Apri il menu principale

Modifiche

 
=== Gli ultimi anni e la morte ===
Durante la [[guerra di Crimea]] del [[1853]] venne nominato al comando dell'esercitodel Corpo di spedizione piemontese, ma la sua salute in declino non gli permise di accettare l'incarico. La sua salute non migliorò e morì a [[Torino]] nel [[1855]]. Riposa nella [[Cripta Reale di Superga|cripta reale]]<nowiki/> della [[basilica di Superga]], sulle alture del capoluogo piemontese.
 
A lui è dedicata una delle due statue ottocentesche che affiancano l'ingresso del [[Palazzo Civico (Torino)|Palazzo Civico]] a [[Torino]] ed il ponte di [[corso Giulio Cesare]] che attraversa il fiume [[Stura di Lanzo]]. Fino alla fine della [[seconda guerra mondiale]], Torino gli aveva dedicato un corso nel quartiere Crocetta, l'attuale corso Stati Uniti.
Utente anonimo