Differenze tra le versioni di "Giovanni Maria Vianney"

nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Figlio di poveri contadini, raggiunse la meta del sacerdozio superando molte difficoltà, tra le quali ci furono problemi nello studio, soprattutto nell'apprendimento del latino. Ordinato presbítero, divenne vicario, a [[Écully]], dell'abate Charles Balley, che l'aveva molto sostenuto durante i difficili anni di studio; alla morte di Balley fu mandato ad [[Ars-sur-Formans|Ars]] dove spese la propria vita nell'[[evangelizzazione]], nella pratica del [[Penitenza (sacramento)|sacramento della penitenza]], nell'assidua preghiera e nella celebrazione della [[Messa]]. Morì nel [[1859]] quando Ars era ormai divenuta luogo di pellegrinaggio, essendosi sparsa per tutta la Francia la sua fama di confessore e direttore spirituale.
 
Beatificato nel [[1905]] da [[papa Pio X]], è stato proclamato [[santo]] da [[papa Pio XI]] nel [[1925]] e dichiarato patrono dei [[parroco|parroci]]. Additato come modello per i presbíteri da [[papa Giovanni XXIII]] nell'enciclica ''[[Sacerdotii Nostri Primordia]]'', è stato ricordato con uno speciale anno sacerdotale, per il centocinquantenario della sua morte, nel [[2009]] da [[papa Benedetto XVI]].
 
== Biografia ==