Differenze tra le versioni di "Presidenza di George Washington"

nessun oggetto della modifica
| Successivo = [[Presidenza di John Adams|Presidenza J. Adams]]
}}
{{citazione|Fu eletto benché avesse fatto sapere che l'ipotesi gli procurava "un'ombra cupa nella mente". Giurò sulla ''[[Bibbia]]'' (e da allora tutti i presidenti l'avrebbero fatto) cinque giorni prima che a [[Versailles]] si inaugurasse la sessione degli Stati generali. La cerimonia fu tenuta in [[Wall Street]]... alla sua morte il [[patrimonio]] venne calcolato in oltre un milione di [[dollari statunitensi]]. Si dice anche che avesse dei figli illegittimi nate dalle schiave delle sue piantagioni. C'era chi lo voleva chiamare "Sua Maestà": disse che ci si doveva rivolgere a lui nella maniera più borghese. E così fu<ref>Mario Francini ''Storia dei presidenti americani'' Tascabili economici Newton 1994, pp. 11-13</ref>}}
La '''presidenza di [[George Washington]]''' ebbe inizio il 30 aprile del 1789 con la cerimonia d'inaugurazione e relativo [[insediamento del presidente degli Stati Uniti d'America]], per terminare il 4 marzo del 1797. Il generale Washington assunse il potere a seguito delle [[Elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America del 1788-1789|elezioni presidenziali del 1788-1789]], la prima tornata elettorale quadriennale della neonata [[Repubblica]], in cui risultò eletto all'unanimità. Sarà ricandidato con successo alle [[elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America del 1792|elezioni presidenziali del 1792]] e anche questa volta scelto con un risultato unanime.