Differenze tra le versioni di "Dialetto lucerino"

→‎Storia: rettifiche varie
(wikificate le note, aggiunti wlinks e altro)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(→‎Storia: rettifiche varie)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
== Storia ==
{{Vedi anche|Storia di Lucera}} LaDapprima colonizzazionela cultura ellenica di provenienza magno-greca e poi la colonizzazione romana di Lucera hahanno influenzato in modo notevole l'idioma cittadino. Sarà comunque il periodo medievale, in particolare le dominazioni saracene ed angioine, a far acquisire al lucerino un carattere molto singolare, con un importante arricchimento dei vocabolilessicale<ref>{{cita testo|autore=Dionisio Morlacco, ''|titolo=Dizionario del dialetto di Lucera'', |città=Lucera, |data=2015 }}</ref>, che lo differenziano dagli altri parlati del [[Tavoliere delle Puglie|Tavoliere]], deldei [[SubappeninoMonti della DaunoDaunia]] e del [[Gargano]]<ref>Francesco Piccolo. ''Il dialetto di Lucera (Foggia)''. Pisa, 1939, pag. 3</ref>. In opposizione ai Saraceni, attorno al 1275, re [[Carlo I d'Angiò]] raccolse, all'interno della [[Fortezza svevo-angioina (Lucera)|Fortezzafortezza svevo-angioina]] di Lucera, circa 140 famiglie [[lingua francoprovenzale|francoprovenzali]], che successivamente si stabilirono nei centri vicinimontani di [[Faeto]] e [[Celle di San Vito,]] dove(nell'alta ancora[[Valmaggiore]]), oggiove è tuttora parlata la [[minoranza francoprovenzale in Puglia|lingua francoprovenzale]]. Tutti questi cambiamenti furono decisivi per lo sviluppo del dialetto lucerino, in particolare il periodo arabo che ha lasciato una notevole impronta nel parlato cittadino, basti pensare alla forma ''ijà!'' tuttora usata.
 
== Esempi linguistici ==
36 278

contributi