Differenze tra le versioni di "Uiguri"

1 738 byte aggiunti ,  2 anni fa
→‎Indipendentismo uiguro: Aggiunto paragarafo sulle controversie relative ai campi di rieducazione scoppiate nel 2018
(Annullata la modifica 101485205 di 2.40.148.83 (discussione))
Etichetta: Annulla
(→‎Indipendentismo uiguro: Aggiunto paragarafo sulle controversie relative ai campi di rieducazione scoppiate nel 2018)
[[File:Flag of Xinjiang Uyghur (East Turkestan).svg|thumb|left|Bandiera del "Movimento Indipendentista del Turkestan orientale" (''Kökbayraq''); l'uso di tale bandiera è proibito dalle autorità cinesi]]
Attualmente a livello nazionale la lotta politica per l'indipendenza uiguri è supportata sia dai gruppi [[panturchismo|panturchi]], tra cui il Partito del Turkestan Orientale, sia da altri movimenti estremisti musulmani, quali il [[Movimento Islamico del Turkestan Orientale]] e l'[[Organizzazione di Liberazione del Turkestan Orientale]]; questi ultimi sono attualmente presenti nella lista nera statunitense dei gruppi terroristici internazionali e sono responsabili di attacchi alla popolazione Han, all'esercito cinese e alle strutture governative presenti nello Xinjiang.<ref name= a />
Dal [[2001]], la lotta su scala mondiale al [[Terrorismo islamista|terrorismo islamico]] ha coinvolto anche alcuni dei gruppi politici d'ispirazione islamica più vicini agli uiguri; a seguito di ciò, si è intensificata la repressione da parte cinese dei movimenti indipendentisti.<ref name= a /> Molti uiguri in esilio denunciano la sistematica violazione dei diritti umani da parte delle autorità cinesi che reprimono ogni forma di espressione culturale del popolo uiguro.
 
Nel corso del 2018 si sono intensificate le polemiche sulla detenzione di un gran numero di uiguri in campi di "trasformazione attraverso l'educazione" e sull'esatta natura di questi campi.<ref>[https://it.bitterwinter.org/la-cina-sta-deprogrammando-un-milione-di-estremisti-religiosi/ "La Cina sta deprogrammando un milione di estremisti religiosi"], ''Bitter Winter'', 14 luglio 2018. URL consultato il 13 dicembre 2018.</ref> Il governo cinese sostiene che si tratta di istituzioni educative. Nel 2018 il magazine quotidiano online ''Bitter Winter'' ha pubblicato video che afferma essere stati filmati all'interno dei campi e che mostrano strutture simili a prigioni.<ref>[https://it.bitterwinter.org/camps-for-uyghurs-schools-or-jails/ "Esclusiva: foto e filmati dei campi per gli uiguri"]. ''Bitter Winter'', 15 novembre 2018, URL consultato il 13 dicembre 2018; [https://it.bitterwinter.org/nuovo-video-esclusivo-un-altro-campo-di-rieducazione-per-gli-uiguri-dello-xinjiang/ "Nuovo video esclusivo: un altro campo di 'rieducazione' per gli uiguri dello Xinjiang"], ''Bitter Winter'', 30 novembre 2018, URL consultato il 13 dicembre 2018.</ref> Anche sulle ragioni ultime di questa politica non mancano le controversie. La Cina afferma che le misure di "rieducazione" sono necessarie per prevenire la radicalizzazione e il terrorismo, mentre studiosi occidentali pensano che quella che preoccupa il governo del presidente [[Xi Jinping]] sia una rinascita religiosa nella regione che ha colto le autorità di sorpresa.<ref>Massimo Introvigne, [https://it.bitterwinter.org/perche-gli-uiguri-sono-perseguitati/ "Perché gli uiguri sono perseguitati?"], ''Bitter Winter'', 22 novembre 2018. URL consultato il 13 dicembre 2018.</ref>
 
In opposizione all'indipendentismo uiguro, il governo cinese ha rafforzato gli incentivi per l'inserimento di gruppi cinesi d'etnia Han nella regione, continuando una pratica già intrapresa dalla Cina fra il [[1960]] e il [[1970]].<ref name= a /> Stando a quanto dichiarato da alcune [[Organizzazione non governativa|ONG]], le autorità cinesi sono responsabili della repressione delle tradizioni culturali uigure e di violazione dei [[diritti umani]] nei confronti degli appartenenti a quest'etnia.<ref name= a />
103

contributi