Apri il menu principale

Modifiche

Pure nella sua famosa ''[[Children's Corner]]'' per pianoforte, che scrisse per la sua amata figlia che chiamava ''Chou-chou'', si suggeriscono suggestioni dall'Oriente dovendosi infine notare anche una nuova ondata di influenza [[jazz]] nel suo pezzo ''Golliwogg's Cake-walk'', mentre Debussy si diverte alle spalle di [[Richard Wagner]].
 
L'ultimo volume degli ''EtudesÉtudes'' ([[1915]]) similmente interpreta varietà di stili e trame, meramente come esercizi pianistici, e comprende brani che sviluppano all'estremo forme irregolari come anche altri influenzati dai lavori del giovane [[Igor' Fëdorovič Stravinskij]] (presenza anche nella suite ''En blanc et noir'' per due pianoforti, 1915). La rarefazione di questi lavori è presente anche nell'ultimo gruppo di musiche, i ''Trois poèmes de Mallarmé'' (1913), e nella ''[[Sonata per flauto, viola e arpa]]'' ([[1915]]), nonostante la sonata e i pezzi ad essa simili ricatturino anche il classicismo inquisitivo di Verlaine. Il progettato gruppo di sei sonate è bruscamente interrotto dalla morte del compositore, per un [[Neoplasia|cancro]] rettale.
{{div col}}
** ''[[Préludes (Debussy)|Préludes]]'' I e II
** ''[[Estampes (Debussy)|Estampes]]''
** ''[[Suite bergamasque]]''
** ''[[Études (Debussy)|Études]]''
** ''Deux arabesques''
** ''Le trouduce''
Utente anonimo