Apri il menu principale

Modifiche

m
Annullate le modifiche di 87.6.18.238 (discussione), riportata alla versione precedente di Delio
|forma di stato =
|governo = [[monarchia assoluta]]<br />([[Ducato (feudo)|ducato]])
|titolo capi di stato = [[Ducaduca]]
|elenco capi di stato = [[Sovrani di Guastalla|elenco]]
|titolo capi di governo =
|primo capo di stato = [[Ferrante II Gonzaga]]
|stato precedente = [[Contea di Guastalla]]
|evento iniziale = Ducatoducato costituito con diploma di [[Ferdinando II d'Asburgo]] e concessione del titolo di Ducaduca a [[Ferrante II Gonzaga]].
|fine = [[1748]]
|ultimo capo di stato = [[Giuseppe Maria Gonzaga]]
}}
 
Il '''Ducatoducato di Guastalla''' fu un antico [[stati italiani preunitari|Stato italiano]]. Dal [[1406]] al [[1621]] i suoi governanti si fregiarono del titolo di Conticonti. Dal [[1621]] al [[1748]] il titolo loro spettante fu quello di Duchiduchi. A reggere le sorti della [[Contado|contea]] fino al [[1538]] fu la [[Torelli (famiglia)|famiglia Torelli]], ai quali seguirono i [[Gonzaga di Guastalla]].
 
== La contea ==
{{vedi anche|Contea di Guastalla}}
 
La Conteacontea di Guastalla aveva come propria "[[capitale (città)|capitale]]" la città di [[Guastalla]] nell'[[Italia]] del nord.
Un altro ramo della [[Torelli (famiglia)|famiglia Torelli]] di Guastalla, feudatari sin dal 1406 in virtù dei servigi prestati ai Visconti, e Conti dal 1428, resse la [[contea di Montechiarugolo]] (separatasi dalla contea di Guastalla nel [[1456]]) sino al [[1612]].
 
== Il ducato ==
[[File:Guastalla ducato.jpg|border|left|150px]]Il 2 luglio [[1621]] [[Ferdinando II d'Asburgo]] dichiara Guastalla ''Ducato''. Ferrante II divenne così il primo Ducaduca dello Staterello, con l'ambizione di poter succedere in futuro nel prestigioso [[Ducatoducato di Mantova]]. Morto di [[peste]] durante l'epidemia del [[1630]], gli subentrò il figlio [[Cesare II Gonzaga|Cesare II]]. [[File:Moneta del Ducato di Parma.jpg|thumb|left|upright=0.7|Moneta del [[Ducatoducato di Parma, Piacenza e Guastalla]]]] Con lui il Ducatoducato guastallese vide espandere il proprio territorio con l'annessione nel 1630 delle terre di [[Dosolo]], [[Luzzara]] e [[Reggiolo]], fino ad allora di proprietà mantovana.
 
Nel [[1632]] il figlio [[Ferrante III Gonzaga|Ferrante III]] visalì succedette.al trono. Non avendo eredi maschi, lasciò lo Stato in eredità al marito della figlia [[Anna Isabella Gonzaga|Anna Isabella]], [[Ferdinando Carlo di Gonzaga-Nevers|Ferdinando Carlo]], [[Ducato di Mantova|duca di Mantova]]. In quel periodo Guastalla divenne a tutti gli effetti una città satellite dello Stato mantovano. Nel frattempo fu rimodernato e migliorato il sistema difensivo, poiché le condizioni politiche europee erano difficili. Tra il [[1689]] e il [[1690]] la città venne assediata dagli spagnoli, i quali riuscirono a demolire le mura difensive occupandola, distruggendo la rocca [[Visconti|viscontea]] e la torre civica. Nel [[1692]] il Ducaduca dovette subire l'accusa di [[fellonia]] e l'Imperatoreimperatore [[Leopoldo I d'Asburgo|Leopoldo I]] consegnò Guastalla e i suoi territori a [[Vincenzo Gonzaga, Duca di Guastalla|Vincenzo Gonzaga]]. Durante il suo governo, nel [[1702]], si ebbero violenti scontri nelle terre di [[Luzzara]]<ref>vedasi [[battaglia di Luzzara]]</ref> tra le truppe francesi di [[Luigi XIV]] e gli eserciti imperiali guidati da [[Eugenio di Savoia]]. Poco dopo l'attacco si spostò sul fronte guastallese. La città, filo-austriaca, pur mostrando una valorosa difesa, fu sottomessa e costretta alla resa. Nel [[1714]] [[Antonio Ferdinando Gonzaga]] ereditò il comando deldello Ducato,Stato. Purtroppo costui non fu molto attivo politicamente e morì tra l'altro in una circostanza morendosingolare nel [[1729]].
 
Preso il potere, il fratello [[Giuseppe Maria Gonzaga|Giuseppe Maria]], ultimo Ducaduca della città, nel [[1734]] assistette all'occupazione da parte degli austriaci ede alla cosiddetta ''battaglia di Guastalla''.<ref>vedasi [[battaglia di San Pietro]]</ref> Successivamente la città venne ceduta a [[Carlo Emanuele III di Savoia]] fino al [[1738]]. L'ultimo Ducaduca morì senza eredi nel [[1746]] e il Ducatoducato di Guastalla venne incorporato nella [[Province della Lombardia austriaca|Lombardia austriaca]] sotto il governo di [[Maria Teresa d'Austria|Maria Teresa]], durante l'anno [[1747]]. La morte dell'ultimo erede Gonzaga pose così fine ad un'autonomia politica e territoriale, che da oltre cento anni caratterizzava Guastalla. Con il [[trattato di Aquisgrana (1748)]], il territorio guastallese venne unito al [[Ducato di Parma e Piacenza|ducato di Parma]] governato dai [[Borbone]]. La città venne annessa alla [[repubblica cisalpina]] nel [[1802]] per poi riavere il rango di Ducatoducato sovrano nel [[1806]] concesso a [[Camillo Filippo Ludovico Borghese|Camillo Borghese]] marito di [[Paolina Bonaparte]] dal cognato [[Napoleone I]].
 
Fu di nuovo incorporato nel [[1815]] nel [[Ducato di Parma e Piacenza]] che lo mantenne entro i propri domini sino al [[1847]]. Passò poi al [[Ducato di Modena e Reggio]] ed in seguito al [[Regno d'Italia (1861-1946)|regno d'Italia]] nel [[1861]].
 
== I territori ==
Confinava a nord e nel tratto del fiume [[Po]] con il [[Ducato di Mantova]], con il [[Ducato di Modena e Reggio]] ad est, sud e ovest; poche miglia lo distanziavano dal [[Ducato di Parma e Piacenza|ducato di Parma]]. Inizialmente limitato al comune di Guastalla venne successivamente esteso con l'aggregazione nel 1630 delle terre di [[Dosolo]], [[Luzzara]] e [[Reggiolo]]. Numerosi possedimenti erano proprietà di Signorisignori non residenti nel Ducatoducato, soprattutto mantovani ed [[este]]nsi.
 
I Gonzaga di Guastalla nel [[1708]] assunsero anche il controllo del Principatoprincipato di [[Bozzolo (Italia)|Bozzolo]] e territori annessi ([[Rivarolo Mantovano]], [[San Martino dall'Argine]], [[Pomponesco]], [[Commessaggio]], [[Ostiano (Italia)|Ostiano]], [[Isola Dovarese]]). Nel [[1710]] entrò a far parte dei loro dominii anche il [[Ducato di Sabbioneta]].
 
==Duchi di Guastalla==
|Vittoria Doria<br />
<small>sette figli e quattro figlie</small>
|Già Conteconte di Guastalla dal 15 febbraio 1575
|- align="center"
|[[File:Coat of arms of the House of Gonzaga-Guastalla.svg|75x75px]]
== Bibliografia ==
*''Vocabolario topografico dei ducati di Parma Piacenza e Guastalla''
*''Associazione guastallese di storia patria'': www.storiapatriaguastalla.it
 
 
== Voci correlate ==
125 881

contributi