Apri il menu principale

Modifiche

Il vero socialismo si propone di distribuire proporzionalmente in modo equo la ricchezza, senza negare il premio alla virtù umana e sociale ma tenendo presente la dignità fondamentale degli individui, quello che invece vuole egualizzare tutto e tutti nel senso del livellamento e della massificazione è il comunismo, e c'è una bella differenza.
{{Citazione|Il socialismo è portare avanti tutti quelli che sono nati indietro.|[[Pietro Nenni]]}}
[[File:Quarto Stato.jpg|thumb|''[[Il quarto stato]]'' di [[Giuseppe Pellizza da Volpedo]], considerato uno delle immagini-simbolo del [[movimento operaio]] e del socialismo<ref>[http://www.homolaicus.com/arte/pellizza/studi_critici/quarto_stato.htm Pellizza da Volpedo: studi critici "Il quarto stato"]</ref>]]
Il '''socialismo''' è un ampio complesso di [[ideologia|ideologie]], orientamenti [[politica|politici]], movimenti e dottrine che tendono a una trasformazione della [[società (sociologia)|società]] in direzione dell'[[uguaglianza sociale|uguaglianza]], o comunque della [[Proporzionalità (politica)|proporzionalità]], di tutti i cittadini sul piano economico, sociale e giuridico. Si può definire come un modello o [[sistema economico]] che rispecchia il significato di "sociale", che pensa cioè a tutta la [[popolazione]].
 
Originariamente tutte le dottrine e movimenti di matrice socialista miravano a realizzare degli obiettivi attraverso il superamento delle [[Classe sociale|classi sociali]] e la soppressione, totale o parziale, della [[proprietà privata]] dei [[mezzi di produzione]] e di [[scambio (economia)|scambio]]. Fino al [[1848]], i termini socialismo e [[comunismo]] erano considerati intercambiabili. In quell'anno, nel ''[[Manifesto del Partito Comunista]]'' di [[Marx]] ed [[Engels]], si opera la suddivisione tra "socialismo utopistico" e "socialismo scientifico", che essi chiamano anche "[[comunismo]]" per evidenziarne polemicamente le differenze col primo.
Utente anonimo