo arrestare. Nel frattempo Jack e Buddy si sono trasferiti a [[Detroit]] dove rintracciano Glenn che aveva in programma di farsi aiutare dai due per estorcere una grossa somma di denaro a un truffatore, Ripley, già conosciuto in prigione anni addietro. Il piano, però, non era un'idea originale di Glenn, ma ingegnato da un altro criminale, l'ex pugile Maurice che, in attesa di effettuare il colpo, aveva costretto Glenn a partecipare a una truculenta e violenta rapina in una villa, culminata nell'immotivato e violentissimo eccidio dei tre inquilini. Mentre la banda programma il nuovo colpo, Foley rintraccia Karen in un bar dell'albergo in cui la donna risiede. Stipulando un tacito e momentaneo patto fingono di essere diversi da quello che in effetti sono e trascorrono la notte insieme. Al termine dell'incontro i due, seppure innamorati, si rendono conto di non poter continuare il rapporto e si lasciano sapendo già che al prossimo incontro dovranno riprendere i propri ruoli, lui di bandito, lei di poliziotta.<ref name=Einaudi />
 
Glenn, dopo l'eccidio, non vuole più avere a che fare con Maurice e soci e scappa; lo stesso non riescono a fare Jack e Buddy che, con molti dubbi, partecipano al colpo. Come previsto, la banda, composta da Maurice e da altri due folli e imbranati criminali (White Boy Bob e il tossico Kenneth), non avendo nessun piano, agisce avventatamente e d'impulso. Nella villa non trovano Ripley, ma la cameriera Midge e il custode Alexander. Dopo aver invano cercato il denaro i tre spostati, seguiti da Jack e Buddy che tentano di evitare il peggio, si accaniscono sul ragazzo e stuprano la donna; a questo punto Jack e Buddy, pur potendo scappare, decidono di rimanere e di intervenire a difesa dei due ostaggi prima che la banda perpetri l'ennesimo eccidio. Buddy muore nello scontro mentre Jack uccide prima Maurice e poi Kenneth salvando così la vita a Midge e ad Alexander. Karen nel frattempo non si è lasciata distrarre dai sentimenti e ha raccolto informazioni circa la prossima rapina ai danni di Ripley. La poliziotta si reca di corsa nella villa giusto in tempo per arrestare Foley che, avendola riconosciuta e incapace di difendersi contro di lei, cerca di convincerla, inutilmente, ad ucciderlo. Karen ferisce Jack a una gamba e lo consegna alla polizia arrivata sollecitamente sul luogo.<ref name=Einaudi />