Differenze tra le versioni di "Palazzo Te"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
Corretto: "un incantevole"
(Eliminato collegamento errato alla serie "Il trono di spade")
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
(Corretto: "un incantevole")
==Museo Civico==
Le occupazioni spagnole, francesi e austriache e le varie guerre fecero sì che nel corso degli anni il palazzo venisse utilizzato come caserma e i giardini come accampamenti per le truppe depauperando le sale e distruggendo alcune sculture (sulle pareti della sala dei Giganti rimangono tutt'oggi visibili i graffiti e le incisioni con nomi e date di un passato poco glorioso per il monumento).
La proprietà della villa dalla famiglia Gonzaga passa, tranne il breve periodo della dominazione napoleonica, al governo austriaco sino al [[1866]] quando viene acquisita dallo Stato Italiano. Nel [[1876]] l'edificio diviene proprietà del Comune di Mantova. Dopo parecchi restauri il palazzo restituisce oggi, con le sue sale e i giardini, un' incantevole tuffo nella creatività di Giulio Romano e nell'importanza della corte dei Gonzaga. Grazie al riassestamento dell'[[orangerie]], dove venivano coltivati arance e limoni, è stato creato un vasto ambiente adibito a luogo di esposizioni temporanee. Ma ulteriore scopo dell'impegno delle istituzioni cittadine era di ricavare in Palazzo Te un museo affinché fossero ospitate almeno una parte delle collezioni civiche. Lo spazio espositivo permanente fu ricavato nelle sale al piano superiore.
Quattro sono le collezioni esposte:
 
Utente anonimo