Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione ,  10 mesi fa
m
Bot: orfanizzo redirect JJ Letho
Considerato ormai il favorito per la lotta al titolo, nel 1998 Zanardi andò incontro alla sua migliore stagione nella categoria: per sette volte conquistò la vittoria e salì sempre sul podio, tranne che in quattro occasioni. Il primo successo arrivò alla terza gara stagionale, a Long Beach, in cui, dopo un contatto al via che lo aveva fatto sprofondare nelle ultime posizioni e doppiato di un giro, incitato dal pubblico, riuscì a rimontare posizione su posizione fino a cogliere la vittoria.<ref>{{cita|Zanardi, Gasparini|p. 253}}</ref> Nella prima parte di stagione, solo [[Greg Moore]] riuscì a mantenere il passo del pilota italiano, ma a partire dalla corsa di Detroit, Zanardì inanellò quattro vittorie consecutive che gli permisero di staccare i rivali.
 
A Mid-Ohio fu invece protagonista di una controversa prestazione: pur giungendo dodicesimo e prendendo un punto, durante la gara rimase coinvolto in un incidente con [[PJ Jones]] e [[JJ LethoLehto]], che poi danneggiò anche [[Michael Andretti]]. Ritenuto responsabile dell'accaduto, gli venne tolto il risultato ottenuto, fu multato di 50.000 dollari e venne messo sotto osservazione fino al termine del campionato.<ref>{{cita|Zanardi, Gasparini|p. 274}}</ref> Lo stile di guida di Zanardi era infatti stato spesso criticato da molti suoi colleghi perché ritenuto troppo aggressivo e in varie occasioni fu attaccato durante le riunioni dei piloti.<ref>{{cita|Zanardi, Gasparini|p. 249}}</ref> Nel frattempo, era stato contattato da diverse squadre di [[Formula 1]] per sondare il suo interesse a un'eventuale ritorno nella categoria. In particolare [[Frank Williams]] si dimostrò molto interessato a ingaggiare il pilota italiano e il contratto venne ufficializzato a settembre,<ref>{{cita news|titolo=La Williams volta pagina con Zanardi e Ralf Schumacher|url=http://archiviostorico.gazzetta.it//1998/settembre/23/Williams_volta_pagina_con_Zanardi_ga_0_9809236968.shtml|pubblicazione=Gazzetta dello Sport|data=23 settembre 1998|accesso=10 dicembre 2012}}</ref> nonostante già da luglio fosse stato raggiunto un accordo tra i due. A Vancouver si laureò, con quattro gare d'anticipo, campione di Formula CART per la seconda volta consecutiva e chiuse il campionato con 285, staccando di oltre cento lunghezze il compagno di squadra [[Jimmy Vasser]].
 
==== Ritorno in Formula 1 (1999) ====
578 367

contributi