Differenze tra le versioni di "Corpo forestale dello Stato"

m
nessun oggetto della modifica
m (Annullata la modifica 100481392 di 62.19.151.106 (discussione) meglio prima)
Etichetta: Annulla
m
|Descrizione_comandante_corrente1=
|Comandante_corrente1 =
|Comandanti_degni_di_nota= Augusto Agostini, Alfonso Alessandrini, [[Cesare Patrone]]
|Simbolo=
|Descrizione_simbolo=
== Organizzazione ==
=== Ispettorato generale ===
Era il vertice del Corpo, con sede in [[Roma]], dal quale poi dipendevano 15 divisioni ognuna delle quali aveva dei compiti specifici all'interno del Corpo così come sotto riportato:.
 
Dall'ispettorato dipendevano 15 divisioni, ognuna delle quali aveva dei compiti specifici all'interno del Corpo così come sotto riportato:
 
* 1ª Divisione - Polizia ambientale e forestale
* 14ª Divisione - Operatori - collaboratori - revisori e periti
* 15ª Divisione - Pensioni, riscatti ed equo indennizzo.
Presso l'Ispettorato generale operava inoltre l'Ufficio per la Biobiversità, alle dirette dipendenze del Capo del Corpo. Da questo Ufficio dipendevano 28 Uffici territoriali per la Biodiversità ai quali era demandata la gestione delle 130 Riserve naturali del Corpo forestale dello Stato precedentemente gestite dall'Azienda di Stato per le Foreste Demaniali (A.S.F.D.). Da esso dipendevano anche i tre Centri nazionali per la Biodiversità forestale dislocati a Peri (VR), Bosco Fontana (MN) e Pieve S.Stefano (AR).
 
Presso lL'Ispettorato"Ufficio generaleper la Biobiversità" operava inoltrePresso l'UfficioIspettorato per la Biobiversitàgenerale, alle dirette dipendenze del Capo del Corpo. Da questo Ufficio dipendevano 28 Uffici territoriali per la Biodiversità ai quali era demandata la gestione delle 130 Riserve naturali del Corpo forestale dello Stato precedentemente gestite dall'Azienda di Stato per le Foreste Demaniali (A.S.F.D.). Da esso dipendevano anche i tre Centri nazionali per la Biodiversità forestale, dislocati a Peri (VR), Bosco Fontana (MN) e Pieve S.Stefano (AR).
===Organizzazione territoriale===
A livello regionale si trovavano i 15 comandi regionali (solo nelle regioni a statuto ordinario) con lo scopo di raccordo tra le strutture territoriali periferiche e l'Ispettorato generale, nonché di amministrazione generale a livello di gestione delle risorse finanziarie, umane e strumentali.
 
84 623

contributi