Differenze tra le versioni di "Artena"

91 byte rimossi ,  1 anno fa
nessun oggetto della modifica
|Sito=http://www.comune.artena.rm.it
}}
[[File:Street in Artena 2.jpg|miniatura|Scorcio dei fitti vicoli del centro storico di Artena. Foto di Christian Evangelista]]
'''Artèna''' è un [[Comune (Italia)|comune italiano]] di {{formatnum:14097}} abitanti<ref name="template divisione amministrativa-abitanti"/> della [[città metropolitana di Roma Capitale]] nel [[Lazio]]. Fa parte della [[XVIII Comunità dei Monti Lepini|Comunità Montana dei Monti Lepini "Area Romana"]].
Sviluppatasi a partire dal [[XII secolo]] con il nome di '''Montefortino''', ha assunto il nome attuale nel [[1873]], in ricordo dell'antica città dei [[Volsci]], sulla cui area si crede fosse stata fondata.
 
== Società ==
[[File:Street in Artena 1.jpg|alt=|miniatura|Collegiata di Santa Croce. Foto di Christian Evangelista]]
 
=== Evoluzione demografica ===
 
* [[Romania]], 652 - 4,62%
* [[Albania]], 198 - 1,40%
*[[File:Square in Artena.jpg|miniatura|Piazza della resistenza, posta nella parte superiore del borgo di Artena. Foto di Christian Evangelista]][[Albania]], 198 - 1,40%
* [[Marocco]], 58 - 0,41%
* [[Egitto]], 31 - 0,22%
 
=== Tradizioni e folclore ===
*[[File:Square in Artena.jpg|miniatura|Piazza della resistenza, posta nella parte superiore del borgo di Artena. Foto di Christian Evangelista]][[Albania]], 198 - 1,40%
Il principale evento è la Processione della [http://www.confraternitamadonnadellegrazie.it/pagina.php?pagina=La%20Madonna%20delle%20Grazie&pagina_html=la_madonna_delle_grazie Madonna delle Grazie] che si svolge ininterrottamente dal 1731 ogni anno, il sabato che precede la terza domenica di maggio. La Madonna delle Grazie di Artena è venerata nel paese fin dal XV secolo, quando fu ritrovata la Statua della Vergine delle Grazie, probabilmente trafugata da banditi in qualche chiesa del napoletano e lasciata dalle parti di Artena.
La prima processione si svolge a maggio del 1731 e da allora si è svolta ininterrottamente per 275 anni senza alcuna interruzione nemmeno nel periodo della guerra.