Differenze tra le versioni di "George Villiers, I duca di Buckingham"

m (Bot: orfanizzo redirect Peter Paul Rubens)
|immagine = GeorgeVilliers.jpg
|legenda = George Villiers in un ritratto di [[Pieter Paul Rubens]] conservato a [[Palazzo Pitti]]
|stemma =
|titolo = Duca di Buckingham
|sottotitolo =
|periodo =
|inizio reggenza = [[1623]]
|fine reggenza = [[1628]]
|investitura =
|sistema nobiliare =
|predecessore = ''nessuno''
|erede =
|successore = [[George Villiers, II duca di Buckingham|George Villiers]]
|nome completo =
|prefisso onorifico =
|suffisso onorifico =
|altrititoli =
|data di nascita = 28 agosto 1592
|luogo di nascita =
|data di morte = 23 agosto 1628
|luogo di morte =
|sepoltura = [[Abbazia di Westminster]]
|luogo di sepoltura = [[Londra]]
|dinastia =
|padre = [[George Villiers (di Brokesby)]]
|madre = [[Mary Villiers, contessa di Buckingham|Mary Beaumont]]
|consorte = [[Katherine Manners]]
|consortedi =
|coniuge 1 =
|coniuge 2 =
|coniuge 3 =
|coniuge 4 =
|coniuge 5 =
|figli = [[George Villiers, II duca di Buckingham|George]]<br/>Francis<br/>Mary
|religione =
|motto =
|firma =
}}
{{Bio
== Biografia ==
[[File:George Villiers Duke of Buckingham by Dumonstier.png|miniatura|sinistra|Il primo Duca di Buckingham (Dumonstier)]]
[[File:George_Villiers_Duke_of_Buckingham_and_Family_1628George Villiers Duke of Buckingham and Family 1628.jpg|thumb|George Villiers con la moglie Katherine Manners e i figli Mary e George.]]
George Villiers era figlio di Sir George Villiers, appartenente alla [[gentry (classe sociale)|gentry]] decaduta, e di Mary, figlia di Anthony Beaumont di Glenfield. In giovane età fu mandato in [[Francia]] per essere educato per la vita di corte. Sotto [[Giacomo I Stuart]] compì la sua scalata che lo portò a diventare in pochissimi anni prima Lord Ammiraglio ([[1619]]), successivamente [[visconte]], [[conte]], [[marchese]] e infine nel [[1623]] [[duca]] di [[Buckingham]]. Sposò il 16 agosto [[1620]] [[Katherine Manners]], figlia di [[Frances Manners, VI conte di Rutland]], in seguito ''[[suo jure]]'' [[Barone de Ros|Baronessa de Ros]].<ref>Lockyer, p.25</ref>
 
Utente anonimo