Dinastia Shun: differenze tra le versioni

fix
(fix)
{{Storia della Cina}}
 
La '''dinastia Shun''' ({{zh|s=顺朝|t=順朝|p=Shùn cháo}}), o '''Grande Shun''' ({{zh|s=大顺|t=大順|p=Dà shùn}}) fu una dinastia di breve durata sorta nel periodo di [[Transizione tra Ming e Qing|transizione]] tra la [[dinastia Ming]] e quella [[dinastia Qing|Qing]] (vedi [[Storia della Cina]]).<br />La dinastia venne fondata a [[Xi'an]] l'8 Febbraio 1644, [[Capodanno cinese|capodanno lunare]], da [[Li Zicheng]], leader di una grande rivolta contadina.
 
A Li, tuttavia, venne concesso solo il titolo di re (王), non imperatore (皇帝). La cattura di [[Pechino]] da parte delle forze Shun, col suicidio dell'imperatore [[Chongzhen]], nell'aprile 1644, segnò la fine della [[dinastia Ming]], ma Li Zicheng fallì nel tentativo di solidificare il suo [[Mandato del cielo]]. Infatti Li Zicheng ordinò ai soldati di uccidere tutti i seguaci dei Ming ancora presenti a Pechino. Ciò provocò forti rivolte, sobillate e guidate dalle forze della [[dinastia Ming meridionale]]. Inoltre i ministri Shun erano costantemente in lotta tra di loro per il potere, quindi il governo effettivo della dinastia durò meno di un anno.
196 274

contributi