Apri il menu principale

Modifiche

Capitolo su fallimento dell'Asti Calcio
}}
 
L''''Asti Calcio Football Club''', meglio conosciuta come '''Asti''', è stata una [[Squadra di calcio|società]] [[Calcio (sport)|calcistica]] [[italia]]na con sede nella città di [[Asti]].
 
Nata ufficialmente nel [[1932]], ha cambiato denominazione diverse volte negli anni successivi a causa delle tante fusioni con società calcistiche locali, tornando comunque successivamente sempre alla denominazione originaria.
 
Nel 2010-2011 entrano a far parte del sodalizio nuovi dirigenti, tra cui il vicepresidente Massimo Colla e il direttore generale Alessandro Baistrocchi, che assieme al mister [[Stefano Civeriati|Civeriati]] portano la squadra al secondo posto nel girone A della Serie D, a pari merito con il [[Saint-Christophe Vallée d'Aoste|Saint Christophe]]. Nel luglio del 2012, dopo ventiquattro anni, la proprietà del club passa di mano: il nuovo presidente è Pierpaolo Gherlone, affiancato dal direttore sportivo Nicola Ascoli, dal vicepresidente Elio Testa, e dal tecnico Enrico Pasquali.
 
'''Fallimento dell'Associazione Calcio Asti'''
 
Il tribunale civile ha dichiarato il fallimento dell’Asti calcio (fondato 85 anni fa) dopo l’istanza presentata dalla Ip consulting di Revello per un debito di circa 35 mila euro risalente al 2014 e riguardante la fornitura di abbigliamento sportivo. Il fallimento riguarda solo la «persona giuridica» della società a responsabilità limitata e non gli amministratori.
 
== Cronistoria ==
Utente anonimo