Apri il menu principale

Modifiche

m
La sera Piazza si reca in un [[night club]] dove lavora la ballerina Nelly, un tempo sua amante, ritrovando alcune vecchie conoscenze, tra i quali il barista e il figlio di quest'ultimo, Luca. Ugo passa la notte con Nelly, confidandole di non avere mai preso il denaro e di essere intenzionato a trovare il vero responsabile, poiché solo provando la sua estraneità al furto potrà finalmente vivere libero dalla vendetta della malavita.
 
Nella stazione di Polizia, mentre si indaga sui traffici dell'Americano, si svolgono spesso lunghe discussioni tra il commissario e il suo vice Mercuri, il primo sostenitore dell'irrecuperabilità dei criminali e pronto a usare ogni mezzo per combatterli, mentre il secondo più attento alle questioni sociali e convinto che anche i malviventi siano solo pedine di uno scacchiere molto più grande, dove poverta' e disuguaglianze sociali siano alla base della necessita' di delinquere.
 
Nei giorni successivi scompare un'altra grossa spedizione di denaro: uno dei corrieri viene assassinato dall'uomo con la giacca rossa, che poi fugge col bottino senza essere notato. L'Americano è convinto che sia stato Chino e decide di farlo eliminare dalla squadra di Rocco, incluso Ugo che viene però tenuto all'oscuro dell'obiettivo. Al momento dell'attentato egli cerca di impedirlo, ma Don Vincenzo viene comunque colpito a morte mentre Chino riesce a darsi alla fuga. A causa del suo comportamento, Ugo è sospettato di essere coinvolto anche in questo furto e viene quindi nuovamente picchiato e interrogato, ma riesce a convincere l'Americano della propria innocenza e dell'estraneità di Chino, sollevando invece sospetti sugli altri scagnozzi della banda. Il boss non respinge i ragionamenti di Ugo, cominciando a dubitare dei suoi uomini, e il giorno seguente manda Rocco a casa di Chino per avere finalmente un incontro chiarificatore.