Arte dei Beccai: differenze tra le versioni

(Stemma svg)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Pare che il nome ''arista'', dato all'arrosto di maiale cucinato con sale, pepe, aglio e rosmarino, sia stato introdotto nel linguaggio comune nel Quattrocento, quando a Firenze si tenne il Concilio della Chiesa d'Oriente e d'Occidente; ai notabili greci venne infatti servito questo piatto ed il loro commento pare fosse stato proprio ''aristos'', che significa ottimo.{{citazione necessaria}}
 
==I pesciaolipesciaioli==
[[File:Piazza dei Ciompi.JPG|thumb|left|La loggia del Pesce]]
[[File:14-alimenti, pesci,Taccuino Sanitatis, Casanatense 4182..jpg|thumb|Il mercato del pesce]]
Nel [[1568]] anche il mercato del pesce venne spostato nella piazza del Mercato Vecchio, dove [[Giorgio Vasari]] costruì appositamente la Loggia del Pesce, rimossa a seguito delle demolizioni ottocentesche e oggi ancora visibile in [[Piazza dei Ciompi]].
{{Clear}}
 
== I tavernai==
Con questo nome si indicavano i gestori di osterie e taverne, che oltre a mescere il vino davano da mangiare i piatti a base di carne; per questo la differenza tra i beccai e gli osti era in realtà molto sottile ed era invece molto comune trovare un macellaio che avesse aperto una propria taverna e servisse ai propri clienti le carni da lui stesso macellate.
Utente anonimo