Differenze tra le versioni di "Frank Marshall (scacchista)"

m
corr. minima.
m (corretti diversi errori.)
m (corr. minima.)
Marshall iniziò a giocare a scacchi all'età di dieci anni e, nel [[1890]] si segnalava come uno dei più forti giocatori della sua città.
 
Nel [[1904]] vinse il fortissimo [[torneo di Cambridge Springs 1904|torneo di Cambridge Springs]], con due punti di vantaggio sui secondi classificati [[David Janowski]] ed [[Emanuel Lasker]]. Dopo questa vittoria lanciò una sfida per il [[Campionato del mondo di scacchi|titolo mondiale]] al campione in carica Emanuel Lasker. La sfida si tenne tra il 26 gennaio e l'8 aprile nelle città di [[New York]], [[Filadelfia]], [[Washington]], [[Baltimora]], [[Chicago]] e [[Memphis]]. Marshall perse rovinosamente, incappando in ben otto sconfitte e sette patte, senza riuscire a vincere neppure una partita. L'anno precedente Marshall aveva già subito una pesante sconfitta per 8 - (+1 (con–8 sette patte=8) per mano di [[Siegbert Tarrasch]].
 
Nel [[1907]] sconfisse [[Jackson Showalter ]] in un match valido per il [[campionato statunitense di scacchi|campionato degli Stati Uniti]]. Nessuno fu in grado di strappargli il titolo per i successivi ventisei anni fino a quando, nel [[1936]], vi rinunciò spontaneamente.
 
Nel [[1909]] acconsentì a disputare un match contro un giovane cubano di nome [[José Raúl Capablanca]]. Con grande sorpresa di tutti, perse per +1 -8–8 =14. Nonostante questa pesante sconfittaciò, non solo Marshall non se la prese, ma fece di tutto affinché il giovane talento dell'[[L'Avana|Avana]] fosse ammesso al [[torneo di San Sebastián 1911|torneo di San Sebastián]] del [[1911]]. La competizione all'epoca era un appuntamento periodico che radunava l'élite scacchistica mondiale, ed era aperta solo a giocatori che avessero già riportato vittorie nei tornei maggiori. Come noto Capablanca, accolto tra lo scetticismo generale, vinse il torneo imponendosi con autorevolezza sulla scena dello scacchismo mondiale.
 
{{Diagramma scacchi piccolo
26 191

contributi