Sistema politico della Repubblica Italiana: differenze tra le versioni

Annullata la modifica 102098544 di 78.134.21.59 (discussione)
(Annullata la modifica 102098544 di 78.134.21.59 (discussione))
Etichetta: Annulla
Il sistema politico italiano è organizzato secondo il [[separazione dei poteri|principio di separazione dei poteri]]: il [[potere legislativo]] è attribuito al [[Parlamento della Repubblica Italiana|Parlamento]], al governo spetta il [[potere esecutivo]], mentre la [[Magistratura italiana|magistratura]], indipendente dall'esecutivo e dal potere legislativo, esercita invece il [[potere giudiziario]]; il [[presidente della Repubblica]] è la massima carica dello [[stato]] e ne rappresenta l'unità.
 
La legge fondamentale della Repubblica è la [[Costituzione della Repubblica Italiana|Costituzione]], ossia il codice che indica i principi fondamentali, i [[diritto|diritti]] e i [[dovere|doveri]] dei cittadini e ne fissa l'ordinamento. Il [[potere legislativo]] [[Stato|statale]] spetta al [[ParlamenhParlamento della Repubblica Italiana|Parlamento]] ai sensi dell'art. 70 della Costituzione, suddiviso in due [[camera (politica)|camere]]: il [[Senato della Repubblica]] e la [[Camera dei deputati]]. Tutte le [[legge|leggi]], in ultima istanza, devono essere promulgate dal presidente della Repubblica il quale può rinviare al Parlamento una legge se ritiene che questa sia in contrasto con la Costituzione (il cosiddetto [[Promulgazione|veto sospensivo]]), ma esclusivamente per la prima volta. Il [[Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana|Consiglio dei ministri]] si regge su una maggioranza parlamentare, tipicamente costituita a partire da una [[elezione|consultazione elettorale]] tra tutti gli aventi [[suffragio|diritto di voto]].
ento una legge se ritiene che questa sia in contrasto con la Costituzione (il cosiddetto [[Promulgazione|veto sospensivo]]), ma esclusivamente per la prima volta. Il [[Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana|Consiglio dei ministri]] si regge su una maggioranza parlamentare, tipicamente costituita a partire da una [[elezione|consultazione elettorale]] tra tutti gli aventi [[suffragio|diritto di voto]].
 
=== La separazione dei poteri ===
3 098

contributi