Differenze tra le versioni di "Presidenza di Chester Arthur"

(template cita "xxxx"; rinomina/fix nomi parametri; converto template cite xxx -> cita xxx; fix formato data)
 
== Politica estera e immigrazione ==
Nel corso della sua breve partecipazione nelle Amministrazioni di Garfield e Arthur [[James Blaine]], che ricevette il mandato ministeriale in qualità di [[Segretario di Stato degli Stati Uniti d'America|Segretario di Stato]], tentò di rafforzare la partecipazione e rinvigorire il peso della [[diplomazia]] statunitense in [[America Latina]]; sollecitando quindi in tal senso reciproci accordi commerciali ed offrendosi di interporsi come mediatore nelle dispute sorte tra le nazioni del [[continente]] sudamericano.
 
Egli sperò che un maggior coinvolgimento degli Stati Uniti nella regione avrebbe avuto il pregio di contrastare la crescente influenza europea (in particolare dell'[[impero britannico]]) nell'[[emisfero occidentale]]. Blaine propose inoltre una conferenza panamericana da tenersi entro il 1882 al fine di discutere di affari del [[commercio internazionale]] e la fine della [[guerra del Pacifico (1879-1884)]] la quale vedeva contrapposti il [[Cile]] contro l'alleanza [[Perù]]-[[Bolivia]]; ma tutti gli sforzi intrapresi decaddero rapidamente non appena si verificò la sua sostituzione con [[Frederick Theodore Frelinghuysen]] alla fine del 1881.
 
D'altra parte si tentò in un certo qual modo di proseguire negli sforzi d'incoraggiamento commerciale tra le nazioni dell'[[America]]; un [[trattato internazionale]] con il [[Messico]] il quale previde riduzioni tariffarie reciproche venne firmato nel 1882 ed approvato dal [[Senato (Stati Uniti d'America)|Senato]] due anni più tardi. La legislazione richiesta per la definitiva entrata in vigore dell'accordo fallì tuttavia durante la votazione alla [[Camera dei rappresentanti (Stati Uniti d'America)|Camera dei Rappresentanti]]
 
=== Riforma navale ===
=== Relazioni con i nativi ===