Flash (fotografia): differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
Ripristino alla versione 94180598 datata 2018-01-28 12:58:57 di FrescoBot tramite popup
Nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(Ripristino alla versione 94180598 datata 2018-01-28 12:58:57 di FrescoBot tramite popup)
[[File:Unomat-Elektronenblitzgerät.jpg|upright=1.0|thumb|Lampeggiatore fotografico predisposto per essere fissato alla macchina da presa fotografico fotografica]]
Il '''lampeggiatore fotografico''' (per [[metonimia]] spesso chiamato '''flash''')<ref>"Flash" è un termine [[onomatopeico]] che propriamente indica il lampo di [[luce]] prodotto dal lampeggiatore fotografico . Il termine viene molto utilizzato anche per indicare il lampeggiatore fotografico. Si veda l'accezione 1 della [http://www.treccani.it/vocabolario/flash/ voce «flash» sul vocabolario ''Treccani.it''].</ref> è un dispositivo in grado di emettere lampi di [[luce]] in sincronia con il periodo di apertura dell'[[Otturatore (fotografia)|otturatore]] di una [[macchina da presa fotografica]].<ref>Confronta l'accezione b della [http://www.treccani.it/vocabolario/lampeggiatore/ voce «lampeggiatore» sul vocabolario ''Treccani.it''].</ref> La sua funzione è di illuminare la scena [[ripresa]] dalla fotocamera, in modo da ottenere [[fotografie]] più luminose in ambienti poco illuminati, o addirittura consentire la ripresa notturna in esterni.
 
Il lampeggiatore fotografico può essere un dispositivo a sé stante, oppure essere integrato nella macchina fotografica. Come dispositivo a sé stante, può essere predisposto per essere collocato a terra o su appositi supporti, oppure essere tenuto in mano o fissato alla fotocamera mediante un piedino dotato anche dei contatti elettrici di sincronizzazione con l'otturatore. Come dispositivo incorporato nella fotocamera, ha il vantaggio di essere sempre disponibile e di non comportare alcun ingombro aggiuntivo.
38 647

contributi