Differenze tra le versioni di "Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro"

Adeguo maiuscolo e minuscolo (v. Aiuto:Maiuscolo e minuscolo#Enti e istituzioni)
(fix minori + elimino testo ridondante e/o gia presente + uniformo + colloco note in relativa sezione idonea)
(Adeguo maiuscolo e minuscolo (v. Aiuto:Maiuscolo e minuscolo#Enti e istituzioni))
|facoltà =
|scuole = Scuola di medicina
|dipartimenti = Giurisprudenza e scienzeScienze politiche, economiche e sociali; medicinaMedicina traslazionale; scienzeScienze del farmaco; scienzeScienze della salute; scienzeScienze e innovazione tecnologica; studiStudi per l'economiaEconomia e l'impresaImpresa; studiStudi umanistici
|rettore = Gian Carlo Avanzi
|presidente =
|zoom mappa =
}}
L''''universitàUniversità degli Studi del Piemonte Orientale "Amedeo Avogadro"''' (nota anche come '''UPO''') è un'[[università|università statale italiana]] fondata nel [[1998]].<ref>{{Cita web|https://www.uniupo.it/il-multicampus/chi-siamo/un-po-di-storia|Un po' di storia|25/11/2017|sito = uniupo.it}}</ref> La sua struttura è tripolare, poiché le attività didattiche si dividono tra le città di [[Alessandria]], [[Novara]] e [[Vercelli]]. Alcune attività didattiche vengono offerte anche a [[Alba (Italia)|Alba]], [[Asti]], [[Biella]], [[Fossano]], [[Tortona]] e [[Verbania]].<ref>{{Cita web|https://www.uniupo.it/il-multicampus/dove-siamo/altri-centri|In altri centri|25/11/2017|sito = uniupo.it}}</ref>
 
== Storia ==
</ref>
 
La storia moderna dell'universitàUniversità del Piemonte Orientale inizia quando un'iniziativa congiunta partita dall'[[ospedale maggiore di Vercelli]] e dalla facoltà di medicina e chirurgia dell'[[Università degli Studi di Torino|universitàUniversità di Torino]] consentì l'attivazione di corsi universitari paralleli presso le sedi di [[Vercelli]] e, poco dopo, di [[Novara]]. Il Senato Accademico deliberò la materia il 19 dicembre [[1969]] e il 30 novembre dell'anno accademico successivo (1970-71) iniziarono i primi corsi. L'esperienza vercellese non durò molto, ma fu utile, se non determinante, per promuovere in seno all'università torinese l'idea di creare un nuovo Ateneo.
 
Alla metà del 1980 furono attivati i corsi della Facoltà torinese di economia e commercio a [[Novara]]; e pochi anni dopo, nel 1987-88 ad Alessandria iniziarono i corsi di [[giurisprudenza]], di scienze matematiche, fisiche e naturali e di [[scienze politiche]]. Nel frattempo a Vercelli negli anni 1989-90 iniziarono i corsi della facoltàFacoltà di lettereLettere e filosofiaFilosofia. Nel piano quadriennale 1986-90 dell'[[universitàUniversità di Torino]] nasce il termine "Piemonte Orientale", ad identificare il nascente progetto di sviluppo delle facoltà di Alessandria, Novara e Vercelli. Nel 1992, vengono create le cosiddette "seconde facoltà": scienzeScienze matematiche, fisiche e naturali e scienzeScienze politiche ad [[Alessandria]], medicinaMedicina e chirurgiaChirurgia a [[Novara]], lettereLettere e filosofiaFilosofia a [[Vercelli]]. L'anno accademico successivo, fu la volta di giurisprudenzaGiurisprudenza ad [[Alessandria]] ed infine, verso la metà degli anni novanta, si assistette all'apertura della facoltàFacoltà di economiaEconomia a [[Novara]].
 
La nascita ufficiale dell'universitàUniversità degli Studi del Piemonte Orientale "[[Amedeo Avogadro]]", dopo un periodo di attività didattica sotto l'egida dell'[[Università degli Studi di Torino|universitàUniversità di Torino]], si data al 30 luglio [[1998]], quando venne firmato il decreto istitutivo.<ref>{{Cita web|autore = Donata Belossi|url = http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,33/articleid,0556_01_1998_0208_0152_7430223/|titolo = Il ministro ha firmato Nasce il nuovo Ateneo|accesso = 5 ottobre 2014|editore = La Stampa|data = 31 luglio 1998}}</ref> Lo Statuto dell'Università è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 4 gennaio [[2002]].
 
== Strutture ==
L'Ateneo, adattandosi alla riforma dell'università prevista dalla [[Riforma Gelmini|legge n. 240/2010]], ha modificato la propria struttura organizzativa mediante l'istituzione dei Dipartimenti. Queste strutture, attivate a partire dal 1º gennaio [[2012]] nel numero di sette, sono dislocate presso le tre sedi:
 
* Dipartimento di giurisprudenzaGiurisprudenza e scienzeScienze politiche, economiche e sociali – [[Alessandria]] e [[Novara]]
* Dipartimento di [[medicinaMedicina traslazionale]] – [[Novara]]
* Dipartimento di scienzeScienze del farmaco – [[Novara]]
* Dipartimento di scienzeScienze della salute – [[Novara]]
* Dipartimento di scienzeScienze e innovazione tecnologica (DISIT) – [[Alessandria]] e [[Vercelli]]
* Dipartimento di studiStudi per l'economiaEconomia e l'impresaImpresa – [[Alessandria]] e [[Novara]]
* Dipartimento di studiStudi umanistici – [[Alessandria]] e [[Vercelli]]
 
=== Scuola di medicina ===
Presso la sede di [[Novara]] è attivata la Scuola di medicina, che ha l'obiettivo di coordinare l'attività didattica e di ricerca svolta dai Dipartimenti di scienzeScienze della salute e di medicinaMedicina traslazionale presso l'azienda ospedaliero-universitaria "Maggiore della Carità".
 
=== Centri interdipartimentali ===