Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
}}
 
Considerato tra i più grandi compositori del [[musica barocca|periodo barocco]], fondamentale fu il suo contributo allo sviluppo della musica strumentale, e in particolare alla sonata a tre e a quella solistica, come pure del [[concerto grosso]], che portò ad alti livelli di equilibrio e perfezione formale. Lo stile introdotto da Corelli e portato avanti dai suoi allievi, quali [[Pietro Locatelli]], [[Pietro Castrucci]], [[Giovanni Stefano Carbonelli]] ed altri seguaci, come [[Francesco Antonio Bonporti]] e [[Francesco Geminiani]], fu d'importanza fondamentale per lo sviluppo del linguaggio orchestrale e violinistico del primo Settecento in tutta l'Europa.
 
==Biografia==
884

contributi