Differenze tra le versioni di "New American Cinema Group"

m
WPCleaner v1.43 - Disambigua corretto un collegamento - Major
(Piccola correzione.)
m (WPCleaner v1.43 - Disambigua corretto un collegamento - Major)
{{Citazione|Non vogliamo film mistificatori, ben fatti, persuasivi, ma grezzi e mal fatti, purché vitali. Siamo contro il cinema roseo, siamo per il cinema rosso sangue... Oggi la nostra ribellione contro il vecchio, l’ufficiale, il corrotto è innanzitutto di carattere etico... Siamo interessati all’uomo. Siamo interessati a quel che succede nell’uomo.|[[Jonas Mekas]]}}
 
L'etichetta '''New American Cinema Group''', nata nel 1960, riuniva registi indipendenti di [[cinema sperimentale]] di New York, aderenti al ''Manifesto del New American Cinema Group'' elaborato da [[Jonas Mekas]]. Il manifesto era caratterizzato da un'aperta opposizione etica ed estetica all'industria hollywoodiana e dalla volontà di creare un tessuto distributivo alternativo a quello delle ''[[Etichetta discografica#Le major|major]]''<ref name=Bordwell-Thompson>David Bordwell; Kristin Thompson, ''Storia del cinema e dei film - Dal dopoguerra a oggi'', [[Editrice Il Castoro]], 1998</ref>. A tale scopo, nel 1962, il gruppo costituì la [[The Film-Makers' Cooperative|New York Film-Makers' Cooperative]]<ref name=Costa>Antonio Costa, ''Saper vedere il cinema'', Bompiani, 1985</ref>.
 
Il termine '''New American Cinema''' fu poi adottato dalla critica per descrivere tutte quelle forme di cinema americano degli anni '60 non in linea con i principi estetici e linguistici del cinema hollywoodiano.
185 791

contributi