Differenze tra le versioni di "Confederazione polacco-lituana"

Alla fine del Settecento, tra 1788 e 1792, il [[Grande Sejm]] (in polacco ''Sejm Wielki'') tentò di ripristinare la sovranità della Confederazione e riformarla politicamente ed economicamente. Il grande successo del Sejm fu l'adozione della [[Costituzione polacca di maggio|Costituzione del 3 maggio 1791]], progettata appunto per correggere i difetti politici della Confederazione polacco-lituana e il sistema della [[Libertà dorata]]. La Costituzione introdusse l'uguaglianza politica tra cittadini e nobiltà, mise i contadini sotto la protezione del governo,, abolì il ''[[liberum veto]]''; tra gli atti più degni di nota conseguenti alla costituzione del 3 maggio ci fu la ''Zaręczenie Wzajemne Obojga Narodów'' ("Garanzia reciproca di due nazioni", cioè, della Corona di Polonia e del Granducato di Lituania) del 22 ottobre 1791 che affermava l'unità e l'indivisibilità della Polonia e del Granducato all'interno di un singolo stato, e la loro pari rappresentanza negli organi statali.<ref name="Constitutions1">{{Cita libro|autore=Joseph Kasparek-Obst|titolo=The constitutions of Poland and of the United States: kinships and genealogy|url=https://books.google.com/books?id=nu-CQgAACAAJ|accesso=6 luglio 2011|data=1º giugno 1980|editore=American Institute of Polish Culture|isbn=978-1-881284-09-3|p=40}}</ref><ref name="Kowecki">{{Cita libro|autore1=Poland|autore2=Jerzy Kowecki|titolo=Konstytucja 3 Maja 1791|lingua=polacco|titolotradotto=Constitution of May 3|url=https://books.google.com/books?id=M38lAQAAIAAJ|accesso=6 luglio 2011|anno=1991|editore=Państwowe Wydawn. Nauk.|pp=105–107}}</ref> La Dichiarazione reciproca rafforzò l'unione polacco-lituana, mantenendo intatti molti aspetti federali dello stato.<ref name="mkw">{{Cita web|url=http://free.art.pl/podkowa.magazyn/archiwum/my_litwa.htm |titolo=My, Litwa |lingua=polacco|titolotradotto=We, Lithuania |autore=Maria Konopka-Wichrowska |editore=Podkowiański Magazyn Kulturalny |data=13 agosto 2003 |accesso=12 settembre 2011 |citazione="Ostatnim było Zaręczenie Wzajemne Obojga Narodów przy Konstytucji 3 Maja, stanowiące część nowych paktów konwentów – zdaniem historyka prawa Bogusława Leśnodorskiego: "zacieśniające unię, ale utrzymujące nadal federacyjny charakter Rzeczypospolitej Obojga Narodów"" |urlmorto=yes |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20121013125715/http://free.art.pl/podkowa.magazyn/archiwum/my_litwa.htm |dataarchivio=13 ottobre 2012 }}</ref><ref name="bardach309">Juliusz Bardach, Boguslaw Lesnodorski, and Michal Pietrzak, Historia panstwa i prawa polskiego (Warsaw: Paristwowe Wydawnictwo Naukowe, 1987, p.309</ref>
[[File:Partitions of Poland.png|thumb|right|Le tre spartizioni della Polonia]]
Le riforme istituite dal Grande Sejm e dalla Costituzione del 3 maggio 1791 trovarono l'opposizione, specialmente nelle disposizioni che limitavano i privilegi della [[szlachta|szlachta (nobiltà)], di [[magnate|magnati]] [[Confederazione Polacco-Lituana|polacco-lituani]], che il 27 aprile [[1792]] si riunirono a [[San Pietroburgo]] su impulso dell'Imperatrice [[Caterina II di Russia]], costituendo 14 maggio [[1792]] la [[Confederazione di Targowica]], dal nome della località dove venne stipulato il testo dell'atto fondante della confederazione, scritto dal generale russo [[Vasilij Stepanovič Popov]] e il 18 maggio, due eserciti russi entrarono in [[Polonia]], dando inizio, senza [[dichiarazione di guerra|dichiararla]], ad una nuova [[guerra russo-polacca del 1792|guerra russo-polacca]], nella quale le forze della Confederazione di Targowica sconfissero le forze leali alla [[Confederazione Polacco-Lituana]], il [[Camera dei deputati (Polonia)|Sejm]] e il re [[Stanislao II Augusto Poniatowski]] nella [[guerra russo-polacca del 1792|guerra in difesa della costituzione]]. La loro vittoria precipitò la [[Spartizioni della Polonia|seconda spartizione della Polonia]] e pose i presupposti della terza spartizione e della dissoluzione finale della confederazione nel [[1795]]. Questo risultato giunse sorprendente a molti dei confederati, che volevano solamente riportare in essere lo [[status quo ante]] e non si aspettavano che il rivesciamento della Costituzione Polacca avrebbe causato queste conseguenze.
Le riforme istituite dal Grande Sejm e dalla Costituzione del 3 maggio 1791 furono poi annullate dalla Confederazione di Targowica e dall'intervento dell'Impero russo su invito dei [[Confederazione di Targowica|Confederati di Targowica]]. In pochi anni 1793 - 1795 si ebbero poi le ultime due spartizioni del territorio della Confederazione (la prima era avvenuta nel 1772) che posero fine all'esistenza della Confederazione Polacco-Lituana.
 
Il [[Ducato di Varsavia]], fondato nel [[1807]], trae le sue origini dalla confederazione. Durante il periodo del [[risorgimento polacco]] si manifestò da parte polacca più volte la volontà di riformare l'unione.
Utente anonimo