Apri il menu principale

Modifiche

2 089 byte rimossi ,  9 mesi fa
 
Esistono vari tipi di metalli, scoperti in epoche distanti nel tempo, perché ben pochi metalli sono reperibili in natura allo stato nativo e perché ogni metallo ha una sua particolare [[Punto di fusione|temperatura di fusione]] che rende più o meno facile la sua estrazione dalle [[Roccia|rocce]] che lo contengono. I primi metalli storicamente lavorati (il [[rame]] e lo [[stagno (elemento chimico)|stagno]]) hanno naturalmente una temperatura di fusione relativamente bassa, già ottenibile con gli antichi forni di circa 10.000 anni fa (epoca in cui, presumibilmente, iniziò la lavorazione del rame).
 
== Definizione ==
Risulta particolarmente complesso definire chimicamente cosa sia un metallo.<ref>{{Cita libro|nome=Connelly, N.|cognome=G.|nome2=Royal Society of Chemistry (Great|cognome2=Britain)|nome3=International Union of Pure and Applied|cognome3=Chemistry.|titolo=Nomenclature of inorganic chemistry. IUPAC recommendations 2005|url=https://www.worldcat.org/oclc/60838140|accesso=2018-10-23|data=2005|editore=Royal Society of Chemistry,|p=10|citazione=The problem is to define the term ‘metal’.|OCLC=60838140|ISBN=0854044388}}</ref> In generale, la definizione di metallo riguarda gli elementi chimici. Tuttavia, come riconosce anche la IUPAC, il termine è convenzionalmente entrato in uso anche per indicare le leghe formate da elementi metallici.<ref name="meaningless" />
 
Un vocabolario di concetti di chimica organica afferma che si potrebbe definire metallo: a) ogni elemento che genera cationi quando un suo sale viene solubilizzato in acqua, oppure b) ogni elemento dotato di elevata conducibilità elettrica e termica, duttilità e malleabilità.<ref>{{Cita libro|nome=Orch/www.worldcat.org/oclc/61124521|accesso=2018-10-23|edizione=2nd edition|p=344|OCLC=61124521|ISBN=0471713732}}</ref> Un rapporto tecnico della IUPAC del 2002 citava come definizione di metallo quella proposta da Atkins e Jones secondo cui un metallo è un “elemento [chimico] che conduce l'elettricità, è dotato di lucentezza metallica, è malleabile e duttile, forma cationi e ossidi basici".<ref>{{Cita libro|nome=Loretta|cognome=Jones|nome2=Peter|cognome2=Atkins|titolo=Chemistry: molecules, matter, and change|url=https://www.worldcat.org/oclc/41108599|accesso=2018-10-23|edizione=4th ed|data=2000|editore=W.H. Freeman|OCLC=41108599|ISBN=0716732548}}</ref> Similmente, l'enciclopedia Treccani applica la definizione di metallo solo agli elementi chimici sulla base delle proprietà chimico-fisiche proposte da Atkins e Jones.<ref>{{Cita web|url=http://treccani.it/vocabolario/metallo1/|titolo=metallo¹ in Vocabolario - Treccani|sito=treccani.it|lingua=it-IT|accesso=2018-10-23}}</ref>
 
== Storia ==
Utente anonimo