Apri il menu principale

Modifiche

7 438 byte aggiunti ,  1 anno fa
m
Annullate le modifiche di 93.43.9.246 (discussione), riportata alla versione precedente di Atarubot
 
{{F|ecologia|novembre 2010}}
{{W|ecologia|giugno 2015}}
{{W|ecologia|giugno 2015}}essere mantenuto ad un certo livello indefinitamente. In ambito [[scienze ambientali|ambientale]], [[economia|economico]] e [[sociologia|sociale]], essa è il processo di cambiamento nel quale lo sfruttamento delle risorse, il piano degli investimenti, l'orientamento dello sviluppo tecnologico e le modifiche istituzionali sono tutti in sintonia e valorizzano il potenziale attuale e futuro al fine di far fronte ai bisogni e alle aspirazioni dell'uomo.<ref name="globalfootprints">{{cita web|url=http://www.globalfootprints.org/sustainability|titolo=What is sustainability|lingua=en|accesso=2 giugno 2018}}</ref>
 
[[File:North America from low orbiting satellite Suomi NPP.jpg|miniatura|Raggiungere gli obiettivi di sostenibilità permetterà all'uomo di continuare a vivere sulla Terra.]]<br/>
Il [[principio guida]] della sostenibilità è lo [[sviluppo sostenibile]], che riguarda, in modo interconnesso, l'ambito ambientale, quello economico e quello sociale. I settori culturale, tecnologico e politico sono, invece, considerati come sotto-settori dello sviluppo sostenibile.<ref name="James">{{cita libro|autore=Paul James|titolo=Urban Sustainability in Theory and Practice|editore=Routledge|città=New York|anno=2015|lingua=en|url=https://www.academia.edu/9294719/Urban_Sustainability_in_Theory_and_Practice_Circles_of_Sustainability_2015|isbn= 978-1-138-02572-1 |accesso=2 giugno 2018}}</ref><ref name="Magee">{{cita pubblicazione|autore=Liam Magee |autore2=Andy Scerri |autore3=Paul James |autore4=James A. Thom |autore5=Lin Padgham |autore6=Sarah Hickmott |autore7=Hepu Deng |autore8=Felicity Cahill |titolo=Reframing social sustainability reporting: Towards an engaged approach |rivista=Environment, Development and Sustainability |volume=15 |pp=225-243 |editore=Springer |lingua=en}}</ref> Per sviluppo sostenibile
[[File:Inside the Batad rice terraces.jpg|miniatura|[[Terrazzamento|Terrazzamenti di riso]] di Batad, Filippine – patrimonio UNESCO]]
 
{{W|ecologia|giugnoLa '''sostenibilità''' è la caratteristica di un processo o di uno stato che può 2015}}essere mantenuto ad un certo livello indefinitamente. In ambito [[scienze ambientali|ambientale]], [[economia|economico]] e [[sociologia|sociale]], essa è il processo di cambiamento nel quale lo sfruttamento delle risorse, il piano degli investimenti, l'orientamento dello sviluppo tecnologico e le modifiche istituzionali sono tutti in sintonia e valorizzano il potenziale attuale e futuro al fine di far fronte ai bisogni e alle aspirazioni dell'uomo.<ref name="globalfootprints">{{cita web|url=http://www.globalfootprints.org/sustainability|titolo=What is sustainability|lingua=en|accesso=2 giugno 2018}}</ref>
 
Il [[principio guida]] della sostenibilità è lo [[sviluppo sostenibile]], che riguarda, in modo interconnesso, l'ambito ambientale, quello economico e quello sociale. I settori culturale, tecnologico e politico sono, invece, considerati come sotto-settori dello sviluppo sostenibile.<ref name="James">{{cita libro|autore=Paul James|titolo=Urban Sustainability in Theory and Practice|editore=Routledge|città=New York|anno=2015|lingua=en|url=https://www.academia.edu/9294719/Urban_Sustainability_in_Theory_and_Practice_Circles_of_Sustainability_2015|isbn= 978-1-138-02572-1 |accesso=2 giugno 2018}}</ref><ref name="Magee">{{cita pubblicazione|autore=Liam Magee |autore2=Andy Scerri |autore3=Paul James |autore4=James A. Thom |autore5=Lin Padgham |autore6=Sarah Hickmott |autore7=Hepu Deng |autore8=Felicity Cahill |titolo=Reframing social sustainability reporting: Towards an engaged approach |rivista=Environment, Development and Sustainability |volume=15 |pp=225-243 |editore=Springer |lingua=en}}</ref> Per sviluppo sostenibile si intende lo sviluppo volto a soddisfare i bisogni della generazione presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di far fronte ai propri bisogni.<ref name=globalfootprints/> Il termine sviluppo sostenibile è stato introdotto per la prima volta dal Rapporto Bundtland della Commissione Mondiale per l'Ambiente e lo Sviluppo (1992).
 
La sostenibilità può anche essere definita come un processo socio-ecologico caratterizzato dal desiderio di perseguire un ideale comune.<ref name=Wandemberg>{{cita libro|autore=J.C. Wandemberg |anno=2015|titolo=Sustainable by Design: Economic Development and Natural Resources Use |ISBN=1-5169-0178-9|lingua=en}}</ref> Per quanto possa essere difficile raggiungere tale ideale, un atteggiamento perseverante e dinamico fa in modo che il processo dia luogo ad un sistema sostenibile.<ref name=Wandemberg/>
 
Ecosistemi e [[Ambiente (biologia)|sistemi ambientali]] sani sono necessari per la sopravvivenza della specie umana e degli [[Organismo vivente|organismi viventi]]. Alcune modalità per ridurre l'impatto negativo dell'uomo sull'ambiente sono l'[[ingegneria chimica]] [[Ecosostenibilità|ecosostenibile]], la [[gestione ambientale delle risorse]] e la [[tutela dell'ambiente]]. Le informazioni vengono raccolte per mezzo dei sistemi di [[Green computing|informatica verde]], [[chimica verde]], [[scienze della terra]], [[scienze ambientali]] e [[biologia della conservazione]]. L'[[economia ecologica]] si occupa della ricerca accademica sull'economia umana e sugli ecosistemi naturali.<ref>{{cita libro |autore=Mohamed El-Kamel Bakari |titolo=The Dilemma of Sustainability in the Age of Globalization: A Quest for a Paradigm of Development |anno=2017 |editore=Lexington Books |lingua=en}}</ref>
 
Il percorso verso il raggiungimento della sostenibilità rappresenta anche una sfida sociale che coinvolge il [[diritto internazionale]] e nazionale, il sistema [[Urbanistica|urbanistico]] e dei [[Trasporto|trasporti]], gli [[Stile di vita|stili di vita]] locali e individuali e il [[consumo critico]]. Per vivere in modo più sostenibile si può ricorrere ad alcune strategie, come la riorganizzazione delle condizioni di vita (ad esempio, [[Ecovillaggio|ecovillaggi]], [[Città ecologica|città ecologiche]] e [[Città sostenibile|città sostenibili]]), la revisione dei settori economici ([[permacultura]], ''[[green building]]'', [[agricoltura sostenibile]]) o delle prassi lavorative ([[bioarchitettura]]), l'utilizzo delle scienze per lo sviluppo di nuove tecnologie ([[tecnologia verde]], [[energie rinnovabili]] ed [[energia da fusione]] e da [[Reattore nucleare di IV generazione|fissione]] attraverso un processo sostenibile), oppure la progettazione di sistemi flessibili e reversibili<ref>{{cita pubblicazione|autore=William Fawcett |autore2=Martin Hughes |autore3=Hannes Krieg |autore4=Stefan Albrecht |autore5=Anders Vennström |anno=2012 |titolo=Flexible strategies for long-term sustainability under uncertainty |rivista=Building Research & Information |volume=40 |numero=5 |pp=545-557 |lingua=en}}</ref><ref>{{cita pubblicazione |autore= Stephen X. Zhang |autore2=Vladan Babovic |anno=2012 |titolo=A real options approach to the design and architecture of water supply systems using innovative water technologies under uncertainty |url=https://www.researchgate.net/profile/Vladan_Babovic/publication/269694158_HYDRO-D-09-00078/data/54925b6a0cf2484a3f3e0c41/HYDRO-D-09-00078.pdf |pubblicazione=Journal of Hydroinformatics |volume=14 |numero=1 |pp=13-29 |lingua=en |accesso=2 giugno 2018}}</ref> oltre che l'adattamento degli [[Stile di vita|stili di vita]] individuali volto alla conservazione delle risorse naturali.<ref>{{cita pubblicazione |autore=Iain Black |autore2=Helene Cherrier |anno=2010 |titolo=Anti-consumption as part of living a sustainable lifestyle: Daily practices, contextual motivations and subjective values |url=http://www.academia.edu/download/9146800/anti-consumption-as-part-of-living-sustainably-black-and-cherrier-jcb-2010.pdf |accesso=2 giugno 2018 |pubblicazione=Journal of Consumer Behaviour |volume=9 |numero=6| pp=437-453 |lingua=en}}</ref>
 
Alla luce di fenomeni come il [[degrado ambientale]], il [[cambiamento climatico]], il [[sovraconsumo]], l'aumento demografico e la [[crescita economica]] illimitata in un [[sistema chiuso]], la concreta possibilità che le società umane possano, in futuro, raggiungere gli obiettivi della sostenibilità ambientale è stata, e continua a rimanere, incerta, nonostante il termine “sostenibilità” goda di una popolarità sempre maggiore.
 
=== Etimologia ===
Il nome sostenibilità deriva dal [[lingua latina|latino]] ''sustinere'' (tenere, tenere; sub, sotto). A partire dagli anni ottanta, il termine sostenibilità ha iniziato ad essere usato con il significato di sostenibilità umana sul pianeta Terra, dando origine alla definizione più celebre di sostenibilità, quella della [[Commissione Brundtland]] delle [[ONU|Nazioni Unite]] del 20 marzo 1987, che la considerava come parte costitutiva del concetto di sviluppo sostenibile<ref>United Nations General Assembly (1987) Report of the World Commission on Environment and Development: Our Common Future. Transmitted to the General Assembly as an Annex to document A/42/427 – Development and International Co-operation: Environment http://www.un-documents.net/wced-ocf.htm URL consultato in data 18 maggio 2018 </ref><ref>United Nations General Assembly (March 20, 1987) http://www.un-documents.net/ocf-02.htm URL consultato in data 18 maggio 2018</ref>.
 
== Ambiti<ref name="trecc" />==
In ambito ambientale, la sostenibilità è considerata una prerogativa essenziale per garantire la stabilità di un ecosistema,<ref name=trecc/> cioè la capacità di mantenere nel futuro i processi ecologici che avvengono all'interno di un ecosistema e la sua [[biodiversità]]. Tale concetto di sostenibilità è stato il primo ad essere definito e analizzato.<ref name=trecc/> Successivamente il concetto di sostenibilità venne allargato ad altri ambiti, in particolare alla sfera economica e sociale,<ref name=trecc/> fornendo una definizione più ampia, secondo la quale le tre condizioni di [[sostenibilità ambientale]], [[sostenibilità economica|economica]] e [[sostenibilità sociale|sociale]] partecipano insieme alla definizione di [[benessere]] e [[progresso (filosofia)|progresso]].<ref name=trecc/>
 
Tale generalizzazione del concetto di sostenibilità è stata svolta usando il concetto di "sistema", che è più generale del concetto di "ecosistema". In questo modo, per quanto riguarda la vita umana, la stabilità di un sistema, può essere vista come un modo per garantire la longevità di un sistema di supporto per la vita umana, che può essere il sistema [[clima]]tico del pianeta, il sistema [[agricoltura|agricolo]], [[industria]]le, [[foresta]]le, della [[pesca (attività)|pesca]] e delle comunità umane che in genere dipendono da questi diversi sistemi. In particolare tale longevità è messa in relazione con l'influenza che l'attività antropica esercita sui sistemi stessi.
 
Con riferimento alla [[società (sociologia)|società]], il termine di [[sostenibilità sociale]] indica un "equilibrio fra il soddisfacimento delle esigenze presenti senza compromettere la possibilità delle future generazioni di sopperire alle proprie" ([[Rapporto Brundtland]] del 1987).<ref>{{cita web|lingua=en|autore=Commissione Ambiente e Sviluppo delle [[Organizzazione delle Nazioni Unite|Nazioni Unite]]|formato=PDF|url=http://conspect.nl/pdf/Our_Common_Future-Brundtland_Report_1987.pdf|titolo=Rapporto Brundtland|anno=1987|accesso=23 settembre 2013|urlmorto=sì|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20130905071330/http://conspect.nl/pdf/Our_Common_Future-Brundtland_Report_1987.pdf|dataarchivio=5 settembre 2013}}</ref> Sebbene tale definizione sia ampiamente condivisa, essa è soggetta a differenti interpretazioni.<br />
Con riferim ad un ritmo tale che esse possano essere rigenerate naturalmente.
Il concetto di sostenibilità sociale così definito può essere inoltre distinto in due tipologie:
* sostenibilità forte: se si ammette che il capitale da tramandare alle generazioni future possa essere solo "naturale",<ref name=trecc/> cioè che deriva esclusivamente da risorse naturali;
* sostenibilità debole: se si ammette che il capitale naturale da tramandare possa essere sostituito da "capitale manufatto", cioè creato dall'uomo.<ref name=trecc/>
 
Il concetto di [[sostenibilità economica]] è alla base delle riflessioni nell'ambito dell'[[economia dello sviluppo]] che studiano la possibilità futura che un processo economico "duri" nel tempo. Da questo punto di vista, perché un processo sia economicamente sostenibile esso deve utilizzare le [[Risorsa naturale|risorse naturali]] ad un ritmo tale che esse possano essere rigenerate naturalmente.
 
== Componenti ==
=== Le tre dimensioni della sostenibilità ===