Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 5 mesi fa
La parte più bassa del campanile è romanica, quella mediana fu costruita nel [[XVI secolo|'500]] da Sanmicheli, mentre la parte superiore fu proseguita nel [[XX secolo]] dall'architetto Fagiuoli, ma non è stata condotta a termine.
 
La torre, alta poco meno di 75 metri, ospita 10 campane accordate in scala di La2 calante, fuse da Ettore Cavadini di Verona nel 1931, eccetto il campanone, realizzato da Francesco De Poli di Vittorio Veneto nel 2003 in sostituzione del precedente che, rifuso nel 1934 sempre da Cavadini a causa di un difetto di fabbricazione, si incrinò irrimediabilmente nel 2000; infine la campana minore (decima campana) proviene dalla fonderia Grassmayr di Innsbruck, è stata fusa nel 2014 èe aggiunta al complesso. Le sei campane piccole e la campana maggiore sono elettrificate ed utilizzate quotidianamente. La torre ospita, presso una finestra all’altezza del tetto della Cattedrale, anche la Campana dei Canonici a slancio manuale, di nota Fa#4 calante (fuori concerto), fusa da Magister Jakobus di Verona nel 1384: ha un diametro di 57,2 cm e uno spessore di 4,3 cm e pesa 1,5 quintali. Il concerto viene citato dagli esperti europei di [[campanologia]] come uno dei migliori concerti campanarii italiani. Si tratta di uno dei complessi più grandi al mondo in grado di essere suonato manualmente: la campana maggiore pesa 45,66 quintali, ha un diametro di 189,8 cm e uno spessore di 13,8 cm. Le campane vengono suonate da una squadra di suonatori secondo la tecnica dei concerti di [[campane alla veronese]].
 
Il campanile non è stato mai completato. Un'antica leggenda cittadina dice che la mancata conclusione sia dovuta al desiderio di non superare in altezza la [[torre dei Lamberti]], la costruzione cittadina più alta, ma in realtà la causa fu la temporanea mancanza di fondi. Vari progetti vennero presentati per terminarlo, ma ancora nessuno è stato attuato.
Utente anonimo